• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Champions league > Barcellona-Milan, Mascherano: "Giochiamo contro la tradizione. Vedremo un bel Kaka'"

Barcellona-Milan, Mascherano: "Giochiamo contro la tradizione. Vedremo un bel Kaka'"

Il centrocampista blaugrana ha parlato a poche ore dalla sfida di Champions contro i rossoneri



05/11/2013 10:38

BARCELLONA MILAN INTERVISTA MASCHERANO KAKA' SERIE A MARTINO / MILANO - Javier Mascherano, centrocampista del Barcellona, ha rilasciato un'intervista a 'ExtraTime' alla vigilia della partita di Champions League contro il Milan:

LA PARTITA - "Il Milan è una quadra di categoria, tradizione, gerarchia. Non ha iniziato bene la stagione, ma nelle partite dove davvero c’era da dimostrare qualcosa l’ha fatto: con noi ma anche con la Juve. Al di là del risultato ha fatto una gara interessante, ha giocato alla pari a Torino. Kakà? Non mi sorprende perché io penso che il calcio è all’80% mentale e al 20% fisico. E considerando ciò che Kakà ha vissuto nel Milan, il suo miglior momento come calciatore, non credo possa sentirsi tanto bene come lì. Non so se tornerà il miglior Kakà, però sicuramente vedremo un gran bel Kakà, come contro di noi".

IL BARCELLONA, MARTINO e NEYMAR - "La scelta di puntare su Martino mi ha sorpreso, non per una questione di capacità ma perché non è abituale che un grande club europeo venga affidato a un allenatore sudamericano che non ha esperienza europea. Basti pensare a Carlos Bianchi alla Roma. Martino pensa il calcio in un modo molto simile a quello del Barça. Col suo arrivo si è chiusa una tappa e se n’è aperta un’altra. Io non penso che il Tata sia qui per cambiare cose quanto per cercare alternative. Dopo tanto tempo i rivali ti hanno preso le misure e non puoi continuare a giocare sempre allo stesso modo. Lo spirito Barça non lo perdiamo, è parte del dna: cerchiamo alternative per situazioni, partite, avversari, per non ripeterci. Neymar? Gioca nella stessa posizione del Santos e la cosa lo aiuta, e poi è un ottimo ragazzo. Io avevo parlato con chi lo conosceva e le referenze erano ottime. È un ragazzo coi piedi per terra, misurato, ben appoggiato".

 




Commenta con Facebook