• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI TORINO-LAZIO

PAGELLE E TABELLINO DI TORINO-LAZIO

Glik affonda la Lazio. Non basta la reazione della squadra di Petkovic, ora a rischio esonero


Torino-Lazio (Getty Images)
Valerio Pantone

08/12/2013 18:59

PAGELLE TABELLINO TORINO LAZIO / TORINO - La Lazio cade anche a Torino e rimane così a soli quattro punti di vantaggio sul quart’ultimo posto in classifica. Avvio shock dei biancocelesti che si ritrovano sotto grazie al gol di Glik, dopo una clamorosa dormita difensiva. Nella ripresa non basta l’ingresso in campo di Keita, il migliore tra i biancocelesti, per agguantare almeno il pareggio. Male ancora una volta Hernanes, Onazi e Perea. Tra i granata, invece, belli solo per un tempo, da sottolineare la prestazione di D’ambrosio e di tutto il reparto arretrato compreso il portiere. Un po’ in ombra la coppia Cerci-Immobile.

 

TORINO

Padelli 6,5 – Inizialmente sbaglia qualche rinvio di troppo rimediando giustamente anche qualche fischio del suo pubblico. Poi però si riscatta alla grande salvando la porta granata in almeno tre circostanze.

Darmian 6,5 – Molto attento ed ordinato nel coprire la sua zona di competenza.   

Glik 6,5 – Comanda con autorevolezza il pacchetto arretrato granata, confermandosi letale sulle palle da fermo come dimostra la rete che permette alla squadra di Ventura di aggiudicarsi l’incontro. 

Moretti 6,5 – Concentrato ed abile a leggere le situazioni più pericolose, concede pochissimo agli attaccanti biancocelesti. 

D’Ambrosio 7 – Richiamato in campo all’ultimo minuto da Ventura a causa del forfait di El Kaddouri, non fa mai mancare il suo apporto sulla fascia destra sia in fase difensiva che offensiva, rispondendo alla grande alle polemiche sul mancato rinnovo del contratto. Il migliore. 

Basha 6 – Lotta con gran vigore in mezzo al campo, occupandosi quasi esclusivamente della fase di interdizione. Dal 68’ Brighi 6 – Cerca di far da diga davanti alla difesa, ma la squadra è troppo arroccata dietro e lui prova a fare quello che può.

Vives 6 – Interpreta intelligentemente il ruolo di regista basso, vanificando bene il pressing alto tentato occasionalmente dalla Lazio. Cala fisicamente nel secondo tempo.

Farnerud 6,5 – Si conferma una delle note positive della stagione del Toro. Molto utile in fase di contenimento, si rende spesso pericoloso con diversi inserimenti improvvisi. Dal 81’ Masiello s.v.

Pasquale 6Spinge molto nella prima frazione quando i granata giocano una partita più propositiva. Si vede di meno nella ripresa, a causa del ritorno veemente della Lazio. Un po’ come tutto il Torino.

Cerci 5,5 – Ha voglia di mettersi in mostra nella partita che per lui, ex giallorosso, rappresenta quasi un derby. Incontenibile come sempre in velocità, manca di lucidità rispetto al solito sotto porta. Nel finale infatti sbaglia da due passi il gol del possibile raddoppio.

Immobile 5 – Viene spesso bloccato dalla forza fisica dei due centrali difensivi biancocelesti, faticando a farsi trovare libero sulle verticalizzazioni. Una forte contusione poi lo costringe ad abbandonare il campo ad inizio ripresa. Dal 53’ Meggiorini 5,5 – Ha poche occasione per lasciare il segno sulla partita, anche perché il Toro gioca praticamente tutta la ripresa nella propria metà campo.

All. Ventura 6,5 – Festeggia la sua centesima panchina in Serie A ottenendo tre punti fondamentali per il proseguo del campionato. Una vittoria sofferta che probabilmente in altre circostanze non sarebbe arrivata. D’accordo l’assenza in extremis di El Kaddouri, ma dopo un buon primo tempo il Toro ha pensato troppo a difendere il risultato nella ripresa, e questo non è da squadra di Ventura.

 

LAZIO

Marchetti 6 – Praticamente inoperoso per lunghi tratti, non può nulla sul gol decisivo di Glik. 

Konko 5,5 Lento e compassato in fase di spinta, disputa una gara sottotono partecipando all’iniziale black-out di tutta la squadra che alla fine costa la sconfitta.  

Cana 5,5 – Non commette particolari sbavature, ma non riesce a limitare nel primo tempo le tante sbandate della sua difesa. 

Dias 6 – Non ancora al meglio della condizione, ricorre a tutta la sua esperienza per fronteggiare la rapidità degli attaccanti torinesi. 

Pereirinha 5,5 – La presenza di Cerci lo mette spesso in difficoltà soprattutto nelle rapide ripartenze del Torino. Rimedia in un paio di chiusura difensive, ma dopo il primo tempo è costretto a rimanere negli spogliatoi per un problema muscolare. Dal 45’ Keita 6,5 – Questa Lazio non può fare a meno di lui e lo dimostra anche oggi dopo appena pochi minuti. Il suo ingresso in campo imprime un’altra velocità agli attacchi biancocelesti. Il ragazzo merita senza dubbio una chance dal primo minuto.

Biglia 5,5 – Inizialmente fatica a dettare i tempi della manovra. Dopo un gran tiro dalla distanza, prende coraggio alzando il baricentro della squadra: ciò però non basta per guadagnarsi almeno la sufficienza. Dal 62’ Floccari 5,5 – Prova a dare peso all’attacco laziale. Dopo una bella conclusione a giro, non riesce ad essere incisivo sotto porta anche per merito della retroguardia granata.

Candreva 5,5 – Cerca di reagire al rimprovero in settimana del presidente Lotito fornendo una prova generosa: dal punto di vista tecnico però non è ancora la brillante ala destra ammirata nella Confederations Cup dello scorso giugno. 

Onazi 5 – Anche lui un altro giocatore rispetto allo scorso anno. Poco dinamico in mezzo al campo, raramente intraprendente 

Hernanes 5 – Un’altra partita da dimenticare quella del fantasista brasiliano. Troppo prevedibile sui calci piazzati, praticamente inconsistente nella rifinitura dell’azione, eccezion fatta per un tiro da fuori area che lambisce la parte alta della traversa. Dal 74’ Ederson 6 – Tenta l’acuto nel forcing finale dei biancocelesti, ma il tempo a sua disposizione è troppo breve.

Lulic 6 – E’ uno dei pochi a darsi da fare nel primo tempo, specie in fase difensiva. Negli ultimi venti metri si ostina a volte a cercare la soluzione personale che però si infrange spesso sul muro avversario.

Perea 5 – Colpevole in occasione del gol d Glik, quando si perde clamorosamente la marcatura di D’Ambrosio, cerca spesso di favorire gli inserimenti dei centrocampisti ma con scarsi risultati. Errori che ad un ragazzo di vent’anni, alla prima stagione in Serie A, possono essere concessi. 

All. Petkovic 4,5 – Secondo sconfitta di fila per i biancocelesti, l’ennesima in trasferta. La classifica ora comincia a diventare preoccupante. Il tecnico di Sarajevo sbaglia probabilmente la formazione di partenza, come dimostra la reazione nella ripresa della squadra. La difesa sbanda, il centrocampo non è quello dell’anno scorso ed in attacco manca Klose. Se poi il più in forma di tutti, Keita, entra dalla panchina…

Arbitro Tagliavento 5,5 – Direzione di gara non impeccabile quella del fischietto di Terni. La partita è corretta e combattuta, ma alcuni errori di valutazione durante il gioco rischiano di innervosirla. Al 55esimo, ad esempio, l’arbitro non punisce un fallo di Dias su Cerci, ammonendo per proteste l’attaccante granata. Nonostante questo, non sono da registrare episodi dubbi sia per l’una che per l’altra squadra.

 

TABELLINO 

TORINO-LAZIO 1-0

TORINO (3-5-2): Padelli; Darmian, Glik, Moretti; D’Ambrosio, Basha (dal 68’ Brighi), Vives, Farnerud (dal 81’ Masiello), Pasquale; Cerci, Immobile (dal 53’ Meggiorini). A disposizione: Berni, Gomis, Maksimovic, Rodriguez, Scaglia, Bellomo, Gazzi, Barreto. All. Ventura

Pescara (4-3-3): Marchetti; Konko, Cana, Dias, Pereirinha (dal 45’ Keita); Biglia (dal 62’ Floccari); Candreva, Onazi, Hernanes (dal 74’ Ederson), Lulic; Perea. A disposizione: Berisha, Strakosha, Cavanda, Ciani, Biava, Novaretti, Vinìcius, Ledesma, Felipe Anderson. All. Petkovic

Arbitro: Paolo Tagliavento di Terni

Marcatori: 19’ Glik (T)

Ammoniti: 18’ Biglia (L), 35’ Perea (L), 47’ Basha (T), 55’ Cerci (T), 78’ Glik (T)




Commenta con Facebook