• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Udinese-Inter, Cambiasso: "La reazione che volevamo"

Udinese-Inter, Cambiasso: "La reazione che volevamo"

Il centrocampista argentino ha detto la sua dopo il match



03/11/2013 19:58

UDINESE INTER ESTEBAN CAMBIASSO / UDINE - Al termine della partita contro l'Udinese il centrocampista dell'Inter Cambiasso ha parlato a 'Sky Sport': "Io l'argentino che ha vinto di più nella storia? E' un orgoglio, ma so benissimo che questo traguardo sarà sorpassato da Messi, sarà comunque un orgoglio esser sorpassati dal più grande di tutti nella storia. Tornando a noi, mi fa piacere che la squadra si esprima in questo modo e dia sempre la sensazione di essere padrona del gioco che per l'Inter è anche un po' un obbligo. Dopo il pareggio a Bergamo la squadra era arrabbiata e voleva una reazione, oggi siamo riusciti ad esprimerci bene".

ZANETTI - "Sono felice del rientro di Zanetti, avrei preferito restituirgli prima la fascia, avrei preferito che non avesse smesso lui di indossarla, so quanto lui sia importante per questa squadra, la sua presenza si sente anche quando non gioca e sono felice che sia stato tra noi questa sera".

MAZZARRI - "Si vede sicuramente l'impronta dell'allenatore, le squadre di Mazzarri hanno sempre avuto un'identità, cosa che gli ha consentito di arrivare a determinati traguardi. Ad oggi siamo soddisfatti del lavoro svolto".

ALVAREZ - Sono sempre stato convinto della sua forza, se lo avessi reso pubblico, però, avreste detto che c'è la mafia degli argentini (sorride, ndr) e che lui era all'Inter solo per gli argentini. La sua potenzialità era ben chiara, quello che ci spiaceva di più era non esser riusciti a dargli prima l'appoggio della squadra".

INFORTUNI - "Non sembrano gravi, dovrebbero essere solo crampi. Può capitare di farsi male, ma se andiamo a mille all'ora lo accettiamo più serenamente".

OBIETTIVI - "Pensiamo a giocare ogni partita al meglio, sappiamo che sopra corrono a mille ma dobbiamo aspettare gli scontri diretti per raggiungerli".

A.C.

 




Commenta con Facebook