• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA-ROMA

PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA-ROMA

Strootman decisivo, Florenzi opaco. Consigli attento, De Sanctis che errore!


Atalanta-Roma (Getty Images)
Samuele Perotti

01/12/2013 18:28

PAGELLE TABELLINO ATALANTA ROMA /BERGAMO - La Roma ottiene il quarto pareggio consecutivo in rimonta al termine di una prova opaca sotto il piano del gioco. Un’Atalanta determinata cede solo al calo fisico del finale. Garcia paga il clamoroso errore di De Sanctis e la prova opaca di Florenzi. Bradley è poco incisivo, Strootman segna e lotta su ogni palla. Gli ingressi di Ljajic e Pjanic cambiano il volto della partita. Bene Gervinho, soprattutto nella ripresa. Nell’Atalanta Consigli salva il risultato finché può, Cigarini è meno lucido del solito e il solo dinamismo di Moralez non può bastare. Brivio, realizza il secondo goal stagionale ed è sempre puntuale in difesa. Denis fa salire la squadra, mentre Bonaventura, al ritorno dopo l’infortunio muscolare, si sacrifica sulla fascia sinistra. 

 

ATALANTA

Consigli 7 – Si piega solo al tiro a botta sicura di Strootman. Prima però è miracoloso su Florenzi di testa e sul tiro da cui Ljajic riparte per servire l’assist all’olandese.

Scaloni 6 – Vista la moria di difensori neroazzurri è costretto a giocare nonostante qualche acciacco fisico. Lui si gestisce sapientemente e non commette errori. Dal 74’ Lucchini sv.

Cazzola 6,5 – Non è un difensore e lo si vede in alcuni movimenti pericolosi, con un pizzico di fortuna e un grande atletismo però è sempre attento e puntuale nelle chiusure.

Canini 6 – Meno sicuro e brillante del suo compagno di reparto. Soffre la velocità degli avversari ma si salva grazie all’esperienza e al posizionamento in campo.

Del Grosso 6 – Controlla agevolmente gli attaccanti giallorossi e le discese di Maicon, senza dimenticare di farsi vedere nella metà campo avversaria. Esce per uno stiramento alla coscia.  Dal 30’ Bonaventura 6 – Non incide mai in attacco ma fa tantissimo lavoro sporco, soprattutto quando Maicon spinge con la sua solita foga agonistica.  

Brienza 6,5 – Gettato a sorpresa nella mischia da Colantuono copre diligentemente tutta la fascia destra. Nel primo tempo solo il palo gli nega la gioia del primo goal stagionale. Dal 65’ Kone 6 – Entra e da solidità e velocità alla sua squadra. Impegna De Sanctis con un tiro da fuori.

Carmona 6,5 – Il lavoro sporco del centrocampo atalantino è tutto sulle sue spalle. Lui non solo recupera molti palloni ma li gestisce anche molto intelligentemente.

Cigarini 5,5 – La partita è maschia e proprio per questo lui soffre un po’ i pochi spazi disponibili. Nonostante questo si sacrifica molto e prova ad avviare le ripartenze dei suoi.

Brivio 6,5 – Si abbassa sulla linea difensiva per necessità e stupisce tutti per l’attenzione e la grinta con cui ricopre il ruolo di terzino. Trova il secondo goal consecutivo in casa grazie ad un pizzico di fortuna. Nel finale perde lucidità e soffre la spinta di Maicon. 

Moralez 6,5 – Svaria su tutto il fronte d’attacco e con la sua dinamicità crea scompiglio nella retroguardia avversaria. Sempre pronto a sacrificarsi anche in fase difensiva.

Denis  6,5 – Unico punta lotta tutta la partita in mezzo ai due difensori centrali della Roma. Spesso e volentieri gioca spalle alla porta e fa salire la squadra. Si guadagna la punizione che decide il match. 

All. Colantuono 6,5 – Nonostante l’Atalanta continui a perdere pezzi, lui ha il merito di mettere in campo sempre una squadra determinata e ordinata.

 

ROMA

De Sanctis 4,5 – La barriera che si alza e il rimbalzo fasullo sono attenuanti ma lui di certo non è reattivo sulla punizione di Brivio. 

Maicon 6 – Per un ora gioca in modo blando, senza mai spingere sull’acceleratore. Nel finale gioca costantemente oltre il centrocampo e pur essendo impreciso in alcuni frangenti va molto spesso al cross.

Benatia 6 – Guida la difesa bene ma nel finale si fa prendere troppo dalla foga agonistica, rimedia un giallo per protese e commette troppi falli su Denis girato di spalle.

Castan 6,5 – Insuperabile sui pallonni aerei è sempre tempestivo quando si tratta di andare a coprire le spalle ai compagni distratti. Nel forcing finale spesso è pericoloso nell’area avversaria.

Dodò 5 – Gioca troppo alla brasiliana. Spinge in modo confusionario, senza trovare mai la giocata decisiva e in difesa è ancora troppo immaturo e distratto.

Bradley 5 – Soffre le ripartenze della Dea ed è troppo lento con il pallone tra i piedi. Sciupa un ottima occasione al 73’ e si inserisce poco negli spazi.

De Rossi 6 – Nonostante le non buone condizioni fisiche il mediano giallorosso svolge egregiamente il solito ruolo di copertura. Prova il tiro da fuori senza grandi risultati.  Dal 57’ Ljajic 6,5 – Prova ad inventarsi qualcosa ma non trova gli spazi per incidere, fino al minuto 89’ quando con una percussione palla al piede serve a Strootman l’assist del pareggio.

Strootman 7 – L’olandese non solo salva l’imbattibilità della Roma con il goal nel finale ma è il più brillante del centrocampo di Garcia. Non tira mai indietro il piede, si muove molto e questo fa si che perda un po’ di lucidità. I suoi tiri da fuori, però, restano sempre pericolosi.

Florenzi 5 – Primo tempo imbarazzante: sbaglia anche gli appoggi più facili, corre a vuoto e sciupa un paio di ripartenze pericolose non centrando lo stop. Nella ripresa cresce un po’ e ha sulla sua testa l’occasione del pareggio ma Consigli dice no. Dal 87’ Ricci 6 – Pochi minuti ma mette in mostra una buona personalità e qualità servendo in modo elegante i compagni.

Gervinho 6,5 – Nel primo tempo fatica ad adattarsi al ruolo di punta centrale, nonostante ciò gli unici pericoli per la retroguardia atalantina vengono da lui. Nella ripresa da il meglio di se quando parte largo sulla sinistra, salta l’uomo e mette in mezzo palloni pericolosi.

Marquinho 6 – Il più positivo del tridente offensivo: si muove molto, svaria su tutto il fronte d’attacco e impegna Consigli con una bomba dalla trequarti. Non incide nei sedici metri finali.  Dal 62’ Pjanic 6 – Senza Totti è l’unico che può creare gioco in questa squadra. Entra e con una saggia gestione dei palloni fa alzare il baricentro a tutta la squadra.

All. Garcia 6 – Troppo brutta e priva di qualità la Roma del primo tempo per essere vera. Le assenze lo condizionano ma lui con alcune scelte iniziali si complica la vita. Grazie anche ai cambi salva l’imbattibilità

 

Arbitro: Antonio Damato 5,5 – Nello sventolare i cartellini gialli utilizza due pesi e due misure. Non convincono alcune decisioni e soprattutto alla Roma manca un rigore per il fallo di mano di Canini sul tiro di Maicon.

 

TABELLINO

ATALANTA-ROMA 1-1

ATALANTA (4-4-1): Consigli; Scaloni (74’ Lucchini), Cazzola, Canini, Del Grosso (30’ Bonaventura); Brienza (65’ Kone), Carmona, Cigarini, Brivio; Moralez; Denis. Allenatore: Colantuono. 

ROMA (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Benatia, Castan, Dodò; Bradley, De Rossi (57’ Ljajic), Strootman; Florenzi (87’ Ricci), Gervinho, Marquinho (62’ Pjanic). Allenatore: Garcia.

Arbitro: Damato di Barletta

Marcatori: 51’ Brivio (A), 89’ Strootman (R).

Ammoniti: 45’ Cigarini (A), 58’ Canini (A), 78’ Benatia (R), 87’ Denis (A), 90’+1’ Ljajic ®.




Commenta con Facebook