• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > Mondiali 2014, Zaccheroni: "La Colombia puo' arrivare fino in fondo. Italia? Tutti la temon

Mondiali 2014, Zaccheroni: "La Colombia puo' arrivare fino in fondo. Italia? Tutti la temono"

Il ct del Giappone inserito nel girone con Colombia, Grecia e Costa d'Avorio


Alberto Zaccheroni (Getty Images)
Marco Di Federico

16/12/2013 10:06

GIAPPONE ITALIA ZACCHERONI MONDIALI / ROMA - Dopo la bella figura fatta in Confederations Cup il Giappone è pronto a stupire anche nei prossimi Mondiali, dove la Nazionale asiatica è finita nel girone con Colombia, Grecia e Costa d'Avorio. Alberto Zaccheroni non si sbilancia: "Sul piano del gioco ci siamo. Lo abbiamo dimostrato vincendo in casa del Belgio o pareggiando contro l'Olanda. - ha detto il ct a 'Radio Anch'io lo Sport' - Ci mancano esperienza e furbizia, per battere le squadre più importanti dobbiamo dare il 110%. Tolta la Colombia, che mi ricorda molto la Spagna che non vinceva mai prima di 5 anni fa, il nostro è un girone molto equlibrato. Loro sono fuori categoria, hanno giocatori di livello internazionale e sono fortissimi anche a livello giovanile: per me può arrivare anche fino alla fine".

ITALIA - "Il calcio italiano è cambiato, prima l'aspirazione di tutti i migliori calciatori era venire in Italia mentre oggi non abbiamo più la forza economica di prima. Come club abbiamo perso caratura tecnica, ma la Nazionale resta molto forte nonostante i tanti stranieri presenti. In ogni caso va detto che sia la Juventus che il Napoli sono uscite dalla Champions League solo per casualità. Da italiano sono più preoccupato per il futuro che per il presente. Anche nei sorteggi tutti gli altri ct temevano di capitare nel girone con l'Italia. Anche grazie al lavoro di Prandelli è molto rispettata: secondo me gli azzurri sono superiori sia ad Inghilterra che Uruguay".

HONDA - "Io sono contento che venga a giocare in Italia, i mesi che mancano da qui al Mondiale sono sufficienti per acclimatarsi al Milan e trovare il suo equilibrio. Io me lo aspetto in buone condizioni fisiche in Brasile, ha una grande personalità e forza fisica".




Commenta con Facebook