• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie B > Walter Taccone su momento Avellino

Walter Taccone su momento Avellino

Il patron degli irpini, in esclusiva a Calciomercato.it, parla del primo posto in classifica della sua formazione e non nasconde le proprie ambizioni


Avellino (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

18/11/2013 18:47

AVELLINO ESCLUSIVO TACCONE SERIE A / AVELLINO - Una sorpresa per molti ma non per i diretti interessati: l'Avellino vola in testa alla classifica della Serie B e il presidente Walter Taccone non si tira indietro e parla apertamente di promozione in A.

"A inizio stagione ho detto che dovevamo stare nella parte sinistra della classifica - esordisce in esclusiva a Calciomercato.it - Siamo in vetta, ma è una cosa che oggi c'è e domani potrebbe non esserci: siamo partiti con l'obiettivo di fare un campionato decente e il rendimento non mi lascia stupito: forse sorprende chi ci ha preso sottogamba. Abbiamo un progetto a lungo termine e se gli obiettivi dovessero arrivare prima rispetto ai tre anni preventivati, non ci tireremo di certo indietro".

Se mister Rastelli e i calciatori provano a mantenere un profilo basso, Taccone parla apertamente di promozione: "Si può parlare di Serie A - dice in esclusiva ai nostri microfoni il patron dei 'Lupi' - Anche il mister ieri si è un po' sbottonato: non possiamo nasconderci, dobbiamo guardare dietro ma anche davanti a noi. Anche perché ho il dovere di aumentare la fiducia dei calciatori: se si parla di obiettivi maggiori, i ragazzi acquisiscono anche in campo questa fiducia che la società vuole trasmettere.  Questo però non significa che arrivare settimi sarebbe un fallimento: per me non lo sarebbe neanche arrivare decimi".




Commenta con Facebook