• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Di Francesco esalta Garcia: "Questa squadra ricorda quella dello scudetto"

Roma, Di Francesco esalta Garcia: "Questa squadra ricorda quella dello scudetto"

Il tecnico del Sassuolo fa un paragone con la squadra allenata da Capello e quella attuale


Roma (Getty Images)
Martin Sartorio (twitter: smartins88)

08/11/2013 22:28

ROMA DI FRANCESCO CAPELLO GARCIA RECORD/ ROMA - Nonostante il passo falso di domenica scorsa contro il Torino, la Roma resta ugualmente la squadra migliore di questo inizio di stagione in Serie A. I numeri, infatti, sono ancora dalla parte dei giallorossi, che hanno nettamente la miglior difesa (solo due rete subite) e il secondo attacco (25 gol). Gran merito di tutto questo è ovviamente di Rudi Garcia. A pensarla così è anche l'ex Roma Eusebio Di Francesco: "L'allenatore ha fatto un grande lavoro a livello psicologico e questa Roma mi ricorda molto la mia - afferma l'attuale tecnico del Sassuolo a 'Sky Sport' -".

DE SANCTIS - "E' un portiere di grande affidabilità che da sicurezza nel reparto e lo dimostrano nei pochi gol subiti. Sa leggere bene le situazioni su ogni pallone. Secondo me è come Antonioli: uno dei migliori portieri d'Italia anche se poco considerato".

VECCHIA E NUOVA ROMA - "Io ho giocato con Cafu e Candela che erano due esterni che spingevano tantissimo: il primo sulla corsa era imbattibile, mentre il secondo era un giocatore di classe prestato alla difesa. Noi giocavamo con la difesa a tre e questo permetteva a quei due di dare un grande contributo in fase di spinta avendo le spalle ben coperte. In quel periodo ci facemmo male sia io sia Emerson, che era un grandissimo calciatore, che tornò immediatamente titolare una volta recuperato dall'infortunio. Ma c'erano anche altri centrocampisti di valore come Assunçao che permettevano tante alternative in mezzo al campo. Però credo che questo centrocampo abbia maggiore qualità tecnica rispetto a quello di allora. Batistuta anche se non stava bene è stato molto importante, ma anche Montella non va dimenticato perché sapeva essere sempre decisivo quando era chiamato in causa".

TOTTI - "Francesco negli ultimi anni ha ritrovato anche fisicità, anche grazie al lavoro di mister Zeman dello scorso anno. Mi piace il suo atteggiamento e il fatto che non dia punti di riferimento in avanti e un po' manca a questa squadra".




Commenta con Facebook