• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI PORTOGALLO-SVEZIA

PAGELLE E TABELLINO DI PORTOGALLO-SVEZIA

Prestazione maiuscola di Ronaldo che manda ko gli scandinavi. 'Ibra' non riesce a incidere, male Olsson


Cristiano Ronaldo (Getty Images)
Mirko Collacchi

16/11/2013 00:23

PAGELLE E TABELLINO PORTOGALLO SVEZIA / LISBONA (Portogallo) - Vittoria di misura del Portogallo al 'Da Luz' nell’andata dei playoff per accedere ai Mondiali 2014. I lusitani ci provano con più costanza della Svezia, trovando il gol con un ottimo Ronaldo. Negli svedesi Ibrahimovic non incide, mentre Olsson commette l’errore decisivo.

 

PORTOGALLO

Rui Patricio 6 – Sempre concentrato nelle occasioni in cui è chiamato in causa.  

Joao Pereira 6,5 – A destra sfugge spesso alla retroguardia giallo-blu dimostrando ottima facilità di corsa e spirito di sacrificio.

Pepe 6 – I giocatori svedesi gli lasciano impostare spesso gioco dalle retrovie, in fase di copertura non è mai particolarmente impegnato.

Bruno Alves 6 – Attento in fase difensiva non commette errori degni di nota.

Coentrao 6,5 – Il terzino del Real Madrid non spinge come potrebbe sulla fascia sinistra nella prima frazione di gara, meglio nella ripresa quando si propone più spesso.

Moutinho 6 – Impiega 40 secondi per pennellare il primo cross, si rende poi pericoloso al 5’ quando scarta Isaksson ma calcia col sinistro sull’esterno della rete.

Veloso 6,5 – Buona prestazione per il classe 86’ ex Genoa, si segnala il delizioso assist a Ronaldo nell’azione dell’1-0.

Meireles 6,5 – Prova a mandare  in porta i suoi compagni con deliziosi passaggi come quello che manda Moutinho davanti Isaksson, in fase di impostazione è sempre presente. Dall’80’ Josue sv.

Nani 5 – Tanta corsa come al solito, non riesce tuttavia a saltare spesso gli avversari, probabilmente non è al top della forma.

Postiga 5,5 – Il numero 9 del Valencia protagonista di un buon avvio di stagione cerca di farsi vedere in avanti, non riuscendo a trovare lo spunto decisivo. Dal 65’ Almeida 6 – Tiene bene palla smistandola con attenzione.

Ronaldo 7 – Ci mette un po’ ad entrare in partita, inizia al 16’ provando con un calcio di punizione, ci prova anche di testa ma è sempre molto ben marcato dai difensori svedesi nella prima frazione di gara. Cresce nella ripresa col passare dei minuti riuscendo a trovare il gol all’81’, si segnala anche una traversa all’85’ prestazione maiuscola.

All. Paulo Bento 6,5 – Bella prova di maturità della sua squadra che nel primo tempo attende con pazienza gli svedesi, nella ripresa sempre senza scoprirsi i suoi ragazzi trovano un gol importantissimo.

 

SVEZIA

Isaksson 6,5 – Il classe 1981 ex Manchester City e Psv da sicurezza al reparto arretrato con buone uscite, nei tiri da lontano non si fa mai sfuggire il pallone. Incolpevole sul gol.

Lustig 6,5 – Si propone disegnando qualche bel cross sulla fascia nel primo tempo, quando nella ripresa ci sono da fare gli straordinari in copertura chiude sempre gli avversari.

Antonsson 6 – Il centrale del Bologna è sempre puntuale nelle chiusure difensive giocando una buona partita.

Nilsson 6 – Se la cava nel gioco aereo con anticipi puliti, si arrangia contro gli attaccanti avversari.

Olsson 5 – Commette l’errore decisivo della partita, quello di perdere di vista Cristiano Ronaldo, disattenzione che costa carissimo alla sua squadra.

Kacaniklic 6 – Il ventiduenne centrocampista del Fulham dimostra tutta la sua buona tecnica costringendo i portoghesi a fermarlo con le buone e le cattive come nell’occasione del giallo di Pereira.

Elm 6 – Svolge il suo compito nulla in più, stanco nella ripresa come molti suoi compagni. Dal 71’ Wernbloom 6 – Il mister lo vuole per dare una mano al centrocampo ma non riesce a salire in cattedra.

Larsson 6 – Nel primo tempo Rui Patricio gli nega il gol con un bel intervento, si assume la responsabilità di calciare anche le punizioni senza precisione.

Kallstrom 5,5 – Cerca più di qualche volta il tiro della distanza senza fortuna. Nella ripresa cala vistosamente sul piano fisico finendo per essere sostituito. Dal 79’ Josue sv.

Elmander 6 – Sua la prima occasione pericolosa per gli scandinavi al 6 minuto quando manca di poco la porta,  spesso dietro la linea della palla nella ripresa per aiutare il centrocampo. Dall’ 88’ Gerndt sv.

Ibrahimovic 5,5 – Non arrivano molti palloni giocabili dalle sue parti, anzi a dirla tutta col passare dei minuti e la stanchezza dei suoi compagni ne arrivano sempre meno, da un giocatore della sua classe è lecito aspettarsi di più anche a livello caratteriale per motivare la squadra, prestazione in ombra.

All.Hamren 5 – I suoi ragazzi iniziano la gara senza paura, finendo col passare dei minuti in affanno, un po’ per la stanchezza e un po’ pensando che lo 0-0 sia un buon risultato. Nel ritorno servirà tutt’altra prestazione per spaventare almeno la retroguardia portoghese.

 

Arbitro Rizzoli 6 – Gara senza particolari interventi da moviola, manca un cartellino giallo a Veloso al 37’ per fallo su Ibra, per il resto ordinaria amministrazione.

 

TABELLINO

Portogallo-Svezia  1-0

Portogallo  (4-3-3) : Rui Patricio, Joao Pereira, Pepe, Bruno Alves, Coentrao, Moutinho, Veloso, Meireles(80’ Josue), Nani, Postiga(65’ Almeida), Ronaldo. All. Paulo Bento.

Svezia (4-4-2) : Isaksson, Lusting, Antonsson, Nilsson, Olsson, Kacaniklic, Elm (71’ Wernbloom), Larsson, Kallstrom(79’ Svensson), Elmander(88’ Gerndt), Ibrahimovic. All. Hamren.

Arbitro: Nicola Rizzoli.  

Marcatori: 82’ Ronaldo (P).

Ammoniti: 42’ Joao Pereira (P), 70’ Larsson (S), 76’ Ronaldo (P), 77’ Elmander (S).

Espulsi:




Commenta con Facebook