• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-AJAX

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-AJAX

Montolivo e Webb fanno soffrire il Milan che alla fine raggiunge a fatica l'obiettivo qualificazione


Milan-Ajax (Getty Images)
Valerio Pantone

12/12/2013 00:31

PAGELLE E TABELLINO MILAN-AJAX/ MILANO – Il Milan soffre ma alla fine ferma l’Ajax sullo 0-0 ed ottiene la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League. L’espulsione di Montolivo complica i piani dei rossoneri che si aggrappano ad Abbiati e ad un sontuoso De Sciglio. Bene anche Balotelli, in versione uomo-squadra, bocciato invece, insieme a Montolivo, Kakà, molto spesso avulso dal gioco. Nei lancieri, automaticamente retrocessi in Europa League, da sottolineare le prestazioni di Klaassen, Schone e Van Rhijn. Ancora protagonista in negativo con una squadra italiana, invece, il solito Poulsen.

 

MILAN

Abbiati 7 – Fortunato dopo pochi minuti in occasione del palo di Poulsen, da quel momento in poi si fa trovare pronto ogni qualvolta l’Ajax riesce a centrare lo specchio della porta, nonostante un problema muscolare che gli condiziona gran parte della partita.

De Sciglio 7 – Torna dopo l’infortunio a prendersi la fascia di sua competenza sfornando una prestazione sontuosa soprattutto in fase difensiva. Generoso anche nella metà campo avversaria, risulta spesso l’uomo in più a centrocampo con le sue progressioni offensive.

Zapata 5,5 – Un po’ compassato nei disimpegni, fa spesso correre qualche brivido di troppo al pubblico del Meazza che, considerata la posta in palio, non ne ha bisogno. 

Bonera 6,5 – Non sbaglia praticamente nulla, guidando con sicurezza tutto il reparto arretrato. Qualche errore di troppo nell’impostazione ma non è un compito che spetta a lui.

Constant 6 – Attento in fase di copertura, cerca raramente di proporsi in avanti ma senza troppa convinzione.   

Montolivo 4 – Webb avrà utilizzato anche un metro di giudizio piuttosto severo, ma un giocatore esperto come lui non può commettere un’ingenuità di questo tipo. Una cosa però è certa: Poulsen è riuscito a far innervosire anche un ragazzo tranquillo come lui.  

De Jong 6 – La sua grinta in mezzo al campo diventa una medicina essenziale per una gara di sofferenza come quella che si presenta al Milan dopo l’espulsione di Montolivo. Peccato che non sempre riesce ad impreziosire la sua interdizione con intuizioni degne di un regista.    

Muntari 6 – Si sacrifica molto nella fase di interdizione, e così quasi per inerzia deve rinunciare alle ripartenze.     

Kakà 5 – Nei primi venti minuti prova a trovare la posizione giusta in campo. Con l’espulsione di Montolivo, poi, fatica a proporre azioni degne di nota anche perché servito male dai compagni di squadra. Dal 80’ Mexes s.v.

El Shaarawy 6 – Prova un paio di scambi interessanti con Balotelli, ma complice l’espulsione di Montolivo, Allegri è costretto a richiamarlo in panchina prima del previsto. Sfortunato. Dal 24’ Poli 5,5 – Molto utile alla causa nella copertura del campo, fatica molto nel far ripartire l’azione del Milan sbagliando qualche passaggio di troppo.

Balotelli 6,5 – Si sacrifica, lotta e se necessario veste i panni anche del difensore. Nuova veste per Super Mario che viste le difficoltà del Milan si mette al servizio della squadra, anche eccedendo a volte in qualche nervosismo di troppo. 

All. Allegri 5,5 – Obiettivo raggiunto, ma quanta fatica. D’accordo l’inferiorità numerica per l’ingenuità di Montolivo, ma il Milan doveva e poteva fare di più. In compenso, molto bene la fase difensiva, attraverso il sacrificio ed il lavoro di squadra. Questa qualificazione può essere un’ottima iniezione di fiducia per il proseguo della stagione.

 

AJAX

Cillesen 6 – Molto reattivo nelle uscite alte, viene raramente chiamato in causa dagli attaccanti rossoneri.

Van Rhijn 6,5 – Concede poco a Kakà quando si avvicina dalle sue parti e con le sue discese costringe spesso Muntari al ripiegamento difensivo. Il terzino olandese si conferma in prospettiva un giocatore molto interessante.       

Moisander 5,5 – Si prende a volte qualche lusso di troppo, ma alla fine vista la poca consistenza dell’attacco del Milan se la cava in qualche modo.  

Denswil 6,5 – Molto attento in copertura, difficilmente si fa trovare fuori posizione. 

Blind 6 – Retrocesso sulla corsia sinistra difensiva, in realtà il suo ruolo naturale, si dimostra poco efficace nella trequarti offensiva. Nel secondo tempo si becca spesso con Balotelli e la sua performance ne risente. 

Klaassen 6,5 – Sempre nel vivo della manovra, si trova molto a suo agio nel fraseggio breve cercando all’occorrenza l’inserimento vincente alle spalle degli attaccanti. Le chance più pericolose dei lancieri, infatti, provengono sempre dai suoi piedi.

Poulsen 5 – Pronti via e dopo appena quattro minuti prova a farsi rimpiangere dal calcio italiano con un colpo di testa che centra il palo interno. Dopo aver subito il brutto fallo da Montolivo, diventa il bersaglio dei tifosi rossoneri che lo fischiano anche per i suoi comportamenti irriverenti che l’arbitro non punisce. Insomma, il solito irritante Poulsen. Dal 45’ Hoesen 6 – Punto di riferimento centrale dell’attacco, gioca molto di sponda per gli inserimenti dei centrocampisti ma difficilmente si fa apprezzare per qualche conclusione in porta.  

Serero 5,5 – Svaria molto su tutta la trequarti offensiva, combinando bene nel palleggio con il tridente d’attacco. Troppo lezioso però e poco concreto negli ultimi venti metri. Dal 80’ Van der Hoom s.v. 

Schone 6,5 – Inizialmente ala destra nel 4-3-3 disegnato da De Boer, viene fuori alla distanza quando il tecnico olandese lo arretra in posizione di regista. In possesso di una tecnica cristallina, gli manca ancora la determinazione e la personalità del grande giocatore.   

Bojan 5 – A suo agio nel gioco tutto a palla a terra della squadra, torna nel suo vecchio stadio con la voglia di farsi rimpiangere dal Milan e da tutto il calcio italiano. Il risultato è però insufficiente. Dal 72’ Sigthorsson 6 – Prova ad allargare negli ultimi minuti la difesa milanista, ma il suo tentativo risulta vano.

Fischer 5,5 – Quello che doveva essere il pericolo numero uno dei rossoneri, viene ridimensionato da un super De Sciglio che praticamente annulla gran parte dei suoi tentativi. Il talento c’è, ma deve ancora maturare.

All. F. De Boer 6,5 – L’Ajax esce a testa altissima dalla Champions League e dalla scala del calcio del Meazza. Dopo aver battuto il Barcellona, i lancieri sfiorano l’impresa contro il Milan sfornando una prestazione brillante e di personalità. E’ mancata soltanto il gol, e forse un po’ di cattiveria in più sotto porta. Il futuro però è tutto dalla loro parte.

Arbitro Webb 5 – Doveva essere una garanzia per una classica del calcio europeo, ed invece, il fischietto inglese sembra far di tutto per complicarsi la vita. Corretta a termine di regolamento l’espulsione di Montolivo per il brutto fallo su Poulsen, ma probabilmente troppo severa rispetto al resto della direzione. Grazia, infatti, in più di una circostanza lo stesso centrocampista danese e diversi giocatori dell’Ajax, facendo indispettire giustamente i rossoneri. Se avesse mantenuto lo stesso metro di giudizio, allora sì che sarebbe stato un arbitro all’altezza.

 

TABELLINO 

MILAN-AJAX 0-0

MILAN (4-3-2-1): Abbiati; De Sciglio, Zapata, Bonera, Constant; Montolivo, De Jong, Muntari; Kakà (dal 80’ Mexes), El Shaarawy (dal 24’ Poli); Balotelli. A disposizione: Coppola, Zaccardo, Nocerino, Matri, Pazzini. All.: Allegri.

AJAX (4-3-3): Cillessen; Van Rhijn, Denswil, Moisander, Blind; Klaassen, Poulsen (dal 45’ Hoesen), Serero (dal 80’ Van der Hoom); Schone, Bojan (dal 72’ Sigthorsson), Fischer. A disposizione: Vermeer, Ligeons, Andersen, De Sa. All.: De Boer.

Arbitro:  Howard Webb (ENG)

Ammoniti: 63’ Blind (A), 71’ Balotelli (M), 82’ De Jong (M), 95’ Muntari (M)

Espulsi: 22’ Montolivo (M)




Commenta con Facebook