• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-MILAN

PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-MILAN

Nella brutta gara del 'Bentegodi' i rossoneri non riescono ad avere la meglio sull'attenta difesa clivense


Montolivo espulso: un altro brutto pomeriggio per il Milan (Getty Images)
Stefano Carnevali (Twitter: @stefano_kaiser)

10/11/2013 17:51

PAGELLE TABELLINO CHIEVO-MILAN / VERONA - Due squadre impaurite e piene di problemi danno vita a una partita decisamente poco divertente. Il Milan attacca, ma non ha la qualità e la forza per scardinare l'organizzazione avversaria. Bene Kakà e Constant, dopo il suo ingresso. Attento Mexes. Disastroso Matri, male anche Muntari e Montolivo. Il Chievo disputa una gagliarda fase difensiva, mentre latita nettamente in avanti. Grande prova di Dainelli, bene Frey e Puggioni. Delude molto Thereau, combina poco anche Paloschi. Arbitraggio di Orsato rivedibile. 

 

CHIEVO 

Puggioni 6,5 - Primo tempo di assoluto riposo: il Milan arriva spesso dalle sue parti, ma la difesa disinnesca ogni tentativo dei rossoneri. Decisivo al 14' della ripresa su Emanuelson e un minuto dopo su Mexes.

Sardo 5 -  Occupa la corsia destra senza strafare. Grande difficoltà nel secondo tempo, soprattutto dopo l'ingresso di Constant.

Frey 6,5 - Molto preciso e fisico: nel primo tempo non sbaglia nulla. Traballa nella ripresa, quando il Chievo va davvero in apnea.

Dainelli 7 - Comanda la difesa e sbroglia le situazioni più intricate. Grande primo tempo e buonissima ripresa. 

Cesar 6 - Molto ruvido, sembra il meno sicuro dei tre marcatori del Chievo. Fatica nel secondo tempo, ma è reiteratamente graziato da Matri. 

Pamic 5,5 -Poli e Abate lo costringono sempre sulla difensiva. Si arrangia come può, ma è sempre in sofferenza anche se non affonda mai.

Radovanovic 6,5 - Disputa un primo tempo di grande sostanza, tendnedo il pomeriggio di Montolivo molto complicato. Bene anche nella ripresa. 

Rigoni 6 - Dovrebbe guidare la manovra dei suoi. In realtà riceve pochissimi palloni e , senza grande supporto dei compagni, non è che li faccia molto fruttare. Si divora il gol del vantaggio in avvio di ripresa, dopo una respinta di Abbiati ma salva il risultato con un recupero miracoloso su Robinho nel finale. 

Estigarribia 6 - Costretto a fare la mezz'ala, ci mette un po' a ingranare. Risulta comunque il clivense più vivace. Dal 46' Hetemaj 6 - Più 'in ruolo' del paraguaiano, disputa un secondo tempo ordinato.

Thereau 5 - Emblema di questo Chievo involuto: ha le qualità, ma non riesce mai a metterle a frutto e gira al largo dalle zone calde. Dal 65' Pellissier 5,5 - Sicuramente più aggressivo del francese, cerca di lavorare di rimessa contro lo sbilanciato Milan del secondo tempo. Rosso per un nervosismo assurdo nel recupero.

Paloschi 6 - Impegno innegabile, sempre sul filo del fuorigioco. La palla buona, però, fatica ad arrivare e, quando gli capita a inizio ripresa, si fa recuperare da Mexes. Dal 77' Acosty  6 - Cerca di sfruttare la sua velocità nelle ripartenze. 

All: Sannino 6 - 5-3-2 molto prudente che fa della densità difensiva la propria prerogativa migliore. Il Chievo attende il Milan cercando di chiudere ogni spazio: missione compiuta, anche se rinunciando a pungere quasi completamente. 

 

MILAN

Abbiati 6,5 - Torna titolare anche in campionato e sfodera una partita attenta e sicura. Grande parata su Estigarribia, nel primo tempo. Bravo anche in avvio di ripresa su Thereau.

Abate 6 - Spinta costante, come la poca precisione. Sul fondo non arriva mai, moltiplicando i cross dalla trequarti. E' comunque una delle poche fonti di gioco del Milan, 

Zapata 6 - Sicuro e preciso nelle chiusure, pasticcia sempre un po' troppo nella fase di possesso. Brividi nel finale.

Mexes 6,5 - Pomeriggio tranquillo, contro il poco ispirato attacco clivense. Grande secondo tempo, con un paio di chiusure importanti e un gol sfiorato.

Emanuelson 6- Davanti a lui agisce Muntari: sicuramente non un esterno molto offensivo. L'olandese dovrebbe approfittarne per spingere. In realtà, se ne sta sempre sulle sue, molto timido. Sfiora il goal 14' del secondo tempo, finale in crescendo.

Poli 6 - Non è un vero esterno, ma è vivace e ispirato. Ha le uniche due occasioni del Milan nel primo tempo. Poi si innervosisce e il suo rendimento cala un po'. Sfiora ancora il gol alla mezz'ora della rirpresa. Dal 77' Constant 6,5 - Entra con buon piglio e crea da subito un paio di belle occasioni.

Montolivo 5 - Poca qualità e tante scelte errate: non riesce mai a dare l'accelerata alla manovra di cui il Milan ha disperatamente bisogno. Si prende due gialli un po' ingenui e molto severi, lasciando la squadra in 10 nel finale.

De Jong 6 - Consueta utilità nella fase di recupero. Però non contribuisce certo a sveltire la manovra lentissima del Milan.

Muntari 5 - Largo a sinistra non è completamente a suo agio. Eccede anche in insipegabili leziosismi. Quando il Milan alza i ritmi, diventa sostanzialmente inutile. Dal 66' Robinho 6 - Ha un buon impatto sulla gara, rivelandosi utile da subito. L'impiego part time, quando la squadra attacca, sembra essere il giusto modo di utilizzare, attualmente , il brasiliano.  Colpisce un palo clamoroso a 10' dalla fine: più errore che sfortuna.

Kakà 6,5 - Il Milan si affida a lui: cercato sempre dai compagni, prova qualche progressione o il dialogo con Matri. Non disputa una partita di gran continuità, ma è l'unico giocatore del Milan a creare qualcosa e dar la sensazione di avere le qualità per essere costruttivo. A tratti sembra davvero 'predicare nel deserto'. Esce dopo il rosso a Montolivo. Dall'86' Cristante SV -.

Matri 4,5 - Combatte in solitaria con l'attentissimo terzetto centrale del Chievo. Compito improbo, ma rispetto al recente passato dà qualche segno di vita. L'impressione, comunque, è che resti sempre in attesa del pallone, senza mai avere il guizzo. Anche quando Kakà comincia a servirlo con continuità. A 5' dalla fine si divora un gol incredibile. 

All: Allegri 5 - Le tante assenze lo costringono ancora una volta a schierare un centrocampo a 4 privo di esterni veri. Il Milan controlla il pallone e si infrange contro la fitta difesa avversaria: mancano la qualità e la velocità necessarie per scardinarla. Qualcosa in più si vede nel secondo tempo, ma non basta nemmeno contro l'ultima in classifica. Ha poco materiale a disposizione, è vero, ma non ci mette nulla del suo. Perché togliere Kakà nell'assalto finale?

 

Arbtiro: Orsato 5 - Grazia Radovanovic per un brutto fallo su Kakà al limite dell'area. Idem con Pamic, dopo un intervento duro su Poli. Giusto non dare rigore al Milan per il mani di Dainelli che fa di tutto per togliere il braccio. Forti dubbi, invece, sulla posizione irregolare segnalata a Paloschi poco prima della mezz'ora della ripresa. Severi un po' entrambi i gialli a Montolivo.

 

CHIEVO- MILAN 0-0

CHIEVO (5-3-2): Puggioni; Sardo, Frey, Dainelli, Cesar Pamic; Radovanovic, Rigoni, Estigarribia (46' Hetemaj); Thereau (65' Pellissier), Paloschi (77'Acosty). All: Sannino

MILAN (4-4-1-1): Abbiati; Abate, Zapata, Mexes, Emanuelson; Poli (77' Constant), Montolivo, De Jong, Muntari (66' Robinho); Kakà (86' Cristante); Matri. All: Allegri

Arbitro: Orsato

Marcatori

Ammoniti: 35' Cesar (C); 45' + 1' Montolivo (M); 75' Rigoni (C)

Espulsi: 83' Montolivo (M); 90' Pellissier (C)

Note




Commenta con Facebook