• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Sampdoria > Federico Piovaccari su Champions League e futuro

Federico Piovaccari su Champions League e futuro

L'attaccante della Steaua Bucarest a 360° in un'intervista a Calciomercato.it


Piovaccari (Getty Images)
Giorgio Elia

12/11/2013 20:00

CALCIOMERCATO SAMPDORIA ESCLUSIVO PIOVACCARI / ROMA - "Se sei mesi qualcuno mi avesse detto che avrei giocato e fatto gol in Champions, lo avrei preso per matto. Giocare questa competizione è l'ambizione massima per ogni calciatore e personalmente ho realizzato un sogno. Porterò sempre con me il ricordo delle reti segnate negli incontri preliminari con il Legia Varsavia, partite nelle quali ho provato emozioni uniche e che hanno permesso alla squadra di accedere alla fase a gironi". E' raggiante Federico Piovaccari attaccante dello Steaua Bucarest tra i protagonisti della fase a gironi della Champions con le reti messe a segno con i rumeni il quale, in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it, racconta la sua avventura senza tirarsi indietro davanti ai temi relativi al campionato italiano.

CHAMPIONS - Piovaccari faccia pulita e degno rappresentate dell'Italia in Champions, dice la sua sull'andamento della manifestazione: "Delle formazioni italiane credo che il Napoli sia quella con più possibilità di andare avanti, con il Milan e la Juventus che ancora devono lottare per staccare il biglietto per la fase successiva. I bianconeri dovranno adesso guardarsi dal Copenaghen tornato in corsa, anche se i danesi saranno chiamati all'impresa contro il Real. Guardando cosa fatto nel nostro girone dal Basilea in grado di vincere sul campo del Chelsea, non mi stupirei in caso di exploit dei danesi. Questa è una competizione affascinante nella quale anche le formazioni più piccole danno sempre il massimo per fare bella figura. Alla fine non mi stupirei se dovesse ripetersi la finale dello scorso anno, anche se Barcellona e Bayern Monaco forse hanno qualcosa in più delle altre. La possibile sorpresa? Da italiano spero possa essere il Napoli".

SERIE A E SAMP -  La punta di proprietà della Samp parla poi del nostro campionato: "Credo che la Juventus a livello di organico abbia ancora qualcosa in più di Napoli e Roma. Devo dire che mi sta piacendo parecchio la Fiorentina per il tipo di calcio espresso dalla formazione di Montella, trascinata da un grandissimo Rossi, altro talento costretto ad emigrare per poter dire la sua prima di tornare da protagonista nel suo paese. La Samp? Non mi aspettavo potesse andare incontro a così tante difficoltà. Credo che in queste ultime stagioni sia mancata un po' di continuità, con tanti giocatori cambiati. Non credo che il problema sia legato al reparto offensivo, considerate le qualità di Gabbiadini ed Eder ragazzi con i quali ho avuto modo di giocare. Nel calcio ci vuole testa e tempo e a Genova di tempo per poter far bene non ne concedono mai tanto".

ICARDI E THOIR- Piovaccari torna poi sull'esperienza vissuta all'Inter, dicendo la sua anche sul presente nerazzurro: "Della parentesi all'Inter porto dietro ricordi molto piacevoli. Potersi allenare con campioni del calibro di RecobaVieri ed Adriano è stata per me una grandissima emozione. Passaggio di consegne tra Thohir e Moratti? Il presidente ha fatto la storia del club nerazzurro con grandi investimenti condotti e tanti giocatori importanti regalati ai suoi tifosi, uno su tutti Ronaldo. Questa operazione credo sia l'ennesimo atto d'amore del massimo dirigente nei confronti dell'Inter, per regalare al club nuovi capitali dai quali ripartire. Icardi? E' un ragazzo che aveva già fatto vedere di avere le carte in regola per far bene quando io ero alla Samp e lui si aggregava alla squadra dalla Primavera. Ha avuto un buon avvio con l'Inter con reti importanti realizzate, venendo frenato a mio avviso solo dagli infortuni. Adesso si deve dare solo tempo e fiducia a questo ragazzo".

FUTURO E DESIDERI - Nel finale del suo intervento Piovaccari parla della sua situazione, esprimendo anche un desiderio per il futuro: "Se mi sto togliendo qualche sassolino dalla scarpa? No diciamo che non è proprio così, sono solo felice di aver realizzato un sogno come quello di giocare la Champions. E' vero comunque che in Italia si ha poca pazienza con i giocatori e spesso si da poco credito ai ragazzi del nostro paese. Adesso sparo di poter centrare l'Europa League con lo Steaua e proseguire la mia avventura in Europa. Futuro? Spero di guadagnarmi una chance nella massima serie italiana, ma se non dovesse arrivare sarei pronto a rimanere qui in questa società che ha creduto tanto in me".




Commenta con Facebook