• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-CHIEVO

PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-CHIEVO

I clivensi bloccano la striscia di sei vittorie consecutive dei 'cugini' grazie alla rete nel recupero di Lazarevic


Sussulto Chievo (Getty Images)
Leonardo Molinelli

23/11/2013 22:05

PAGELLE E TABELLINO VERONA-CHIEVO / VERONA – Un gol di Lazarevic nel recupero decide il primo derby dell’Arena dopo 11 anni e regala al Chievo la seconda vittoria stagionale bloccando la serie di sei vittorie casalinghe consecutive del Verona. In evidenza tra i clivensi il match winner Lazarevic ma anche Dramè, Radovanovic e Hetemaj mentre deludono Thereau e Sestu. I gialloblù di Mandorlini mettono in mostra Iturbe, Halfredsson e Rafael ma vengono traditi dalle brutte prove di Jorgihno, Gomez e Toni.

 

VERONA

Rafael 6,5 Difende la propria porta finché è possibile. Si arrende a Lazarevic nel recupero.

Romulo 6,5 – Prima in difesa e poi a centrocampo, tanta corsa e tanta generosità.  

Maietta 6 – Il capitano difende bene anche se soffre un po’ Radovanoc nella ripresa.

Moras 5,5 – Incerto e spesso falloso. Ammonito nel primo tempo deve spesso contenersi per non beccare il secondo giallo.

Albertazzi 6 – Prova diligente e concreta per il giovane difensore di scuola Milan. Dal 85’ Agostini sv.

Jorginho 5 – Irriconoscibile. Impreciso e poco attento perde spesso palloni pericolosi che portano rischi alla porta scaligera.

Donati 6 – Presenza sempre molto importante a centrocampo per esperienza e senso della posizione. Dal 60’ Cacciatore 6 – Aumenta la spinta sulla fascia destra.

Halfredsson 6,5 – Il solito motore instancabile che non si ferma fino al triplice fischio dell’arbitro.

Gomez 5 – Poco attivo nel primo tempo, non riesce a trovare lo spunto per creare pericoli a Puggioni e aiutare i compagni in attacco. Dal 59’ Martinho 5,5 – Non cambia l’inerzia della partita e non cambia gli equilibri.  

Toni 5,5 Lotta e prova a rendersi pericoloso ma oggi non era giornata.

Iturbe 6 – Tanti errori e tanti palloni persi, ma è anche uno dei pochi a rendersi pericoloso e a creare qualcosa in avanti.

All. Mandorlini 5,5 – Perde l’imbattibilità interna proprio nel derby e questo lo farà arrabbiare ancora di più. Il suo Verona gioca male soprattutto nel primo tempo e alla fine cede quando ormai pregustava un pareggio amaro ma migliore della sconfitta.

 

CHIEVO

Puggioni 6 – Poco impegnato, risponde sempre presente se lo chiamano in causa.

Frey 6,5 – Cresce di partita in partita, ormai è una sicurezza della retroguardia del Chievo.

Dainelli 6 – Leader difensivo pieno di esperienza e trucchi del mestiere. Non soffre l’amico fraterno Luca Toni.

Cesar 6,5 – Gli annullano un gol valido dopo cinque minuti. Lui non si scompone e gioca una signor partita.

Dramè 6,5 – Ormai non stupisce più. Spinge in avanti con coraggio e fisico e tiene bene la posizione in difesa.

Sestu 5,5 – Primo tempo senza infamia e senza lode. Esce nella ripresa per cambiare il volto tattico della squadra. Dal 60’ Lazarevc 7 – L’uomo della svolta. Subito pericoloso in avanti in coppia con Radovanovic, trova lo spunto decisivo all’ultimo secondo disponibile.

Radovanovic 6,5 – Molto pericoloso sotto porta, specialmente nel secondo tempo quando ha due occasioni d’oro per regalare i tre punti alla sua squadra.

Rigoni 6 – Sempre presente a metà campo si conferma abile nell’inserirsi senza palla.

Hetemaj 6,5 – Attacca e difende senza tregua e senza fermarsi mai. Centrocampista di sostanza.

Estigarribia 6 – Generoso e pieno d’iniziativa, spesso risulta anche molto arruffone e impreciso. Dal 78’ Paloschi 6,5 – Cambia il peso offensivo della squadra. Generoso come sempre, è anche particolarmente ispirato.

Thereau 5 Partita difficile per il centravanti clivense. Non trova spazi, non trova palloni giocabili e non si danna neanche particolarmente l’anima per trovarli. Dal 91’ Acosty sv..

All. Corini 7 – Debutto con successo nel derby. Il suo Chievo parte subito forte e dimostra personalità e buone trame di gioco. Fortunato per come finisce la gara, bravo per come l’ha preparata e gestita. 

 

Arbitro: Marco Guida 5,5 – Mal consigliato dall’assistente in occasione del gol annullato a Cesar dopo cinque minuti può ringraziare Lazarevic che l’episodio non risulti decisivo. Per il resto, partita tranquilla e senza sussulti.

 

TABELLINO

VERONA-CHIEVO 0-1

Verona (4-3-3): Rafael; Romulo, Maietta, Moras, Albertazzi (dal 85’ Agostini); Jorginho, Donati (dal 60’ Cacciatore), Halfredsson; Gomez (dal 59’ Martinho), Toni, Iturbe. All. Mandorlini.

Chievo (4-5-1): Puggioni; Frey, Dainelli, Cesar, Dramè; Sestu (dal 60’ Lazarevic), Radovanovic, Rigoni, Hetemaj, Estigarribia (dal 78’ Paloschi); Thereau (dal 91’ Thereau). All. Corini.

Arbitro: Guida di Torre Annunziata.

Marcatori: 91’ Lazarevic (C).

Ammoniti: 24’ Moras (V), 25’ Thereau (C), 54’ Gomez (V), 77’ Cacciatore (V), 84’ Jorginho (V).

 




Commenta con Facebook