• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI PANDURII-FIORENTINA

PAGELLE E TABELLINO DI PANDURII-FIORENTINA

Cuadrado inarrestabile, Borja Valero leader. Male Roncaglia e Iakovenko


Un momento del match (Getty Images)
Samuele Perotti

07/11/2013 22:23

PAGELLE E TABELLINO PANDURII-FIORENTINA / CLUJ – La Fiorentina con una rabbiosa reazione nel secondo tempo conquista con due turni d’anticipo la qualificazione ai sedicesimi di Europa League. Cuadrado fornisce due assist ed è una spina nel fianco per il Pandurii. Borja Valero entra ad inizio ripresa e prende per mano tutta la squadra mentre Matos lotta e trova il gol da vero rapinatore d’aria. Iakovenko delude ancora una volta, ma il peggiore è Roncaglia che è troppo distratto in difesa e inconsistente in attacco.  I rumeni si aggrappano alle parate del secondo portiere Mingote e alle splendide giocate di Eric Pereira che trova la seconda rete in Europa grazie ad una straordinaria mezza rovesciata.   

PANDURII

Stanca sv – Dal 24’ Mingote 7,5 – Appena entrato in campo salva in uscita su Joaquin. Nella ripresa con diversi interventi prodigiosi tiene avanti i suoi. Incolpevole sui due gol che decidono la partita.

Ungurusan 6 – Limita la sua prestazione alla sola fase difensiva e lo fa in modo egregio nel primo tempo su Iakovenko, nella ripresa si salva come può sulle offensive di Cuadrado e Borja Valero.  

Erico 6 – Matos fa molto movimento e prova a metterlo in difficoltà; lui non fa una piega ed è sempre puntuale, anche nelle coperture. Un infortunio muscolare lo mette ko. Dal 42’ Mamele 6 – Entra in campo per sostituire il compagno infortunato e lo fa in modo ordinato e deciso. Anche lui nel finale sbanda in modo incredibile.

Christou 5,5 – Grazie al suo fisico mette in difficoltà Matos e lo costringe a girare a largo dall’area di rigore. Si distrae sul cross del momentaneo pareggio, quando è poco reattivo.

Momcilovic 6 – Soffre un po’ in fase difensiva, soprattutto quando nel finale dalla sua parte gioca Cuadrato ma dimostra una grande facilità di corsa e personalità in fase di spinta

Breeveld 5,5 – Meno incisivo e determinato del compagno di reparto, finisce per mettere a referto una partita anonima. 

Anton 6 – Una diga davanti alla difesa. Compatta tutta la squadra di Pustai e quando può cerca di avviare i contropiedi, in modo semplice, quasi basilare.

Buleica 6,5 – Passa senza problemi dalla fascia sinistra a quella destra, costringendo sulla difensiva i terzini viola. Con un bel cross fornisce l’assist del momentaneo vantaggio 

Eric Pereira 7 – L’uomo più tecnico dei rumeni trova un gran goal in mezza rovesciata e fino alla fine è l’unico in grado di creare gioco e rendersi pericoloso, anche dalla distanza. 

Distefano 5 – Il meno brillante dei trequartisti rumeni. Si sacrifica in fase di ripiegamento ma perde lucidità e si estranea dai schemi offensivi. Dal 87’ Sipo sv

Dos Santos 6 – Lotta su tutti i palloni, gioca bene di sponda e dimostra buone doti tecniche, sfiorando nella ripresa il goal. 

All. Pustai 6 – Il materiale tecnico a sua disposizione è quello che è, lui li carica, li schiera in campo bene e sfiora l’impresa.

FIORENTINA

Munua 5.5 – Non può nulla sulla traiettoria beffarda di Eric Pereira ma nella ripresa mostra a tutti di essere un po’ arrugginito con alcune respinte incerte.

Roncaglia 5 – Prova discontinua e insufficiente per l’argentino che non spinge in modo convinto e soprattutto commette errori grossolani in difesa. 

Gonzalo Rodriguez  6,5 – Pulito, ordinato e tranquillo rende facile anche le chiusure più difficili e soprattutto tiene allineato bene il reparto arretrato dei viola. Dal 80’ Capezzi sv.

Compper  6 – Si salva col mestiere ma soffre troppo i movimenti degli attaccanti rumeni e questo fa si che spesso sia costretto ad inseguirli e a cercare il recupero frettoloso. 

Alonso 6 – Puntuale in difesa, limita troppo le folate offensive che nelle altre partite europee l’avevano reso protagonista di prove molto più intraprendenti.

Cuadrado 8 – Nel ruolo di centrocampista fatica a trovare la posizione e sbilancia troppo la squadra. Esperimento fallito ma con la sua velocità e tecnica è una vera spina nel fianco, come dimostrano i due splendidi assist nel finale.

Aquilani 6 – Preoccupato da dover ricoprire il ruolo di diga davanti alla difesa, alza il baricentro solo nella ripresa quando fa girare palla in modo più deciso e funzionale. 

Mati Fernandez 5,5 – Il recente infortunio muscolare lo limita un po’. Non riesce a dare equilibrio alla squadra e si limita ad uno sterile fraseggio orizzontale. Nella ripresa appare più convinto. Dal 65’ Ilicic 6 – Non ha ancora il ritmo partita ma con grande eleganza salta sempre l’uomo e crea superiorità numerica.

Joaquin 6 – Vivace, dinamico svaria su tutte e due le fasce cercando i dialoghi sullo stretto con i compagni. Il troppo movimento fa si che si perda sul più bello, senza riuscire a trovare il goal.

Matos 6,5 – Lotta molto spesso giocando spalle alla porta, contro i due difensori rumeni. Non trova la giocata decisivo ma da vero bomber si fa trovare pronto nell’unica occasione a sua disposzione.

Iakovenko 5 – L’ucraino fatica a mettere in mostra le sue grandi capacità. Per lunghi tratti resta troppo largo e isolato sulla sinistra e quando entra in possesso del pallone è impacciato. Dal 46’ Borja Valero 7 – Entra e la Fiorentina si risveglia. Svaria sul tutto il fronte d’attacco e detta alla grande i tempi della squadra. Salta l’uomo, verticalizza per i compagni, sfiora in due circostanze la rete e all’ultimo tuffo trova il meritato goal vittoria.

All. Montella 7 – Fa rifiatare un po’ di titolari ma con il suo carisma e i cambi giusti ha il merito di ottenere un successo che vale la qualificazione e permette alla viola di restare a più tre sul Dnipro.

Arbitro: Tasos Sidiropoulos 6 – Arbitra all’inglese e tiene in mano la partita con un saggio utilizzo dei cartellini gialli.

TABELLINO

PANDURII-FIORENTINA 1-2

PANDURII (4-2-3-1): Stanca (24’ Mingote); Ungurusan, Erico (42’ Mamele), Christou, Momcilovic; Breeveld, Anton; Buleica, Eric Pereira, Distefano (87’ Sipo); Dos Santos. Allenatore: Pustai.

FIORENTINA (4-3-3): Munua; Roncaglia (80’ Capezzi), Gonzalo Rodriguez, Compper Alonso; Cuadrado, Aquilani, Mati Fernandez (65’ Ilicic); Joaquin, Matos, Iakovenko (46’ Borja Valero). Allenatore: Montella.

Arbitro: Sidiropoulos (Grecia)

Marcatori: 32’ Eric Pereira (P), 86’ Matos (F), 90’+2’ Borja Valero (F).

Ammoniti: 23’ Erico (P), 55’ Momcilovic (P), 69’ Gonzalo Rodriguez (F), 79’ Borja Valero (F), 79’ Anton (P), 89’ Mingote (P).

 




Commenta con Facebook