• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Zanetti: "Che emozione il ritorno in campo! Mazzarri? E' un tipo tosto"

Inter, Zanetti: "Che emozione il ritorno in campo! Mazzarri? E' un tipo tosto"

Il capitano nerazzurro racconta il suo rientro dall'infortunio al tendine d'achille



12/11/2013 10:20

INTER ZANETTI MAZZARRI MORATTI / MILANO - Javier Zanetti, tornato in campo contro il Livorno dopo un lungo stop per infortunio, ha raccontato le sue emozioni ai microfoni di 'Tiki Taka':

EMOZIONI - "E' stata una notte di grande emozione, perché non giocavo da tanto e desideravo una serata così. E' finita con un buon risultato per noi, con grande affetto per me, per il presidente e per i miei compagni". 

L'INFORTUNIO - "La prima cosa è che uno deve pensare subito a riprendersi, fare di tutto per tornare e rendersi utile quando viene chiamato in causa. Io mi ero promesso di fare una partita davanti ai miei tifosi, di più non potevo chiedere".

MORATTI - "C'è stato un grandissimo abbraccio, tra noi c'è un rapporto umano ed è una cosa importante. Era felice per il mio ritorno, entrambi abbiamo vissuto una serata emozionante". 

MAZZARRI - "E' uno tosto con le idee molto chiare. Si vede già la sua mano e come la squadra lo segue". 

 

LA VITTORIA DELLA CHAMPIONS - "Una notte indimenticabile, per tutti gli interisti. Inseguivo questa Coppa dei Campioni da tanto tempo e avere il privilegio di essere il capitano e alzarla nella mia 700esima partita nella notte di Madrid è stato speciale. Rimarrà nella storia del calcio mondiale". 

MOURINHO - "Lui resta un amico, una persona con la quale abbiamo condiviso tanti momenti belli. E' stato vicino a me nel momento dell'infortunio. Non ci siamo visti ma il nostro legame continuerà sempre". 

TEVEZ O HIGUAIN - "Sono due attaccanti forti e diversi. Carlitos ha qualità che possono sorprendere, Higuain vede la porta come pochi". 

MONDIALE - "Sarebbe fantastico vincerlo perché c'è tanta rivalità sportiva col Brasile. Sarebbe un sogno, speriamo di poterlo realizzare". 

OBIETTIVI - "Voglio rendermi utile, sia in panchina che giocando. Tutti i minuti che avrò a disposizione cercherò di sfruttarli al meglio ma ho rispetto del lavoro dei miei compagni".

S.D.




Commenta con Facebook