• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > VIDEO CM.IT - 'Hall of Fame', Capello: "Ecco le mie favorite per il Mondiale"

VIDEO CM.IT - 'Hall of Fame', Capello: "Ecco le mie favorite per il Mondiale"

Il ct della Russia ha parlato nel pomeriggio di gala a Firenze alla presenza dei microfoni di Calciomercato.it


1 di 2
Prandelli premia Capello (cm.it)
Palazzo Vecchio (cm.it)
dall'inviato Jonathan Terreni

03/12/2013 00:21

HALL OF FAME FIRENZE / FIRENZE - A margine della premiazione per la 'Hall of Fame del calcio italiano' tenutasi quest'oggi a Palazzo Vecchio di Firenze, il ct della nazionale russa, Fabio Capello, ha parlato del Milan e del Mondiale che verrà, alla presenza tra gli altri, anche dei microfoni di Calciomercato.it:

MOMENTO MILAN - "Sono sicuro che il Milan saprà risollevarsi e fare le scelte migliori all'interno del club. In questi ultimi anni sono sempre partiti piano per poi uscire nella seconda parte di stagione. Con un Kakà che sembra quello dei tempi migliori e un Balotelli ritrovato penso che la qualità non manchi. C'è tempo e spazio per poter risollevare la stagione". 

VERSO IL BRASILE - "Chi sono le favorite? Beh sarà certamente un Mondiale molto duro ed equilibrato, con squadre ben organizzate e talenti ovunque. C'è da tenere d'occhio il Brasile perchè gioca in casa e avrà una spinta in più. Poi la solita Germania che arriva sempre in fondo ed è una delle squadre più toste ed equilibrate. Ovviamente la Spagna, l'Olanda e poi chissà. L'Italia può far bene come sempre soprattutto se parte a fari spenti. Prandelli ha fatto un ottimo lavoro dando gioco e certezze. Russia? Vedremo".

BAMBINI E STADIO - "L'iniziativa della Juventus di portare allo stadio i bambini è stata lodevole ma bisogna gestire meglio queste situazioni. Non è bello sentire quei cori dalle voci dei più piccoli. Il problema sono l'insegnamento e l'educazione. Con loro c'erano degli accompagnatori e doveva essere compito loro dare ai piccoli il buon esempio. Sono cose che fanno riflettere".

CLICCA QUI PER LEGGERE IL RACCONTO DELLA GIORNATA DI FIRENZE 'HALL OF FAME 2013' CON LA NOSTRA ESCLUSIVA AL PRESIDENTE DELLA FIGC GIANCARLO ABETE.




Commenta con Facebook