• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Borriello a 360 gradi: "Totti e' la luce. Vi svelo cosa successe a mio padre"

Roma, Borriello a 360 gradi: "Totti e' la luce. Vi svelo cosa successe a mio padre"

L'attaccante giallorosso ha toccato diversi argomenti durante un'intervista


Marco Borriello (Getty Images)

09/11/2013 09:44

ROMA INTERVISTA BORRIELLO / ROMA - Marco Borriello sta vivendo una stagione forse inaspettata: l'attaccante della Roma sembrava destinato a lasciare la Capitale in estate, ma dopo essere rimasto in casa giallorossa sta trovando anche molto spazio. L'ex Genoa e Juventus ha parlato a 'La Gazzetta dello Sport', toccando diversi argomenti:

TOTTI - "Nessuno al mondo può sostituirlo, è la luce. Senza di lui manca della qualità, però questo deve responsabilizzare tutti, non solo me. Io non sono il centravantone bravo solo di testa".

ALLENATORI - "Con Ranieri all’inizio c’era grande entusiasmo che man mano però è andato perduto durate il cambio di proprietà. Con Montella mi sono trovato benissimo, Luis Enrique e Zeman invece avevano idee tattiche diverse, così ho capito che era meglio andare via. Poi però loro sono stati esonerati e io ho vinto uno scudetto... Ecco, l’ho detto. Avevo questo sassolino da togliermi".

GAY - "Outing? Per noi calciatori non sarebbe un problema. Io poi ho anche alcuni amici gay. Ma non so come i tifosi la prenderebbero. Ho visto calciatori con tendenze bisessuali sia nel Milan che nella Juventus che nel Genoa".

CAMORRA - "Mio padre aveva prestato dei soldi a Pasquale Centore, ex sindaco di un paese del Casertano. Quest’uomo, legato al clan dei Casalesi, non glieli voleva restituire e in un raptus lo ha ammazzato. Il calcio, poi, mi ha aiutato a superare quella mancanza, però mi sarebbe piaciuto che mio padre avesse visto quello che sono riuscito a fare".

 

M.B.




Commenta con Facebook