• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-VERONA

PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-VERONA

Borja Valero sugli scudi. Tra gli ospiti spicca la prestazione di Romulo


Borja Valero (Getty Images)
Simone Bennici

02/12/2013 22:22

 

PAGELLE E TABELLINO FIORENTINA-VERONA / FIRENZE (Italia) - Al 'Franchi' va in scena una partita spettacolare, un vero e prorio tiro al bersaglio terminato con la vittoria della squadra di casa. Per gli uomini di Montella non bene Neto, che prende due goal evitabilissimi. Per gli avversari a fasi alterne Iturbe, autore di un goal ma spentosi nella ripresa.

FIORENTINA

Neto 5 - Non impeccabile sui primi due goal, non può nulla sul terzo di Jorginho.

Tomovic 6,5 - Buon match in fase difensiva e ancor più in quella offensiva, dove sfiora ripetutamente il goal guadagnandosi un sacrosanto rigore.

G. Rodriguez 6,5 - Dalle sue parti non si passa, una vera e propria diga. Vicino al goal con un magistrale colpo di testa.

Savic 6 - Nessuna sbavatura, meritata sufficienza.

Cuadrado 6 - Nel secondo tempo recupera i kilometri corsi in meno nel primo. Non lo ferma nessuno.

B. Valero 7,5 - Due goal importanti dello spagnolo, che come dice Montella, "più gioca e più si allena". Se è davvero così, le giocherà tutte e 38 quest'anno. Sontuoso.

Ambrosini 6 - Nonostante la febbre, il suo lavoro a centrocampo è sempre di grande aiuto ai compagni.

Vecino 5 - Spaesato e mai nel vivo del gioco il giovane centrocampista argentino (dal 45' Fernandez 6 - Con un paio di tiri in porta si rende pericoloso come può).

Vargas 6,5 - Ogni volta che gioca segna, una grande soddisfazione per chi sarebbe dovuto andar via da Firenze quest'estate. Redivivo.

Rossi 6,5 - Corre tanto, scambia sempre con i compagni e segna il suo 12° goal in Serie A quest'anno. Sempre più capocannoniere del nostro campionato (dal 87' Ilicic s.v.).

Joaquin 5,5 - La qualità c'è, ed è indiscutibile, ma manca ancora di continuità (dal 73' Matos 5 - Si mangia un goal clamoroso a porta vuota che avrebbe risparmiato tanta sofferenza nel finale di gara).

All. Montella 6,5 - Il ritorno alla vittoria coincide con il ritorno a Firenze dell'amico ed ex compagno in giallorosso Batistuta, un caso? Forse, ma di sicuro c'è che se la viola gioca sempre così non ce n'è per nessuno. Difesa quadrata, buon palleggio a centrocampo,lucidità in attacco, ma in porta? Sicuramente a gennaio ne parlerà con Pradè per rimediare.

 

VERONA

Rafael 5 - Dei quattro goal subiti due gravano sulle sue spalle. Nel secondo tempo compie veri e propri miracoli, riscattandosi in parte.

Cacciatore 5,5 - Fa il possibile per contenere tutti quelli che passano da lui. A volte ci riesce, a volte no (dal 77' Martinho s.v. ).

Moras 5,5 - Poco convincente e mai deciso negli interventi.

Maietta 6 - Determinato e vigile.

Agostini 5 - Sempre costretto in difesa, non riesce a contenere i suoi diretti avversari (dal 85' Cacia s.v.).

Romulo 7 - Il goal dell'ex non manca mai, ed oggi è il suo. Corre tanto e ci crede fino all'ultimo. Senza dubbio il migliore tra gli uomini di Mandorlini.

Jorginho 6,5 - Cerca di dare ordine al centrocampo, se la cava come può. Regala 20' di speranza acciorcando il risutato sul 4-3.

Hallfredsson 5 - Autore di una prova sottotono (dal 64' Cirigliano 5 - Citato solo per il cambio).

Iturbe 6,5 - Una forza della natura, quando parte palla al piede è difficile fermarlo. Buono il primo tempo, ma sparisce nel secondo.

Toni 6 - Il ritorno a Firenze non è dei più dolci, vista la sconfitta, ma il suo gioco è sempre uno spettacolo per gli occhi.

Jankovic 4,5 - Cerca di cambiare ritmo più di una volta, ma finisce con l'esagerare sempre. Giusta l'espulsione per fallo di mano, che uccide le speranze di rimonta per i veneti.

All. Mandorlini 5,5 - Se la prende con Rafael per il colore della maglia, colore sfortunato ha detta sua, e non sbaglia di molto. Tralasciando la scaramanzia, tenta sempre di dare la scossa ai suoi anche con i cambi, che purtroppo non risultano per niente decisivi. Nel complesso non può essere insoddisatto della prova dei suoi, mai sconfitti fino alla fine.

Arbitro Doveri 6,5 - Gestisce benissimo un match a ritmo elevato. Uso dei cartellini moderato e mai banale, con sacrosanto rosso e conseguente rigore per l'intervento di Jankovic su Tomovic.

 

TABELLINO

FIORENTINA-HELLAS VERONA 4-3

Fiorentina (3-5-2): Neto; Tomovic, G.Rodriguez, Savic; Cuadrado, B.Valero, Pizarro, Vecino (Fernandez), Vargas; Rossi (Ilicic), Joaquin (Matos). All. Montella.

Hellas Verona (4-3-3): Rafael; Cacciatore (Martinho), Moras, Maietta, Agostini (Cacia); Romulo, Jorginho, Hallfredsson (Cirigliano); Iturbe, Toni, Jankovic. All. Mandorlini.

Arbitro: Doveri

Marcatori: 5' B. Valero (F), 6' Romulo (H), 13' Iturbe (H), 14' B. Valero (F), 43' vargas (F), 54' Rossi (F), 72' Jorginho (H)

Ammoniti: 15' Jankovic (H), 31' Ambrosini (F), 41' Romulo (H), 49' Fernandez (F), 75' Cacciatore (H)

Espulsi: 53' Jankovic (H)




Commenta con Facebook