• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > SPECIALE CM.IT - Tutti gli stadi del mondo: la magia di 'Anfield' e dell''Old Traffo

SPECIALE CM.IT - Tutti gli stadi del mondo: la magia di 'Anfield' e dell''Old Trafford'

La rubrica di Calciomercato.it che vi porta a conoscere da vicino gli impianti calcistici piu' belli ed affascinanti


1 di 4
La 'Kop' (Getty Images)
'Anfield Road' (Getty Images)
'Old Trafford' (Getty Images)
Dentro l''Old Trafford' (Getty Images)
Jonathan Terreni

27/11/2013 19:18

VIDEO - SPECIALE STADI NEL MONDO / ROMA -  "Fede è andare allo stadio quando puoi vedere la partita in televisione" diceva il grande Dino Risi. Perchè lo stadio è passione. Lo stadio è aggregazione, gioie e sofferenze. E' quel luogo magico dove chi ama lo sport e il calcio viene ogni volta percorso da un brivido di emozione. 'Tutti gli stadi del mondo' è la nuova rubrica di Calciomercato.it che vi porta alla scoperta degli impianti più belli, ripercorrendone la storia, le partite più affascinanti e le curiosità. Nel terzo numero andiamo in Inghilterra alla scoperta di 'Anfield Road' e dell'Old Trafford'.

 

YOU'LL NEVER WALK ALONE

Nome: Anfiel Road

Indirizzo: L4 0TH, Liverpool

Capienza: 45.362 spettatori

Dimensioni terreno: 100x67

Squadre: Everton (dal 1884 al 1892), Liverpool (1892 ad oggi)

Proprietario: Liverpool

Classe UEFA: Elite, 4 stelle

 

Da Ian Rush a Steven Gerrard. A chi non è mai venuta la pelle d'oca quando al momento dell'ingresso in campo del Liverpool ha udito lo straordinario 'You'll never walk alone' cantato dalla 'Kop'? 'Anfiel Road' è sicuramente uno degli stadi più affascinanti ed emozionanti d'Europa per storia e tradizione, unico per certi versi. E pensare che all'origine fu l'Everton a giocare per primo ad 'Anfield' quando nel 1882 l'altra squadra di Liverpool fu obbligata a dotarsi di un proprio impianto. Così il 28 settembre 1884 si tenne ad 'Anfield Road' il primo incontro tra Everton ed Earlstown terminato 5-0. Negli anni successivi furono investite (da un certo John  Houlding in primis) ingenti somme di denaro per la costruzione di tribune e servizi per il campo di gioco arrivando alla capienza di 8.000 spettatori per gara, un successo per l'epoca. A seguito poi di divergenze economiche e gestionali proprio tra Houlding e altri proprietari dei terreni in prossimità dello stadio l'Everton fu costretto allo sfratto al termine della stagione (la scelta ricadde poi su 'Goodison Park', acquistato per 8.000 sterline). Fu allora che Houlding fondò il Liverpool Association Football Club (presto trasformato semplicemente in Liverpool Football Club) nel marzo 1892. Il primo settembre di quello stesso anno il Liverpool faceva il suo esordio ad 'Anfield' davanti solo ad un centinaio di persone in un'amichevole contro il Rotherham Town, vinta 7-1. Le vittorie però iniziarono a portare più gente allo stadio (e la rivalità con l'Everton cresceva) fino ad arrivare a tremila spettatori e alla vetta della classifica. Uno dei più caldi settori dello stadio è la famosa 'Kop', dal 1906 chiamata 'Spion Kop', dal nome di una collina nella regione sudafricana del Natal, luogo dell'omonima battaglia della seconda guerra Anglo-Boera. Perchè questo? Perchè la battaglia vide una grave sconfitta con molte perdite da parte delle forze britanniche e molti dei caduti erano soldati provenienti proprio da Liverpool. La sua massima capienza è stata di 28.000 spettatori ed il clima infuocato, quando il Liverpool attacca sotto quel settore, non ha eguali. Solo dopo la tragedia di Hillsborough del 1989 (nello stadio si trova anche una targa commemorativa a ricordo dei 96 morti) la capienza del settore fu notevolemente ridotta tant'è che nel 1994 si registravano nell'intero stadio solo posti a sedere. Il settore centrale è il 'Main Stand', primo in ordine di tempo a essere costruito. Ristrutturato poi nel 1973 non ha più subìto da allora sostanziali modifiche. Particolare interessante riguarda invece la 'Centenary Stand', conosciuta anche come 'Kemlyn Road Stand', dal nome della strada a fianco della quale si trovava. A seguito della ricostruzione, tutte le case del quartiere di Kemlyn Road furono distrutte e oggi la strada non esiste più. Il tecnico Bill Shankly, condottiero del grande Liverpool degli anni settanta e ottanta, fece installare sul muro della scalinata che conduce i giocatori sul campo di gioco una targa, con la scritta 'This Is Anfield' accessibile anche al tour dei turisti. Molti, tra i giocatori del Liverpool, scendendo le scale che portano al campo di gioco toccano la targa in segno di fortuna. Gli amanti del tifo caldo e della tradizione devono però tremare: 'Anfield' potrebbe non essere più la casa del Liverpool. I molti problemi logistici, di capienza e sicurezza hanno portato il club a varare progetti per dotarsi di un nuovo impianto già da tempo. Ma in attesa dei fondi necessari la 'Kop' può continuare a cantare.

 

DA RICORDARE - Il primo incontro tra nazionali disputato ad 'Anfield' risale al 2 marzo 1889, Inghilterra-Irlanda del Nord 6-1. L'ultima volta che i 'Tre Leoni' hanno giocato qui nel 2006. All'Europeo inglese del 1996 ricordiamo Italia-Russia 2-1 l'11 giugno, Repubblica Ceca-Italia 2-1, Russia-Repubblica Ceca 3-3, e i quarti di finale Francia-Paesi Bassi 5-4 dcr. Mentre a livello di club da ricordare le sfide di andata di Coppa Uefa del 1973 e del 1976 (vinte entrambe dai 'Reds' contro Borussia Mönchengladbach e Bruges). Il 6 novembre 2007 il record di vittoria, 8-0 contro il Besiktas in Champions. Mai però una finale di Coppa Campioni/Champions League si è disputata a Liverpool.

 

 

THE THEATRE OF DREAMS 

Nome: Old Trafford

Indirizzo: Sir Matt Busby Way Old Trafford, M16 0RA, Trafford, Greater Manchester

Capienza: 76.212 spettatori

Dimensioni terreno: 105x72

Squadre: Manchester United

Proprietario: Manchester United

Classe UEFA: Elite, 5 stelle

 

Altro stadio da brividi: 'Old Trafford'. Secondo in ordine di grandezza in Inghilterra dietro a 'Wembley' venne ribattezzato 'The Theatre of Dreams' dal grande Bobby Charlton. Sorge nella periferia di Manchester, uno dei centri nevralgici della rivoluzione industriale del diciannovesimo secolo. E' il 1909 quando John Henry Davies, presidente del Manchester United, decide che il 'Bank Street' non è adatto ad ospitare una squadra da poco vincitrice del suo primo campionato e così la scelta ricade sulla costruzione del nuovo impianto. I connotati storici sono quindi tassello fondamentale per le vicende dell'impianto inglese. Tra il 1941 e il 1949 infatti, a causa del bombardamento subito nella Seconda guerra mondiale il Manchester United fu costretto a lasciare momentaneamente lo stadio per consentirne la ristrutturazione e si ritrovò a condividere il 'Maine Road' con gli acerrimi rivali del Manchester City. A partire dagli anni novanta subì varie ristrutturazioni; venne riportato alla sua originaria capacità di 80.000 spettatori, anche se l'obiettivo ad oggi resta quello di raggiungere quota 90.000 restando ovviamente ancorato alle norme europee sulla sicurezza. Ancora più massiccio fu l'intervento prima del mondiale del 1966, ospitato dall'Inghilterra che vide la rimozione dei pilastri che sorreggono il tetto, ampliamento di 20.000 posti e un box privato, il primo in terra britannica. Sono questi gli anni di cambiamenti nella società civile. Ma dopo la strage di Hillsborough tutto è cambito in Inghilterra nella gestione e costruzione degli stadi. Per ovvie motivazioni di sicurezza vengono proibiti i posti in piedi; il fascino dell'atmosfera di un calcio eroico e spregiudicato vissuto con Bobby Chatlton e George Best lascia spazio ad un mondo fatto di tecnologie, televisioni e ad un impianto a tutto tondo che diventa non solo custode del manto erboso ma anche centro nevralgico dei tifosi sette giorni su sette. Come in ogni 'top stadium' è presente un museo che ospita oltre trecentomila visitatori l'anno. Non poteva mancare l'omaggio ad una leggenda: a Sir Alex Ferguson, manager dello United per ventisette anni, è stato dedicato un settore dello stadio chiamato proprio 'Sir Alex Ferguson Stand' e una via adiacente allo stadio. 13 campionati inglesi, 2 Champions League e molto altro non possono certo essere ricambiati con un semplice grazie.

 

DA RICORDARE - Il record di spettatori fu registrato nel 1939: 76.962 paganti per la semifinale di FA Cup tra Wolverhampton e Grimsby Town. L'inaugurazione avvenne il 19 febbraio del 1910, quando il Manchester United ospitò il Liverpool in un incontro storico perso poi 4-3. Il Mondiale del 1966 vide giocare qui tre partite (Portogallo-Ungheria 3-1, Portogallo-Bulgaria 3-0, Ungheria-Bulgaria 3-1). Agli Europei del '96 si giocarono Germania-Rep.Ceca 2-0, Germania-Russia 3-0, Germania-Italia 0-0, Germania-Croazia 2-1 nei quarti e la semifinale Francia-Rep. Ceca 5-6 dcr). Una sola finale di Champions League, tutta italiana, nel 2003. Il Milan sconfisse la Juventus ai rigori dopo che i tempi regolamentari finirono sull'1 a 1: decisivo quello segnato da Shevchenko. In occasione dei Giochi Olimpici del 2012 si disputarono 6 incontri (la rappresentativa del Regno Unito non andò oltre l'1 a 1 contro il Senegal). 2011: Rooney decide un derby di Manchester con una spettacolare rovesciata. Da ricordare anche le sfide con il Real: Manchester United-Real Madrid 2-2 del 25 aprile 1957, ritorno della semifinale di Coppa dei Campioni e quella del 23 aprile 2003, quarti di finale di Champions League, 4-3 spettacolare ma qualificazione agli spagnoli. Nello stadio si disputano anche incontri di rugby a 13 e 15.

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SU 'SAN SIRO' E 'OLIMPICO'

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL 'SANTIAGO BERNABEU' E IL 'CAMP NOU'




Commenta con Facebook