• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-NAPOLI

PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-NAPOLI

Pogba il migliore in campo con un gol da cineteca. Impalpabile e deludente Marek Hamsik


Juventus-Napoli (Getty Images)
AntonioPapa (Twitter: @antoniopapapapa)

11/11/2013 00:24

PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-NAPOLI / TORINO - Messaggio per la Roma: la Juve c'è, il Napoli un po' meno. I bianconeri asfaltano gli ospiti con una prestazione maestosa, contro un avversario neanche così male. Sono gli episodi a cambiare la partita, come il gol di Llorente dopo un minuto o le prodezze estemporanee di Pirlo e Pogba. Ma è soprattutto a centrocampo che i bianconeri fanno la differenza: il confronto fra i reparti (e fra i singoli) è quasi imbarazzante. 



JUVENTUS 

Buffon 6,5 - Il Napoli non tira tantissimo nello specchio, ma quando lo fa lui risponde sempre presente, a volte anche con ottime prodezze sul piano tecnico. Risponde presente.  

Barzagli 7 - Strappa l'ovazione dei suoi tifosi quando ad un certo punto va a chiudere su Higuaìn dall'altra parte del campo. E' la ciliegina sulla torta di una prestazione da gigante, senza sbavature. 

Bonucci 6,5 - Ogbonna e Barzagli gli fanno da cani da guardia, lui interviene soprattutto in seconda battuta. Bene così. 

Ogbonna 6 - Sempre attento su Higuaìn, l'argentino rischia di sfuggirgli in una sola occasione, quando fa perno sul suo corpo, si gira e batte immediatamente a rete, sfiorando il palo. Per sua fortuna gli dice bene. Macchia una buona prestazione con un doppio giallo evitabile.

Isla 6,5 - Conte lo ha pungolato a dovere nel corso della settimana, lui risponde alla grande: un primo tempo in costante pressione sulla destra, una ripresa in contenimento, senza comunque sfigurare. 

Vidal 6 - Una partita di grande corsa e sostanza, con meno incursioni offensive del solito. Poi Tevez gli dà la palla buona, quella del possibile ko, e lui la spara sull'esterno della rete. Un errore che poteva pesare parecchio sul risultato. (Dal 40' st Marchisio sv)

Pirlo 7,5 - Aperture illuminanti, regia sempre lucida e soprattutto un lavoro sporco su Hamsik che è la vera chiave di volta della partita. Poi quella pennellata magica, talmente perfetta che ormai sembra quasi normale, quando parte dal suo piede. No, non è normale. 

Pogba 8 - Il passo felpato, quelle pertiche ingombranti che di norma sarebbero un limite ma nel suo caso sono un vantaggio. Incursioni, 'sombreros', conclusioni pericolose. Fondamentale come centrocampista, ottimo come attaccante aggiunto. E poi quel tracciante sensazionale, che impatta il palo prima di entrare in rete. Lo scorso anno non lo conosceva nessuno, Napoli segnò il suo battesimo. Ora segna la sua consacrazione. Un fenomeno. 

Asamoah 6,5 - Anche lui in grande condizione, preme tanto sulla fascia sinistra tenendo a bada Callejon e schiacciando spesso Maggio nella sua area di competenza. Ottimo in entrambe le fasi. 

Tevez 6,5 - Ogni volta che il pallone passa dalle sue parti è una minaccia. Il tacco (un po' casuale, a dire il vero) che assiste Llorente, i missili da fuori area, i dribbling a seguire, i passaggi illuminanti. Attaccante completo, il confronto a distanza con Higuaìn può dirsi vinto senza dubbio. (Dal 38' st Peluso sv)

Llorente 6,5 - Il cartellino lo timbra dopo un minuto, schiacciando in rete dopo una bella sponda di Tevez. Si rende pericoloso in un'ulteriore occasione, ma Reina risponde picche. Conte gli regala la standing ovation finale, meritatissima vista la grande prestazione. (Dal 42' st Quagliarella sv)

All. Conte 7 - In quella che è forse la partita più sentita del campionato italiano degli ultimi anni, la Juve risponde con una prestazione di altissimo profilo, rifilando tre gol al finora ottimo Napoli. La partita la vince a centrocampo, dove i suoi demoliscono letteralmente gli azzurri. Ma sono ottime anche le scelte in avanti, dove i bianconeri risultano sempre pericolosissimi. 

 

NAPOLI

Reina 6,5 - Inaugura i guanti dopo 30 secondi, con un riflesso strepitoso su Pogba. Si ripete dopo una decina di minuti su Llorente e poi ancora su Tevez, limitando molto i danni di un primo tempo vissuto in balia degli assalti bianconeri. Altri due gol presi nel secondo tempo, ma sulle prodezze di Pirlo e Pogba non poteva far molto. 

Maggio 5,5 - In occasione del gol di Llorente effettua una buona diagonale, con giusto un attimo di ritardo. Poi però subisce troppo l'iniziativa di Asamoah, che su quella fascia fa il bello e il cattivo tempo. 

Albiol 5 - Il primo gol è da condividere con tutto il reparto arretrato, gli altri due sono bolidi dalla distanza che non rientrano fra le sue competenze. Comunque sempre in difficoltà, su Tevez ma soprattutto sul connazionale Llorente. 

Fernandez 5,5 - A parte il primo gol, per il resto è il meno peggio dei due centrali: quando la palla passa dalle sue parti è sempre pronto a rintuzzare gli assalti. Ma non si può dire che non sia in difficoltà. 

Armero 5 - Nel primo tempo Isla rappresenta un incubo costante, il colombiano non sembra minimamente in grado di arginarlo. Poi il cileno tira i remi in barca, e lì potrebbe affondare un po' di più, ma neanche in quel caso risulta soddisfacente.  

Behrami 5 - Il guerriero stasera è senza spada e senza armatura, anche perché le spalle non le ha poi così coperte. Cerca di rifarsi con calci e pugni, ma il risultato non è dei più lusinghieri. 

Inler 4,5 - Diversi passaggi imprecisi, subissato dai fischi dello Stadium. Purtroppo è uno dei suoi limiti: quando ha uomini troppo pressanti addosso perde la bussola e sbaglia più del dovuto. In questi casi è una zavorra per la squadra. (Dal 33' st Zapata sv)

Callejon 5 - Nel primo tempo è un fantasma, limitandosi all'essenziale senza mai incidere sulla manovra offensiva. Sembra avere un sussulto nella ripresa, ma non è sicuramente abbastanza per uno che dovrebbe fare la differenza, specialmente in partite del genere. (Dal 25' st Mertens sv)

Hamsik 4,5 - Nervoso, sempre fuori dal gioco, asfissiato da Pirlo che ne limita in maniera decisiva il raggio d'azione. Le poche occasioni che gli capitano sui piedi sono agganci sbagliati e conclusioni da dimenticare. Queste sono le partite nelle quali dovrebbe fare la differenza, invece è l'uomo in meno. Gli manca ancorra questo passo per diventare un campione vero. 

Insigne 6 - Sempre un po' defilato dal gioco, quando però prende palla è un pericolo costante. Si segnala un diagonale ad incrociare che sfiora il palo, poi uno straordinario tiro "alla Del Piero" che sfiora la traversa. Si perde un po' nella ripresa, complice anche il gol di Pirlo, che taglia le gambe un po' a tutta la squadra. Ma è l'unico a crederci fino alla fine. 

Higuaìn 5,5 - Palloni gliene arrivano davvero pochi, come si evince anche dalle numerose imprecazioni all'indirizzo dei compagni. Si segnala una splendida azione a metà primo tempo, poi poco altro. 

All. Benitez 5 - Non ci siamo. Il passivo è sicuramente eccessivo e non rispecchia il reale andamento della gara, ma è proprio l'atteggiamento generale della squadra a non essere convincente. Non è mai facile riprendersi da un gol preso dopo un minuto, ma il Napoli di stasera poteva e doveva fare di più. E ora gli scontri diretti persi sono due su due. Dopo Londra, dopo Roma, anche Torino: il problema sta nella personalità, ed è lì che dovrà lavorare mister Rafa. 



Arbitro Rocchi 5,5 - Polemiche furibonde sul gol (in fuorigioco millimetrico) di Llorente: lo spagnolo però è coperto da diversi uomini, non era semplice cogliere l'offside. Resta comunque un errore pesante, ancorché comprensibile, che condiziona il resto del match. Nella ripresa dirige bene, distribuendo nel modo giusto anche numerosi cartellini. 

 

JUVENTUS - NAPOLI 3-0

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Ogbonna; Isla, Pogba, Pirlo, Vidal (40' st Marchisio), Asamoah; Tevez (39' st Peluso), Llorente (42' st Quagliarella). A disp.: Storari, Rubinho, Motta, Padoin, De Ceglie, Giovinco. All.: Conte.

Napoli (4-2-3-1): Reina; Maggio, Fernandez, Albiol, Armero; Inler (33' st Duvàn), Behrami; Callejón (25' st Mertens), Hamsik, Insigne; Higuain. A disp.: Rafael, Colombo, Britos, Cannavaro, Uvini, Dzemaili, Radosevic, Pandev. All.: Benitez.

Arbitro: Rocchi

Marcatori: 2' Llorente (J), 29' st Pirlo (J), 35' st Pogba (J)

Ammoniti: Bonucci (J), Ogbonna (J), Hamsik (N), Vidal (J)

Espulsi: 39' st Ogbonna (J)




Commenta con Facebook