Breaking News
© Getty Images

Juventus, Krasic: "Che occasione persa con Delneri! Vucinic è come me..."

La meteora bianconera è tornata sui suoi anni a Torino

JUVENTUS KRASIC RICORDI DELNERI CONTE / TORINO - Doveva essere il nuovo Nedved, è finito in Polonia, al Lechia Danzica, dove ha assunto da poco i gradi di capitano. Stiamo parlando di Milos Krasic, meteora della Juventus che si è raccontato sulle colonne de 'La Gazzetta dello Sport': "Mi è mancata fortuna, forse il carattere: non ho la giusta ambizione per emergere. Ma, anche se la squadra non è andata bene, quell'anno in bianconero con Delneri non posso dimenticarlo. Mi ha accolto subito in un nuovo Paese e in un campionato difficile: è molto umano, sa capire i problemi e sa insegnare. Il suo 4-4-2 era perfetto per me. Si meritava una grande carriera e forse, come me, quell'anno ha perso la sua occasione”.

L'arrivo di Conte ha poi sancito il suo addio: "Il cambio di modulo mi ha penalizzato, nel 3-5-2 non c'era più posto per me. E poi erano arrivati giocatori di un livello superiore, lo ammetto: una squadra in cui ci sono PirloVidal e altri top player, forse era troppo per me. Ma non do mai le colpe agli altri, magari potevo semplicemente allenarmi meglio e applicarmi di più: la responsabilità sono solo mie, non certo di Conte. Lui era un martello, forse troppo duro ma preparatissimo: non mi stupisce che abbia fatto questa carriera. Resta uno dei migliori". Ultima battuta sul connazionale Vucinic, anche lui emigrato in un campionato minore: "E' un po' come me, avesse avuto la grinta di un Tevez, sarebbe stato l'attaccante perfetto".

D.G.

Serie A   Juventus  
Calcio, dall'Astana allo Zilina: tutte le Juventus d'Europa
Ecco le 54 squadre campione nel proprio Paese. In Ungheria si decide con lo scontro diretto al fotofinish
Serie A   Juventus   Roma
Roma-Juve, ESCLUSIVO Torricelli: "Niente allarmi. Triplete, si può"
L'ex calciatore è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni
Serie A   Roma   Juventus
Roma-Juventus 3-1: i giallorossi si riprendono il secondo posto
Bianconeri ko e festa Scudetto rinviata a domenica prossima