• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter-Livorno, Mazzarri: "Campagnaro? La societa' ha agito nel modo giusto. Zanetti puo'

Inter-Livorno, Mazzarri: "Campagnaro? La societa' ha agito nel modo giusto. Zanetti puo' rientrare"

Le parole del tecnico nerazzurro alla viglia della sfida di 'San Siro'


Walter Mazzarri (Getty Images)
Lorenzo Polimanti

08/11/2013 14:01

INTER LIVORNO MAZZARRI CONFERENZA STAMPA / MILANO - Giorno di vigilia in casa Inter. A poco più di 24 ore dalla sfida di 'San Siro' con il Livorno, il tecnico nerazzurro Walter Mazzarri si concede ai microfoni dei giornalisti nella consueta conferenza stampa.

ATTACCO - "Miglior attacco? Sono dati importanti ed abbastanza indicativi dopo diverse partite. Ci fa piacere perché si è parlato di giocare con più attaccanti ed io ho detto che è più importante fare un gioco collettivo ed aggressivo. Io guardo di più all'aspetto globale. Mi piace fare tanti gol, ma bisogna migliorare per non prenderne. Ho recuperato Belfodil intanto. Non rimpiango chi non ho a disposizione, a Udine ne avevamo solo uno di ruolo e ho portato Puscas che è molto interessante e forse ci sarà anche domani. Mi interessa che se fa bene tutta la squadra possiamo fare ottime prestazioni anche con le assenze.".

CAMPAGNARO - "Si sono sentite cose inesatte e la società l'ha sottolineato. Quello che succederà lo vedrete. Ho chiesto a chi di dovere e mi è stato detto che non è ancora al meglio e quindi non lo posso inserire. In allenamento cerco di ricalcare l'andamento delle partite e se non si è mai allenato a questi ritmi non può giocare. Secondo me la società si è comportata nel modo giusto perché noi ci parliamo e lo monitoriamo ogni giorno. Il comunicato è stato doveroso perché si sono dette inesattezze e la società ha precisato tutto l'iter degli eventi.".

ZANETTI - "Usarlo da interno? Io guardo il campo, non l'età. I giocatori sanno cosa voglio da loro e lui è talmente forte che quando starà bene potrà fare più ruoli, anche il difensore. Un jolly come lui è solo positivo. Lui deve solo star bene fisicamente e trovare la migliore condizione e lo sa. Scende in campo domani? Vedremo. Ha cominciato ad accelerare ma viene da un infortunio e deve superare degli step. Bisogna vedere come andrà la partita".

THOHIR - "Le sue parole certamente fanno piacere. Dobbiamo dare una base tattica alla squadra ed il fatto che abbia sottolineato che siamo sulla buona squadra fa sicuramente piacere, ma l'abbiamo visto anche noi con i nostri occhi. Come gli presenterò la squadra? Gli dirò quello che penso. Le linee programmatiche le traccia la società ed in base a quello che decidono dico la mia. Quando chiedo un giocatore sono abituato a mettere otto alternative".

RIVALI - "Il bello del calcio è che le forze sulla carta spesso vengono smentite. Uno come me che ha fatto la gavetta allenando squadre con obiettivi diversi lo so. La fine la classifica è la somma dei punti e non ci vogliamo distrarre con altre considerazioni. Non guardiamo agli altri, noi dobbiamo fare la nostra corsa. Scordiamoci Udine e pensiamo al Livorno, non possiamo sottovalutare l'avversario. Ogni partita va affrontata come una finale di Champions. Il salto di qualità per competere per restare ai vertici deve essere questo: mai sottovalutare nessuna sfida".

MODULO - "Rolando e Guarin hanno dato indicazioni importanti nei loro ruoli a Udine. Non è solo il giocatore che si trova meglio con quel modulo, ma è anche in funzione di tutta la squadra. Entrambi hanno dato ottime indicazioni per un riutilizzo in quelle posizioni".

LIVORNO - "I giocatori che sono in prestito al Livorno li seguiamo tutti perché sono molto interessanti. Non c'è solo Bardi, ce ne sono diversi e molto interessanti. Conosco bene Mbaye e Duncan e spero crescano. Il Livorno l'ho già incontrato da ex diverse volte, è stata una tappa fondamentale per la mia carriera. Sono molto legato a quella squadra. Sono contento che stia facendo questo cammino in campionato e ho grande stima per il presidente che conosco bene. Chiaramente domani non penserò a queste cose.".

SAMUEL - "Faccio il test oggi per vedere se può giocare. Se ce la fa andrà a sinistra al posto di Juan Jesus visto che è l'unico mancino".

CARRIERA - "Sono orgoglioso di essere partito da zero e di non aver avuto amicizie influenti. Ho dovuto sempre fare i risultati. Faccio l'allenatore come sempre, è solo cambiata la risonanza attorno. Ho fatto il mio lavoro in C2, lo faccio qui. Non sento differenze perché interpreto il lavoro sempre allo stesso modo".


SEGUONO AGGIORNAMENTI




Commenta con Facebook