• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-NAPOLI

PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-NAPOLI

Higuain decisivo, difesa laziale disastrosa. Ma quella azzurra in certi frangenti non e' da meno


Higuain e Pandev si dedicano il gol (Getty Images)
AntonioPapa (Twitter: @antoniopapapapa)

03/12/2013 00:21

PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-NAPOLI / ROMA - Un Napoli non perfetto ma almeno cinico e cattivo in fase offensiva riesce finalmente a ritrovare i tre punti, contro una Lazio in crisi sempre più nera. Prestazione da incubo per entrambe le difese, in avanti gli azzurri sono molto più incisivi e riescono a trovare la rete con facilità, grazie soprattutto ad un Higuaìn scatenato. 



LAZIO


Marchetti 5 - Non perfetto in uscita sul gol del vantaggio partenopeo, anche sugli altri gol è sicuramente approssimativo. Certo, la difesa non lo aiuta per nulla.

Konko 5,5 - Nel primo tempo forma un asse pericolosissimo con Candreva, poi cala alla distanza e finisce anche lui nel calderone degli insufficienti.

Ciani 5 - Era stato il meno peggio dei centrali, fin quando non decide poi di dare il colpo di grazia alla Lazio. Perde una palla stupida a metà campo e dà al duo Mertens-Callejon l'occasione di chiuderla. Male anche lui. 

Cana 4,5 - In ritardissimo sul gol di Higuaìn, il Pipita lo manda a spasso con una finta e poi si invola verso la rete. Figura barbina nell'uno contro uno. Ancora più imbarazzante sul gol che sancisce la doppietta dell'argentino. Da censura.

Radu 5 - Dalla sua parte si soffre molto più che dall'altro lato, insieme a Cana traballa pericolosamente. Ma si sa, il capitano affonda sempre con la nave. 

Biglia 5 - Piazzato 'alla scozzese' davanti alla difesa, a volte scala addirittura da libero, impostandosi come ultimo baluardo dei suoi. Quando si presenta il momento di difendere davvero, però, la toppa alla grande: va giù come un sacco di patate sull'azione che porta il Napoli nuovamente in vantaggio. Un errore che costa caro a Petkovic.  (Dal 37' st Onazi sv)

Candreva 6 - Piazzato largo a destra lascia sgroppare tutto il suo talento in una sfida senza storia contro Armero. Nel primo tempo è una furia, meno nella ripresa dove comunque resta fra i più pericolosi.

Gonzalez 5,5 - Un cross di Insigne che gli finisce sul braccio condiziona il resto della sua partita, giocata con una vistosa fasciatura. In mezzo al campo comunque fa il suo, pur senza lasciare troppo il segno. (Dal 16' st Floccari 5,5 - Mezz'ora per mettersi in mostra e recuperare terreno nelle gerarchie di Petkovic, ma non è certo una mezz'ora da ricordare).

Hernanes 5 - Disastroso, anche più dei compagni di reparto. Non incide mai, quando prende palla o la spreca o addirittura la scaraventa in tribuna, catalizzando il malcontento dei tifosi. Dove sei, Profeta?

Lulic 5 - Un'occasione nella ripresa, quando ha modo di sparare a rete ma finisce per colpire Reina. Per il resto si vede molto poco, limitandosi a contenere le scorribande di Maggio ed Insigne. Non certo la migliore delle prestazioni per lui. (Dal 25' st Keita 6,5 - Progressione devastante, tre uomini saltati con la scorribanda in orizzontale e missile sotto la traversa, imprendibile per Reina. Questo ragazzo farà parlare di sé, potete starne certi).

Perea 5,5 - Spizza, fa la sponda, prova anche la conclusione. Ma è troppo lezioso, in più di un'occasione potrebbe far male e invece si perde nei troppi ghirigori. In attesa della concretezza, ma non è tutto da buttare.

All. Petkovic 5 - Mala tempora currunt. Eloquentissima la protesta a fine partita della tifoseria, che non ne può più di una squadra rattoppata e in difficoltà perenne. Ma le colpe non sono di certo sue, che oltre ad inventarsi Cana difensore (con pessimi risultati) e sperimentare mille moduli non può fare.  

NAPOLI

Reina 6,5 - Diverse parate per tenere il Napoli in quota, al resto ci pensano gli attaccanti. Lui comunque ormai non ne toppa una: quando si perde limita i danni, quando si vince salva il risultato.

Maggio 6 - Si disimpegna bene su Lulic, dà una mano ad Insigne prima e a Callejon poi sulla destra. In lieve crescita rispetto alle scorse uscite.

Albiol 6 - Partita tormentata lì dietro, ma lo spagnolo non fa una grinza. Dalle sue parti non si passa, questo è ormai assodato. Ma forse lui più di tutti sta aspettando con ansia il mercato di gennaio.

Britos 5 - A Napoli c'è chi lo ha ribattezzato 'Brividos', e anche oggi l'uruguagio fa il possibile per dargli ragione: uno svarione sull'autorete di Behrami, poi un "contrasto" a togliere il pallone al compagno Inler, che a momenti manda la Lazio in porta. 

Armero 5 - Imbarazzante il confronto con Candreva su quella fascia: fa quasi tenerezza quando abbozza improbabili chiusure, a un certo punto regala all'avversario un'occasione d'oro scaraventandogli direttamente il pallone addosso. Approssimativo anche sul 2-3 di Keita. Un periodo da incubo per il colombiano, che sta per sancire il suo addio inglorioso alla maglia azzurra.

Behrami 5,5 - La sfortunata deviazione che vale il pareggio laziale è solo una macchiolina nera su una prestazione notevole, fatta del solito cuore a metà campo e di quegli anticipi da leone che ormai sono il suo marchio di fabbrica. Si lascia però scappare Keita sul gol che dà al Napoli un finale meno tranquillo del previsto.

Inler 5,5 - Quando non è in serata è praticamente come se non entrasse in campo. Molle nei contrasti, sconsiderato nei passaggi. I centrocampisti laziali lo accartocciano come un post-it.

Insigne 6 - Parte a destra, poi scala sulla corsia mancina per dare una mano ad Armero e in più di un'occasione toglie le castagne dal fuoco al compagno. In fase offensiva è un po' meno efficace, ma di certo non sfigura.

Pandev 7 - Si assicura odio imperituro da parte dei tifosi laziali con quell'esultanza provocatoria sul primo gol, lui che è un ex 'burrascoso'. La prestazione però è scintillante, con un gol e uno splendido assist per il 3-1. (Dal 28' st Dzemaili sv)

Callejòn 6,5 - E' un momento un po' così per lo spagnolo, non brillantissimo come ad inizio campionato ma neanche appannato come nelle ultime uscite. Però la chiude lui, con l'ottavo gol stagionale, il settimo in campionato. L'ideale per recuperare fiducia. (Dal 47' st Bariti sv)

Higuaìn 8 - A qualcuno sono bastate due partite storte per farlo passare da campionissimo a brocco in mezza giornata. Per fortuna l'argentino a pallone ci sa giocare eccome, e con una sola azione mette il bavaglio ai corvacci. Palla a metà campo, finta di corpo e sprint verso la rete concluso con un rasoterra all'angolino. Il secondo gol è soltanto il sigillo finale ad una partita da incorniciare. (Dal 40' st Mertens 6,5 - Il suo ingresso in campo non è mai banale, fossero anche i cinque minuti di stasera. Sradica il pallone dai piedi di Ciani e lancia Callejon per il gol del ko).

All. Benitez 6 - Vittoria preziosissima su un campo non facile, ma il gioco lascia ancora a desiderare. Lanci a scavalcare il centrocampo, passaggi sballati e quella drammatica assenza di solidità difensiva che sarà la sua croce fino a gennaio. Ma è in mezzo che la squadra non gira. Con prisa y con pausa si può anche vincere, ma non come dice lui. Conoscendolo, stasera sarà contento a metà.

 

Arbitro Bergonzi 6,5 - Vede bene sul gol annullato ad Higuaìn per fuorigioco di pochi centimetri, fischia bene in diverse occasioni un attimo ambigue. Direzione di gara convincente.

LAZIO-NAPOLI 2-4

Lazio (4-1-4-1): Marchetti; Konko, Ciani, Cana, Radu; Biglia (37' st Onazi); Candreva, Gonzalez (17' st Floccari), Hernanes, Lulic (25' st Keita); Perea. A disp.: Berisha, Strakosha, Dias, Novaretti, Cavanda, Ledesma, Pereirinha, Ederson, Felipe Anderson. All. Petkovic

Napoli (4-2-3-1): Reina; Maggio, Albiol, Britos, Armero; Inler, Behrami; Insigne, Pandev (29' st Dzemaili), Callejòn (45'+3 st Bariti); Higuain (40' st Mertens). A disposizione: Rafael, Colombo, Uvini, Reveillere, Fernandez, Cannavaro, Radosevic, Duvan. All. Benitez

Arbitro: Bergonzi

Marcatori: 24' Higuaìn (N), 25' aut. Behrami (L), 5' st Pandev (N), 25' st Higuaìn (N), 43' st Keita (L), 45' st Callejon (N)

Ammoniti: Ciani (L), Radu (L), Britos (N)




Commenta con Facebook