• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Barcellona-Milan, Allegri: "Balotelli non e' un problema. La societa' valuta il mio lav

Barcellona-Milan, Allegri: "Balotelli non e' un problema. La societa' valuta il mio lavoro"

Il tecnico ha commentato la sconfitta del 'Camp Nou'


Massimiliano Allegri (Getty Images)

06/11/2013 23:50

 

BARCELLONA MILAN ALLEGRI / BARCELLONA (Spagna) – Massimiliano Allegri ha commentato la sconfitta del 'Camp Nou': "Balotelli nelle ultime partite non aveva fatto benissimo, veniva da un infortunio in Nazionale quindi ho preferito la coppia Kakà-Robinho dall'inizio. Mario non è un problema, stasera ha fatto e creato delle situazioni interessanti, credo solo che debba migliorare alcune cose nel contesto di una squadra. Sono contento della prestazione dei ragazzi alla quale faccio i complimenti, stasera era veramente una partita difficile. Il ruolo dell'allenatore è legato ai risultati e c'è una società che deve valutarlo. Questa sera abbiamo sbagliato nel passaggio in uscita in un paio di circostanze – le parole di Allegri a 'Mediaset' - Noi troppo rinunciatari? Stasera era difficile fare il contropiede, tra i ragazzi a disposizione non avevo nessuno con le caratteristiche di El Shaarawy, per questo ho preferito lasciare libero là davanti Kakà. Contro il Barcellona dovevamo giocare cosi, quello che ci è mancato è il tempo d'uscita nelle ripartenze. In questo momento gli episodi non ci sono favorevoli, non dobbiamo piangerci addosso ma dobbiamo cercare di capovolgere certe situazioni".

A 'Sky' Allegri ha aggiunto: "Se avverto la dirigenza quando escludo Balotelli? Ho sentito il Presidente, come prima di ogni partita, e ho detto sia a lui che a Galliani che oggi Balotelli non avrebbe giocato. L'allenatore sono io, nel bene e nel male devo scegliere. L'ho fatto per il bene della squadra ma anche per il bene di Balotelli".




Commenta con Facebook