• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Cagliari-Napoli, Benitez: "Nuovo anno migliore del vecchio. Mi aspetto 'regali' di merc

Cagliari-Napoli, Benitez: "Nuovo anno migliore del vecchio. Mi aspetto 'regali' di mercato"

L'allenatore spagnolo ha parlato dell'ultima partita di quest'anno solare


Rafa Benitez (Getty Images)
Matteo Torre (twitter: @torrelocchetta)

20/12/2013 13:47

CAGLIARI NAPOLI BENITEZ CALCIOMERCATO CONFERENZA / CASTEL VOLTURNO - Rafa Benitez è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia dell'anticipo di Serie A tra Cagliari e Napoli. Ecco cosa ha detto il tecnico partenopeo: "Una partita non può cambiare l'opinione su questa squadra, perché qui si parla di un percorso, ma una vittoria sarebbe importante. Il bilancio dei primi cinque mesi è positivo, e abbiamo fiducia che il prossimo anno sarà anche migliore".

'REGALI' DI NATALE - "Tutti gli allenatori aspettano qualche 'regalo', è normale. Abbiamo lavorato tanto, non è un mercato facile e non sarà facile migliorare questa rosa. Se non arriverà nessuno lavoreremo ancor di più. Chiaramente non vi dirò né nomi né ruoli. Per migliorare questa rosa serviranno calciatori capaci di fare il loro ruolo meglio di quelli che già abbiamo. Preferisco comprare un solo elemento di livello anziché trovare 3, 4, 5 giocatori".

DOVE MIGLIORARE - "Nella fase difensiva, lo sappiamo. Credo che l'atteggiamento sia giusto, vedremo in partita come ci comporteremo. L'equilibrio è importante, noi proveremo a sistemarlo sino al termine del campionato. Sappiamo che questa partita sarà difficilissima, ma sarà già un passo avanti se la squadra avrà capito di dover far girare di più la palla".

BILANCIO SERIE A - "Il calcio italiano è cambiato nel palleggio: oggi qualche squadra lo applica maggiormente. Non si guarda più soltanto al non subire gol, e ogni settimana capitano partite con tante gol, e questo è positivo per lo spettacolo".

ARBITRI - "Sono il primo a parlare col quarto uomo, ma finisce lì; in Italia, invece, si parla tanto sia prima che dopo la partita, e l'obiettivo è condizionare gli arbitri nelle gare successive. Questo in Inghilterra non accade, perché la Federazione ti multerebbe".




Commenta con Facebook