• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Serie A, Cesari: "Gli arbitri stanno condizionando il campionato. La moviola..."

Serie A, Cesari: "Gli arbitri stanno condizionando il campionato. La moviola..."

L'ex fischietto ha analizzato gli errori dei direttori di gara in questo avvio di stagione



11/11/2013 12:55

SERIE A CESARI ARBITRI / ROMA - Attacca duramente la classe arbitrale Graziano Cesari, ex fischietto ed attuale opinionista televisivo, che intervenuto ai microfoni di 'Tele Radio Stereo 92.7' ha spiegato: "Gli arbitri stanno condizionando pesantemente il campionato di Serie A. Da Chievo-Juventus a Roma-Sassuolo, passando per De Marco durante Catania-Udinese, o il rigore negato a Pjanic contro il Torino e Cuadrado in Fiorentina-Napoli. Ci sono già troppi elementi a disposizione per definire enorme il condizionamento dei direttori di gara sul campionato. Per essere simulazione un giocatore non deve venire toccato, mentre ieri Ljajic è stato toccato per cui era rigore. Il gol annullato a Paloschi contro la Juventus è stato clamoroso, così come quello concesso a Tevez nel derby. Ieri, Llorente è in fuorigioco, non semplice da rilevare, ma che sia giusto far correre nel dubbio deve valere sempre, per ogni partita". 

Cesari, poi, se la prende con l'AIA: "C'è un vuoto di potere e chi ci rimette è l'arbitro. Folle aver chiuso le “frontiere”, aver impedito che gli arbitri delle categorie inferiori possano arbitrare a stagione in corso in Serie A. Una decisione di Nicchi, avallata dalla Lega di Serie A, che penalizza la crescita degli arbitri perché chi è bravo, chi è giovane, sa di non poter essere premiato se dimostra di essere migliore di chi invece fa parte del lotto di direttori di gara che fa parte della lista di A. Rabbrividisco di fronte a questa regola. Nel 1994 ci fu un sondaggio che coinvolse noi arbitri sull'utilità della moviola in campo. Votammo a favore. Perché un arbitro non si sentirebbe mai delegittimato, anzi, con un supporto adeguato si sentirebbe più sereno”.

L.P.




Commenta con Facebook