• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > LA MOVIOLA DI CM.IT: Manfredini non meritava il secondo giallo, gol di Fernandes viziato da un fallo

LA MOVIOLA DI CM.IT: Manfredini non meritava il secondo giallo, gol di Fernandes viziato da un fallo

Giacomelli punisce ingiustamente il giocatore del Genoa. Gervasoni non vede l'intervento irregolare di Allan su Inler


Andrea Gervasoni (Getty Images)
Emiliano Forte

09/12/2013 08:40

MOVIOLA MANFREDINI FERNANDES / MILANO - Week-end piuttosto movimentato per i fischietti impegnati sui campi della Serie A. Molte polemiche a Cagliari, dove il secondo giallo all'indirizzo di Manfredini scatena le proteste del Genoa nei confronti di Giacomelli. Grossi dubbi anche sull'azione che porta al secondo gol dell'Udinese firmato da Fernandes: nell'azione Allan commette un'irregolarità su Inler. In Bologna-Juventus, Mazzoleni grazia il bianconero Peluso già ammonito in precedenza. Errore di valutazione anche per De Marco nella gara tra Verona e Atalanta quando, proprio nel concitato finale, assegna un penalty per un contatto tra Cazzola e Cacia che avviene fuori area.  

 

BOLOGNA-JUVENTUS 0-2, arbitro Mazzoleni 6 – Direzione attenta e puntale ma non esente da sbavature. Da rivedere il mani di Vucinic in area bianconera nel corso del minuto 35 quando contende la palla al bolognese Kone. Meritava il secondo giallo l'intervento falloso di Peluso su Diamanti.

LIVORNO-MILAN 2-2, arbitro Guida 5,5 – Gara piuttosto ruvida con l'arbitro che, soprattutto nella prima frazione, ha lasciato correre un po troppo. Dubbi su un contatto in area amaranto tra Lambrughi e Niang con il giocatore del Livorno che trattiene l'attaccante francese. Rigore che ci poteva stare anche se il rossonero accentua troppo la caduta. Non segnalato, inoltre, un fallo di Ceccherini su Balotelli; ci stava il calcio di punizione da buona posizione.

NAPOLI-UDINESE 3-3, arbitro Gervasoni 5 – La prova del fischietto di Mantova sarebbe da sufficienza piena ma nella ripresa commette un paio di sviste che poi risulteranno decisive sull'andamento della gara. La più evidente in occasione del 2-2 dell'Udinese firmato da Fernandes; gol viziato da un fallo di Allan su Inler. L'intervento da ultimo uomo di Maggio su Maicosuel è sul pallone ma il giocatore azzurro un attimo prima trattiene l'avversario con Gervasoni che non interviene.

ROMA-FIORENTINA 2-1, arbitro Orsato 7 – Arbitraggio impeccabile per tutto l'arco della gara. Puntuali e ineccepibili i cartellini distribuiti da Orsato.

SAMPDORIA-CATANIA 2-0, arbitro Celi 6,5 – Un solo episodio da rivedere; si tratta del contatto Gyomber-Eder nei pressi dell'area di rigore etnea. Ci poteva stare il penalty.

SASSUOLO-CHIEVO 0-1, arbitro Massa 6 – Inizio difficile per l'arbitro che dopo 8' di gara sbaglia nel fermare Thereau lanciato verso la porta difesa da Pegolo. La posizione del giocatore  clivense era regolare visto che era tenuto in gioco da Acerbi. Da quel momento in poi Massa dirige con precisione e personalità senza commettere errori.

CAGLIARI-GENOA 2-1, arbitro Giacomelli 5 – Quantomeno discutibile l'espulsione di Manfredini che finisce col condizionare la gara della formazione ospite. Nell'azione incriminata il giocatore genoano tenta di liberarsi da una trattenuta di Conti che si ripete anche dopo il richiamo di Giacomelli. Al secondo intervento dell'arbitro arriva il giallo per entrambi che costa l'espulsione a Manfredini. Un giallo che come dimostrano le immagini risulta eccessivo e troppo severo.

VERONA-ATALANTA 2-1, arbitro De Marco 5,5 – Nel finale Cazzola interviene fallosamente su Cacia commettendo fallo da ultimo uomo. Il rosso è netto ma andava concesso un calcio di punizione e non il tiro dal dischetto visto che la scorrettezza avviene fuori area. Errore che incide pesantemente sul risultato finale.

TORINO-LAZIO 1-0, arbitro Tagliavento 5,5 – Alcuni errori di valutazione finiscono coll'innervosire i giocatori di entrambe le squadre. Particolarmente stizzito Cerci per il trattamento riservatogli in alcuni frangenti dai giocatori biancocelesti. Tagliavento dal canto suo sanziona con il giallo le proteste prolungate dell'attaccante granata sorvolando su contatti al limite che in effetti richiedevano il suo intervento.

INTER-PARMA 3-3, arbitro Valeri 6,5 – Il direttore di gara controlla senza affanni un match sostanzialmente corretto e privo di situazioni particolarmente difficili.




Commenta con Facebook