• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Europa league > SPECIALE Europa League: clamorosa eliminazione del Psv. Corazzata Salisburgo

SPECIALE Europa League: clamorosa eliminazione del Psv. Corazzata Salisburgo

Rubrica di analisi, approfondimenti e curiosita' sul giovedi' di coppa


Gioia Salisburgo (Getty Images)
Jonathan Terreni

13/12/2013 15:30

SPECIALE EUROPA LEAGUE / ROMA - Rubrica di Calciomercato.it che fa il punto sul giovedì di Europa League con risultati, statistiche e approfondimenti.

VIOLA, COSI' SI FA - Soffre, vince e convince la Fiorentina di Montella. Non era facile ieri al 'Franchi' anche se la partita era di quelle da giocare a mente sgombra vista la già sicura qualificazione. Era importante però non perdere, per mantenere la prima piazza. E così i viola, ritoccati in qualche reparto, non hanno allentato la tensione. Un Dnipro che non aveva niente da perdere si è presentato a Firenze in formato battaglia per tentare la scalata alla vetta del giorne sul filo di lana. Allo svantaggio firmato Konoplyanka scatta la molla, perchè è così che deve maturare lo spirito giusto. A tre minuti dal riposo ci pensa Joaquin a rimettere la sfida in parità poi nella ripresa completa la rimonta Cuadrado. La Fiorentina chiude così il girone con cinque vittorie su sei e si catapulta nell'urna delle teste di serie. Si vede che Montella non trascura la coppa, e fa bene. Come mai prima d'oggi una squadra italiana non affrontava così la seconda competizione europea e vista la debacle in Champions non può far altro che piacere. Classifica finale Gruppo E: Fiorentina 16, Dnipro 12, Pacos 3, Pandurii 2.

STERILE LAZIO - Lazio sprecona. Serviva la vittoria per passare come primi e invece lo 0-0 contro il Trabzonspor è lo specchio perfetto del momento poco esaltante dei biancocelesti. Neanche la mossa Klose nell'ultimo quarto d'ora è servita per gonfiare la rete. I turchi, senza troppi patemi, hanno controllato e portato a casa un pari prezioso per consolidare il primato. Il cammino degli uomini di Petkovic in Europa non è da buttare perchè, seppur in un girone non difficilissimo, è arrivata la qualificazione e adesso, viste le difficoltà in campionato, perchè non tentare di arrivare in fondo? La premesse putroppo non sono un granchè quest'anno; serve cambiare passo al più presto e invertire la tendenza o diventerà difficile reggere l'urto di una testa di serie. La società e i tifosi lo chiedono e lo hanno dimostrato esplicitamente anche ieri con i soliti, assordanti, fischi dello stadio'Olimpico'. Classifica finale Gruppo J: Trbzonspor 14, Lazio 12, Limassol 4, Legia 3.

DAGLI ALTRI CAMPI - Assegnati gli ultimi sei posti per i sedicesimi di finale: Chornomorets Odessa, Dynamo Kiev, Maccabi Tel-Aviv, Maribor, Slovan Liberec e Swansea. La più grossa sorpresa arriva dall'Olanda: cade in casa il Psv Eindhoven che deve dire addio all'Europa a spese del Chornomorets, una delle rivelazioni della competizione; decide la rete di Dja Djedje. Lo Slovan si va a prendere la qualificazione in Portogallo sul campo dell'Estoril. A segno Sural e Rabusic. Conquista il primato del Girone I il Lione vittorioso in rimonta sul campo di un Guimaraes già eliminato ma battagliero, con il rigore di Gomis e ela rete di Ferri. Non basta il pari al 93' (2-2) al Paok per strappare la qualificazione all'Az alkmaar che in Grecia tiene bene le offensive della formazione di Stevens: promosse entrambe. Il Siviglia non fa sconti e va a vincere anche sul campo del Friburgo che, in virtù del successo dello Slovan, dice addio ai sedicesimi. Stessa identica sorte per lo Zulte, sconfitto in casa 0-2 dal Rubin (imbattuto) e fuori nel Gruppo D a discapito del Maribor (di misura nel match spareggio sul Wigan). Sei su sei per il Salisburgo che asfalta 3-0 l'Esbjerg: entrambe erano già qualificate. Pur perdendo sul campo del San Gallo lo Swansea passa ugualmente grazie al pari di un Kuban sfortunato e sprecone che sfiora l'impresa sul campo del Valencia (1-1). In cerca del successo per il primo posto il Betis Siviglia non va oltre lo 0-0 casalingo contro il Rijeka. Soffre ma poi festeggia la Dinamo Kiev proprio ai danni del Rapid Vienna che prima passa poi viene rimontata dalle reti di Lens, Gusev e Veloso su punizione.

FOCUS SU... E' uno degli uomini da tenere d'occhio nel Salisburgo, che con sei vittorie su sei si candida tra le favorite del torneo. Sadio Mané ha realizzato contro l'Esbjerg la sua prima doppieta europea, terza rete nella competizione. Il senegalese classe 1992 arrivato, nell'estate 2012 dal Metz, è un centrocampista offensivo che può ricoprire tutti i ruoli dell'attacco. Ha grande facilità di corsa e di inserimento e lo dimostrano gli otto gol nel campionato austriaco. E' giovane ed ha ancora molti margini di miglioramente soprattutto dal punto di vista tattico.

TUTTI I RISULTATI DEL POMERIGGIO E LE CLASSIFICHE DOPO LA SESTA GIORNATA DI EUROPA LEAGUE

TUTTI I RISULTATI DELLA SERA E LE CLASSIFICHE DOPO LA SESTA GIORNATA DI EUROPA LEAGUE




Commenta con Facebook