Breaking News
© Getty Images

Chelsea, Conte: "Ho un po' nostalgia dell'Italia. Juventus top d'Europa"

Il manager dei 'Blues' è ritornato anche sull'esperienza alla guida della Nazionale

CHELSEA CONTE JUVENTUS NAZIONALE / LONDRA (Inghilterra) - Da Londra Antonio Conte torna a parlare della sua esperienza in Nazionale e delle emozioni dell'ultimo Europeo. L'attuale manager del Chelsea ha dichiarato a 'La Domenica Sportiva': "Ricordo i brividi di quel periodo, è stato molto intenso, ringrazio tutte le persone che hanno permesso questo. La soddisfazione di essere riusciti ad emozionate la gente con le nostre prestazioni è la cosa più bella, mentre la più brutta il distacco con il gruppo perché eravamo diventati una famiglia. Ci sono state tante lacrime…  - rivela il tecnico leccese - Pellè? Mi è dispiaciuto tanto, conosco il ragazzo. Sa di aver sbagliato: se ci sono però le basi per rimediare, ben vengano."

CHELSEA - "L'obiettivo è costruire qualcosa di buono per il presente e per il futuro. Quando arrivi decimo significa che ci sono grossi problemi e non si risolvono all'istante, ma con pazienza e lavoro certosino".

SERIE A E JUVE - "Quando capita guardo la Serie A, ho un canale dedicato a Londra. La seguo con grande affetto e non nego che ogni tanto c'è una certa nostalgia: l'Italia è sempre l'Italia. La Juventus? Ha raggiunto un livello da top, anche in Europa e nel mondo. Va dato merito ha chi ha lavorato così bene e duramente in questi anni".

Serie A   Juventus  
Bologna-Juventus, Allegri: "Buon allenamento. Felice per Kean"
Bologna-Juventus, Allegri: "Buon allenamento. Felice per Kean"
Il tecnico bianconero: "Era importante chiudere con una vittoria"
Serie A   Juventus  
Bologna-Juventus, Allegri: "Domani gioca Audero. Voglio restare"
Bologna-Juventus, Allegri: "Domani gioca Audero. Voglio restare"
Le parole del tecnico alla vigilia della sfida con gli emiliani
Serie A   Juventus  
Calcio, dall'Astana allo Zilina: tutte le Juventus d'Europa
Calcio, dall'Astana allo Zilina: tutte le Juventus d'Europa
Ecco le 54 squadre campione nel proprio Paese. In Ungheria si decide con lo scontro diretto al fotofinish