• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI INTER-MILAN

PAGELLE E TABELLINO DI INTER-MILAN

I nerazzurri la mettono sul fisico e si aggiudicano nel finale un derby molto intenso ma poco spettacolare.


Palacio decide il derby (Getty Images)
Stefano Carnevali (Twitter: @stefano_kaiser)

22/12/2013 23:50

PAGELLE TABELLINO INTER-MILAN / MILANO - Primo tempo intenso ma non molto divertente. L'Inter la mette sul fisico ma, molto presto, deve cedere campo alla maggior qualità rossonera. Nel momento più complicato per i nerazzurri, però, c'è l'episodio del rigore non dato a Palacio. Lì le cose cambiano: la partita, messa sui nervi, torna favorevole all'Inter. Nel secondo tempo si prosegue con un andamento favorevole ai nerazzurri, ma poi arriva la palla-gol per Balotelli e l'inerzia cambia ancora. Finale nettamente di marca nerazzurra: l'Inter pare avere più fiato e vince la gara con Palacio. Tra i nerazzurri impressionano Nagatomo e soprattutto Palacio. Male Taider. Tra i rossoneri buona prova di Bonera e Abbiati. Poca sostanza portata dai cambi di Allegri. Arbitraggio di Mazzoleni negativo.

 

INTER

Handanovic 6 - Salva in affanno su Kakà all'11', poi è fortunato perché Balotelli gli frana addosso. Brutta uscita anche al 30', sul corner di Kakà: Poli lo grazia. A vuoto anche al 38', su un altro corner. Brutto primo tempo, ma grande parata in avvio di ripresa su Balotelli. Decisivo con la punta delle dita sull'ultima punizione di Balotelli. Bilancio, alla fine, positivo.

Campagnaro 6 - Brutto primo tempo. La fascia destra dell'Inter è spesso in sofferenza e lui pasticcia molto anche palla al piede. Meglio nella ripresa.

Rolando 6 - Vince il duello con Ranocchia perché dovrebbe dare maggiore ordine in fase di impostazione. In realtà soffre a lungo, come tutto il reparto arretrato dell'Inter. Determinante, però, nelle fasi più complesse del secondo tempo.

J. Jesus 5,5 - In grave difficoltà nella gestione del pallone, traballa anche in fase difensiva. Tatticamente incerto, mette in difficoltà tutto il reparto.

Jonathan 5,5 - Avvio di partita timido: se ne sta sulle sue e combina poco, perdendo molti palloni. Poco propositivo anche nella ripresa.

Taider 5 - Da subito in difficoltà: dalla sua parte il Milan affonda con regolarità. Commette molti errori di misura ed è spesso costretto a ricorrere al fallo. Brutta partita. Dal 57' Kovacic  6 - Sa trattare il pallone con perizia, ma riesce ad accendersi troppo di rado. Peccato, perché ha davvero tanta qualità.

Cambiasso 6 - Cerca di mettere ordine, ma la manovra dell'Inter è troppo macchinosa e imprecisa perché lui riesca a imporsi. Risulta comunque provvidenziale per i suoi 'saggi' recuperi. Dall'82' Icardi SV - Mossa di Mazzarri per cercare la vittoria: non incide direttamente, ma aiuta.

Zanetti 6 - Cerca di tenere corta la squadra, ma i risultati sono limitati.  Meglio nella ripresa, soprattutto con il suo possesso palla che toglie l'Inter dai guai in più di un'occasione. Dal 68' Kuzmanovic 6 - Cerca di dare un po' di qualità, ma si perde nei ritmi troppo intensi della partita. Il suo possesso palla, però, è utile,

Nagatomo 7 - Per tutto il primo tempo, risulta il nerazzurro più propositivo. Contribuisce a bloccare De Sciglio e, soprattutto, è utile per i continui inserimenti. Determinante nella ripresa. 

Guarin 6,5 - Sgravato da compiti difensivi e senza particolari responsabilità tattiche, funziona meglio: gioca di potenza e istinto (le sue qualità migliori) e risulta spesso ingestibile per gli avversari. Comunque molto fumoso, commette anche un numero esorbitante di falli. Cala parecchio nel secondo tempo ma, con un po' di fortuna, innesca il gol vittoria di Palacio.

Palacio 7,5  - Soffre tantissimo abbandonato a sè stesso, con un'Inter che non riesce a sviluppare gioco. Ha un singolo guizzo, nel finale di primo tempo: conquista un rigore che però Mazzoleni non concede. A tratti è davvero impressionante per come, da solo, tenga in scacco la difesa avversaria. Sfiora il gol a 9' dal termine, ma Abbiati è super. Lo segna, il gol vittoria, 5' dopo con un gran colpo di tacco su tiro sporco di Guarin.

All: Mazzarri 6,5 - L'Inter parte con grandissima intensità, buttandola sul fisico. Il Milan tiene botta e poi cerca di far valere la maggior qualità dei suoi. I nerazzurri sbandano un po' e soffrono facendosi schiacciare. Dopo l'episodio del rigore non concesso, la gara torna molto dura e l'Inter ne guadagna. Nel secondo tempo si replica quanto visto nel primo: inter intensa ma poco qualitativa e palle gol migliori per il Milan. Mazzarri prova a dare un po' di fosforo ai suoi inserendo Kovacic e l'Inter ci guadagna. I cambi finali - che portano forza fisica e brillantezza - decidono la gara. Alla fine, con un po' di buona sorte arriva il gol di Palacio.

 

MILAN 

Abbiati 6,5 - Sostanzialmente inoperoso per tutto il primo tempo, prova qualche brivido per un paio di tiri da lontano che sfiorano il palo. Nella ripresa qualche parata comoda su tiri da lontano e un vero miracolo su Palacio.

De Sciglio 6 - Portato a destra - come contro la Roma - sembra smarrito. Timido, compie una serie di errori che non gli sono abituali. Singolare, visto che si diceva fosse adattato come terzino sinistro. Molto meglio - se non altro in fase difensiva - nella ripresa. 

Zapata 6 - Sporca un primo tempo decisamente positivo con un intervento in ritardo su Palacio che sarebbe da rigore. Nel secondo tempo è ancora protagonista: su Palacio e Guarin. A 5' dalla fine, però, si fa beffare da Palacio per il gol partita.

Bonera 7 - Personalità, calma e precisione. Ricorda, in certe fasi del primo tempo, ex compagni di squadra ben più illustri. Bene anche nella ripresa. 

Constant 6 - Si ritrova titolare per le condizioni precarie di Emanuelson. Dopo un avvio titubante, cresce e spinge con buona continuità (male nei cross). Esce per infortunio. Dal 46' Emanuelson 5 - Tornato sulla terra dopo la notte 'magica' contro la Roma: non arriva mai sul fondo e non mette un cross giocabile. E' in condizioni precarie, ma è comunque troppo 'grigio'.

Poli 5,5 - Arruffone. Ci mette tanta grinta e voglia, ma raccoglie poco perché è troppo impreciso. Bel duello con il propositivo Nagatomo. Al 30' si divora letteralmente un gol a porta vuota. Dopo un buon avvio di ripresa, chiude la gara in grande affanno. Dall'88' Pazzini SV -.

De Jong 6 - Solito perno davanti alla difesa, viene coinvolto anche in un certo numero di sortite offensive in cui di disimpegna senza infamia e senza lode. 

Muntari 5,5 - Uomo di grande sostanza, tiene bene la posizione e dà equilibrio alla mediana rossonera. Non è mai lucido, però, quando deve gestire il pallone. Alla lunga la cosa si fa addirittura irritante. Perde la testa nel finale.

Saponara 5,5 - Esordio dal 1' nel derby. Fin qui solo 35' in maglia rossonera. Lui si presenta con un numero d'alta scuola ai danni di Campagnaro. Piace per spontaneità e freschezza ma, con il passare dei minuti, si perde un po'. Dal 75' Matri 5,5 - Entra per tenere palla e far salire un Milan in affanno: missione fallita.

Kakà 5,5 - Primo tempo difficile: si muove e corre tanto, ma non trova mai il guizzo giusto per incidere sulla partita con giocate importanti. Apporto comunque positivo. Cala alla distanza, nonostante ci provi fino alla fine. 

Balotelli 6 - Sua la prima palla gol al 10': una girata dall'altissimo coefficiente di difficoltà che termina alta di poco. Sente un po' la partita, commettendo qualche errore di troppo in appoggio. Vicino al gol in avvio di ripresa per due volte. A tratti, nel secondo tempo, si accende con maggiore convinzione ma scompare nel finale. 

All: Allegri 5 - Scelta quasi obbligata, ma comunque coraggiosa, quella di affidarsi dal 1' a Saponara. Allegri si affida alla qualità. Nei primi minuti il Milan soffre la potenza nerazzurra, poi le cose cambiano e impone la propria maggior proprietà di palleggio. I rossoneri costruiscono e sprecano almeno due palle gol nitide. Poi, dopo il rigore non concesso all'Inter, la partita torna durissima e le certezze del Milan vacillano. Dopo un avvio di secondo tempo difficile, il Milan torna in controllo e ha le occasioni migliori. Alla lunga, però, escono i polmoni dell'Inter. Allegri prova ad aiutare i suoi con Matri (perché faccia salire la squadra), ma non pare una scelta corretta. Partita perduta nel finale, dopo dei cambi che non hanno inciso.

 

Arbitro: Mazzoleni 4,5 - decide di far giocare tanto, ma sbaglia a non punire i falli reiterati. In paricolar modo manca un giallo a Guarin nei primi 20'. Idem con Cambiasso 5' minuti dopo. Al 40' non concede un rigore all'Inter (Zapata su Palacio) che pare piuttosto netto. Al 41': Guarin cerca - e colpisce - Bonera, ma la scampa ancora senza cartellino. Passa un minuto e il colombiano affonda Constant, ma il giallo non arriva. Nessun provvedimento anche per un brutto tackle di Muntari su Jonathan nel finale di tempo. Sospetti per uno 'spalla-braccio' di Nagatomo in area. Mancano un mani di Rolando e uno di Poli. Nel secondo tempo si cautela un po' troppo con dubbi 'falli di confuzione' nelle due aree. Proteste rossonere per un presunto fallo su Balotelli poco prima del gol di Palacio.

 

INTER-MILAN 1-0

INTER (3-5-1-1): Handanovic; Campagnaro, Rolando, J. Jesus; Jonathan, Taider (57' Kovacic), Cambiasso (82' Icardi), Zanetti (68' Kuzmanovic), Nagatomo; Guarin; Palacio. All: Mazzarri

MILAN (4-3-2-1): Abbiati; De Sciglio, Zapata, Bonera, Constant (46' Emanuelson); Poli (88' Pazzini), De Jong, Muntari; Saponara (75' Matri), Kakà; Balotelli. All: Allegri

Arbitro: Mazzoleni

Marcatori: 86' Palacio (I)

Ammoniti: 26' De Sciglio, 45'+1' Constant, De Jong 67' , 86' Balotelli(M); 59' Guarin, 62' J. Jesus, 66' Rolando (I)

Espulsi: 93' Muntari (M)

Note: 

 




Commenta con Facebook