• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI MARSIGLIA-BORUSSIA DORTMUND

PAGELLE E TABELLINO DI MARSIGLIA-BORUSSIA DORTMUND

Grosskreutz fa la differenza e il Dortmund accede agli ottavi di Champions, male Weidenfeller. Nei francesi un ingenuo Peyet condiziona la gara


Marsiglia-Borussia Dortmund (Getty Images)
Mirko Collacchi

11/12/2013 23:53

PAGELLE TABELLINO MARSIGLIA BORUSSIA DORTMUND / MARSIGLIA - Al 'Vèlodrome' di Marsiglia va in scena una partita molto frizzante, i francesi giocano a testa alta per onorare la competizione, sforzi tuttavia vanificati da un’ingenuo Peyet. Nei tedeschi l’errore di Weidenfeller poteva costare caro, Grosskreutz salva i tedeschi. 

 

MARSIGLIA

Mandanda 6,5 – Appena tre minuti e si trova subito di fronte Lewandoski che lo batte con freddezza,  compie un’ autentico miracolo al 56’ quando sulla linea salva il risultato, non riesce a ripetersi in occasione del 2-1 toccando solamente la palla. 

Mendy 5,5 – Bravo nel leggere le azioni di attacco tedesche, soffre la velocità di Grosskreutz.

Mendes 5 – Pronti via e si fa subito superare da Lewandoski che non sbaglia e realizza il gol dell’1-0, in apnea costante. Dal 45’ Abdallah 6 – Gioca senza troppi complimenti nei confronti degli avversari mettendoci il fisico.

Diawara 6 – Realizza a porta sguarnita il gol del pareggio nonché il suo primo gol in Champions, un po’ troppo rude in alcuni interventi difensivi, clamoroso l’errore al 67’ quando con un retropassaggio sbagliato manda in porta Lewandoski.

Fanni 5,5 – Molto propositivo sulla fascia destra dove si sovrappone con costanza, in fase difensiva soffre la velocità avversaria.

Payet 5 –  Croce e delizia della sua squadra quest’oggi. Gioca benissimo fino alla mezz’ora pennellando un bellissimo cross da cui nasce l’azione dell’ 1-1 e mettendo in difficoltà la squadra tedesca con la sua tecnica. Poi il black-out, prima si fa ammonire e due minuti dopo per un’ingenua simulazione in area riceve il secondo giallo, rovinando la sua partita e quella della sua squadra.

Cheyrou 6 – E’ uno dei pochi nella ripresa che non si limita a lanciare palla in avanti ma prova a impostare il gioco.

Lemina 6 – Si piazza sempre più davanti la difesa col passare dei minuti, finendo per fare quasi il difensore aggiunto.

Thauvin 6,5 – Lotta col coltello tra i denti contro la retroguardia avversaria, finisce in debito d’ossigeno nella ripresa finendo per essere sostituito. Dal 78’ Imbula sv.

Khalifa 5,5 – Colpisce la traversa nell’azione del pareggio, svolge bene il compito di regista avanzato, sparisce dalla partita col passare dei minuti.

Cignac 6 – Da profondità alla sua squadra scattando spesso sulla linea del fuorigioco, male nel difendere la palla dove perde molti contrasti. Nella ripresa complice l’inferiorità numerica è isolato in avanti non riuscendo a far salire la sua squadra.

All. Josè Anigo 6,5 – La sua squadra gioca una bella partita nonostante l’inferiorità numerica per quasi un’ora. I suoi ragazzi onorano la competizione uscendo a testa alta.

 

BORUSSIA DORMUND 

Weidenfeller 5 – Esce in modo maldestro in occasione del pareggio francese, un errore che poteva costare la qualificazione.

Grosskreutz 7 – Solita prestazione di grande corsa e quantità sull’ out destro dove con Blaszckowski danno molti problemi ai francesi. Segna il gol della qualificazione a soli quattro minuti dalla fine beffando Mandanda.

Sarr 6 – Attento e concentrato non commette particolari sbavature.

Papastathopoulos 6 – Si da molto da fare nel chiudere tutti gli spazi e nel rincorrere gli avversari.

Durm 6 – Bellissimo il lancio con cui manda Lewandoski in gol, dimostra  buone qualità.

Sahin 6,5 – Si propone spesso come regista basso dettando i tempi per i passaggi sempre con molta lucidità.

Kehl 6 – Si nota nei calci d’angolo a favore della sua squadra per la sua pericolosità di testa, per il resto svolge il suo compitino nulla più. Dal 77’ Piszczek sv.

Reus 6,5 – Sulla sua fascia non si gioca molto nella prima frazione di gara, cerca di salire in cattedra col passare dei minuti, coglie un palo al 57’. 

Blaszcykowski 6 – Un pò impreciso in alcuni passaggi, offre una prestazione molto generosa aiutando i compagni in avanti. Dal 65’ Hoffman 5,5 – Sicuramente meno offensivo di Blaszcykowski, si posiziona a destra non creando grossi patemi ai marsigliesi.

Mkhitaryan 6 – Nella prima frazione di gara appare in affanno sbagliando anche le giocate più semplici, molto meglio nella ripresa quando prova a impostare le azioni di gioco offensive.

Lewandoski 6,5 – Segna alla prima occasione utile andando via di fisico a Mendes e trafiggendo con freddezza Mandanda. Si allarga spesso a destra cercando di crossare per i compagni di squadra. Incredibile il gol che sbaglia al 67’ quando a porta vuota calcia fuori.

All. Jurgen Klopp 6,5 – Un grande allenatore si vede nei momenti difficili e di certo oggi le difficoltà ci sono state, è stato bravo a saper spronare i suoi ragazzi fino alla fine.

 

Arbitro Strahonja 6,5 – Qualche dubbio sul gol di Diawara per un possibile fuorigioco, è bravissimo nel vedere la simulazione di Payet e ad applicare il regolamento espellendo il giocatore per somma di cartellini gialli.

 

TABELLINO

MARSIGLIA – BORUSSIA DORTMUND  1 - 2

Marsiglia (4-2-3-1) : Mandanda, Mendy, Mendes (45’ Abdallah), Diawara, Fanni, Payet, Cheyrou, Lemina, Thauvin (78’Imbula), Khalifa, Gignac. All. Josè Anigo.

Borussia Dortmund (4-2-3-1) : Weidenfeller, Grosskreutz, Sarr, Papastathopoulos, Durm, Sahin, Kehl (77’ Piszczek), Reus, Blaszczykowski (65’ Hoffman), Mkhitaryan, Lewandoski. All. Jurgen Klopp. 

Arbitro: Strahonja (CRO).

Marcatori: 3’ Lewandoski (B), 13’ Diawara (M), 86’ Grosskreutz (B).

Ammoniti: 32’ Payet (M), 34’ Payet (M), 70’ Gignac (D), 92’ Sarr (B).

Espulsi: 34’ Payet (M).




Commenta con Facebook