• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Calcioscommesse, Gattuso: "Pronto a farmi ammazzare se fossi colpevole"

Calcioscommesse, Gattuso: "Pronto a farmi ammazzare se fossi colpevole"

L'ex centrocampista del Milan: "Non vedo l'ora di sentire il Magistrato"


Gattuso (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

17/12/2013 20:13

CALCIOSCOMMESSE GATTUSO BAZZANI/ ROMA - E' ancora scnvolto Rino Gattuso: l'ex centrocampista del Milan, dopo aver commentato nel primo pomeriggio le notizie legate al suo presunto coinvolgimento nello scandalo del calcioscommesse, torna a parlare dichiarandosi totalmente estraneo ai fatti. "Non ho mai pensato di truccare una partita, non mi sono mai seduto con delle persone per pensare di truccare una partita - ha dichiarato Gattuso ai microfoni di 'Sky Sport' - sono disposto ad andare in piazza ed ammazzarmi per questo. Bazzani? Lo conosce mezza serie A. Io ci metto la faccia perché non fa parte del mio modo di essere truccare una partita - continua Gattuso - non so nemmeno come si fa. Ho una fondazione per i bambini alla quale in questi anni ho dato un milione e mezzo di euro e vado a truccare le partite? Sono Pazzo?"

BAZZANI E PIPIERI - "Penso che Salvatore Pipieri abbia avuto contatti per magliette e biglietti con Bazzani, questa è la spiegazione, non ce ne sono altre. Perché sono stato chiamato in causa? Anche due anni fa mi misero in mezzo per un fratello quando invece ho due sorelle. Parlare di queste cose dopo tutti i sacrifici che ho fatto nella mia carriera mi fa male". 

SCOMMESSE - "Se dicessi di non aver mai scommesso sarei un ipocrita, quando si poteva qualche volta scommettevo ma dal giorno in cui sono cambiate le regole non l'ho fatto più. Sono venuto a sapere di tutta questa vicenda da mia moglie, ero a Napoli per vedermi con quelli del corso di allenatori di Coverciano. Spero che il magistrato mi senta il prima possibile".

REAZIONE - "Tutti mi dicono di stare calmo ma come si deve sentire uno che non c'entra niente con questa storia? In venti anni di carriera non mi sono mai permesso di pensare certe cose. Fa male sentire tutto questo dopo i sacrifici fatti. Mi sono arrivati tanti messaggi, la gente che mi conosce sa che persona sono, ripeto sono disposto ad ammazzarmi pur di dimostrare la mia innocenza, anche perché che gusto ci sarebbe a vivere?"

CALCIOSCOMMESSE, TUTTE LE PARTITE SOSPETTE

CALCIOSCOMMESSE, PARLA L'AGENTE DI BROCCHI

CALCIOSCOMMESSE, PARLA BROCCHI

CALCIOSCOMMESSE, ESCLUSIVO DALLA BONA SU GATTUSO




Commenta con Facebook