• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > LA MOVIOLA DI CM.IT: Llorente in offside per 21 centimetri, Tachtsidis mani da rigore

LA MOVIOLA DI CM.IT: Llorente in offside per 21 centimetri, Tachtsidis mani da rigore

L'attaccante bianconero e' avanti a tutti nell'azione dell'1-0. De Marco nega un rigore all'Udinese


Juventus-Napoli (Getty Images)
Emiliano Forte

11/11/2013 08:53

MOVIOLA, LLORENTE TACHTSIDIS / MILANO – Momento clou di quest'ultimo week end di campionato è stato senza alcun dubbio il big match di domenica sera tra Juventus e Napoli. Una sfida segnata dal discusso gol di Fernando Llorente che ha consentito alla formazione di Conte di sbloccare il risultato dopo appena 2 minuti di gioco. Una rete convalidata da Rocchi ma che è viziata da un leggero fuorigioco dello stesso attaccante spagnolo. Non sorride l'Udinese che nella sfida persa contro il Catania avrebbe avuto diritto ad un tiro dal dischetto per un fallo di mani del greco Tachtsidis. Mancano due penalty anche nel match di San Siro tra Inter e Livorno

CATANIA-UDINESE 1-0 , arbitro De Marco 5 – Gara non facile per l'arbitro di Chiavari il cui operato nell'arco dei 90 minuti non ha convinto a pieno. Il primo episodio di rilievo alla mezz'ora, con De Marco che valuta correttamente l'intervento scorretto di Domizzi su Legrottaglie e concede il calcio di rigore al Catania. Passano pochi minuti e l'Udinese si vede negare un penalty piuttosto evidente per un mani in area rossoazzurra di Tachtsidis. Brutta la gomitata di Pereyra ai danni di Guarente; ci stava il rosso ma De Marco lo grazia. 

INTER-LIVORNO 2-0, arbitro Peruzzo 5 – Manca un rigore per parte: il primo a favore dell'Inter per un fallo di Luci che atterra Palacio nel cuore dell'area amaranto; il secondo a favore del Livorno per una ginocchiata di Ranocchia ai danni di Paulinho nel corso della ripresa.

GENOA- VERONA 2-0, arbitro Cervellera 6 – Ritorno in Serie A tutto sommato positivo per il fischietto pugliese anche se vanno segnalati almeno un paio di episodi dubbi. Il primo è un contatto in area gialloblu tra Cacciatore e Gilardino, il secondo è una trattenuta sempre nell'area ospite di Maietta ai danni di Portanova. In entrambi i casi l'arbitro lascia correre ma poteva essere più severo. 

CHIEVO- MILAN 0-0, arbitro Orsato 5 – Milan che invoca il tiro dal dischetto in due occasioni; per un intervento di Cesar su Poli e per un mani di Dainelli in area. Condivisibile la scelta di Orsato di lasciar correre in entrambi i casi. Direttore di gara troppo permissivo invece nei confronti di Radovanovic, autore di un brutto fallo su Kaka', e di Pomic per un intervento falloso su Poli. Al Chievo viene annullato un gol per un fuorigioco di Paloschi che lascia qualche dubbio. Giusto il secondo giallo che costa l'espulsione a Montolivo così come il rosso per proteste all'indirizzo di Pellissier. 

ROMA-SASSUOLO 1-1, arbitro Giacomelli 6 – Due episodi, stessi protagonisti, Marrone e Ljajic, e stessa area, quella neroverde. Nel primo caso l'ex juventino prende posizione intervenendo con la spalla senza commettere fallo. Nel secondo l'attaccante giallorosso tenta di superare l'avversario ma finisce a terra nel corpo a corpo; anche in questo caso non sembrano esserci gli estremi per il calcio di rigore. Ad ogni modo l'ammonizione per simulazione ai danni di Ljajic risulta eccessiva. 

ATALANTA-BOLOGNA 2-1, arbitro Doveri 6,5 -  Poche difficoltà per l'arbitro che controlla bene una gara abbastanza corretta. Giusta la decisione di lasciar correre su un presunto mani in area rossoblu di Diamanti.

CAGLIARI-TORINO 2-1, arbitro Calvarese 6 – Match dai ritmi non impossibili ma comunque molto combattuto; lo testimoniano i sette gialli sventolati da Calvarese nell'arco dei 90 minuti. Nelle fasi iniziali Cerci cade in area dopo un contatto con Conti: non c'è fallo, giusto non intervenire. Sempre nel primo tempo, sul risultato ancora fermo sullo 0-0, in area rossoblu il pallone carambola sul braccio di Murru: gesto involontario che giustamente non viene sanzionato.

PARMA-LAZIO 1-1, arbitro Rizzoli 6,5 –  Più che positivo l'operato di Rizzoli il quale non incontra grossi ostacoli in un pomeriggio tutto sommato tranquillo. Ineccepibile il rosso per proteste all'indirizzo di Rosi. 

FIORENTINA-SAMPDORIA 2-1, arbitro Damato 6 – Unico dubbio relativo al rigore concesso ai padroni di casa dopo 11 minuti di gioco per una leggera trattenuta di Berardi su Aquilani. Molto severo Damato nella circostanza. 

JUVENTUS - NAPOLI 3-0, arbitro Rocchi 5,5 – Le immagini al rallenty mostrano il fuorigioco di Llorente in occasione della prima rete messa a segno dai bianconeri. Resta il fatto che si tratta di un offside tutt'altro che semplice da cogliere a velocità normale visto che l'attaccante spagnolo sul tiro deviato da Tevez è marcato e coperto da diversi giocatori azzurri. Per il resto Rocchi se la cava bene nella sfida più importante e sentita del week end. Inevitabile il rosso per doppia ammonizione all'indirizzo di Ogbonna.




Commenta con Facebook