Breaking News
© Getty Images

Inter, Joao Mario sfida la Juventus: "Anche il Portogallo era sfavorito. I soldi spesi per me..."

Il centrocampista portoghese risponde alle domande dei giornalisti

INTER PRESENTAZIONE JOAO MARIO LIVE / MILANO - L'Inter prova a mettersi alle spalle le difficoltà di inizio stagione: dopo la disfatta in Europa League, per i nerazzurri è tempo di rimettersi in carreggiata magari facendo affidamento su Joao Mario, colpo dell'ultimo calciomercato. Il centrocampista portoghese parlerà delle news Inter rispondendo alle domande dei giornalisti in conferenza stampa. 

EMOZIONE - "E' un grande onore essere qui, la fiducia della squadra. Il giorno in cui sono arrivato è stato molto emozionato". 

POSIZIONE - "Preferisco giocare come numero 8 o 10 ma ho giocato anche in altre posizioni, anche come mezzala. La cosa più importante è fare l'interesse della squadra: sono pronto ad adattarmi in tutte le posizione". 

JUVENTUS - "Con la Juve è una partita molto importante, credo che la squadra farà bene. Già conoscevo l'Inter e mi trovo molto bene qua". 

TRATTATIVA - "Il primo contatto è stato prima degli Europei". Interviene Ausilio che spiega che all'epoca di Stramaccioni quando l'Inter vinse la NextGen Series ci fu un tentativo ma senza successo.

CHAMPIONS - "Avevo già sentito parlare dell'Inter che ha una tradizione straordinaria anche per i portoghesi che hanno vestito questa maglia. Qui perché sentivo di avere la necessità di nuove sfide". 

NUMERO 6 - "Mi è sempre piaciuto il numero 6, è stato il numero di tanti grandi capitani del passato"

VINCERE DOMENICA - "Non è un problema giocare da sfavoriti: questa è stata la forza che ha portato il Portogallo a vincere gli Europei non da favoriti". 

EUROPEO - "Quando si gioca con calciatori come Cristiano Ronaldo inevitabilmente ti trasmette la sua mentalità e il suo temperamento. Si acquisisce una mentalità vincente. Per me è importante continuare a vincere". 

SOLDI SPESI - "Voglio ripagare la fiducia che mi ha dato la società. Quando uno è pagato tanto, tutti si aspettano che renda subito. Ho un contratto di cinque anni e voglio dimostrare le mie qualità nell'arco di questo tempo".

LEADER - "Sto vivendo un periodo di adattamento, qui ci sono tanti calciatori importanti. Per me è importante dare il buon esempio piuttosto che essere leader". 

Serie A   Inter  
FOTO CM.IT - Inter, Vecchi: "Scuse Gabigol? Gli fa onore"
Il tecnico sul brasiliano: "Si confronterà anche con la società"
Serie A   Inter   Lazio
Lazio-Inter, Vecchi: "Non si può finire così! Il nuovo allenatore..."
Il tecnico nerazzurro ha incontrato i giornalisti in sala stampa
Serie A   Inter  
Inter, è caos: record negativo, tifosi furiosi e il mercato alle porte
Solo due punti in otto partite. La curva contesta, Handanovic e Eder alzano i toni in tv