• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO MILAN-FIORENTINA

PAGELLE E TABELLINO MILAN-FIORENTINA

Balotelli fantasma, Kaka' propositivo. Rossi appannato, Borja Valero insostituibile


Milan-Fiorentina (Getty Images)
Samuele Perotti

03/11/2013 00:19

PAGELLE TABELLINO MILAN FIORENTINA / MILANO - Per il terzo anno consecutivo la Fiorentina espugna il San Siro rossonero, grazia ad una prova determinata e intelligente. Un Milan allo sbando è rappresentato benissimo da Mario Balotelli che appare incapace di creare la benché minima giocata. L'unico a suonare la carica è Kakà, supportato da un buon Montolivo. Muntari è troppo irruento, mentre per Birsa sembra finito il momento magico. Nella Fiorentina, messa in campo bene da Montella, brilla Borja Valero, il vero ragioniere di questa squadra. Matos crea scompigli con la sua velocità, mentre Rossi incappa in una serata storta. Bene tutto il reparto arretrato, guidato da Gonzalo Rodriguez, e l’ingresso in campo di Joaquin.

 

MILAN

Gabriel  5 – Incolpevole sulla beffarda deviazione di Vargas, rovina una buona prova con la scellerata uscita che regala il pallone del 2-0 a Borja Valero.

Abate  6 – Sempre puntuale in difesa, sembra stanco e proprio per questo limita al massimo le discese sulla fascia destra. Ogni volta che lo fa però è pericoloso.

Zaccardo 5,5 – Aiutato da Zapata tiene bene a bada Rossi, soprattutto sulle palle alte. I limiti emergono però quando se la vede con Matos che lo umilia in velocità. 

Zapata 6 – Se Rossi incappa in una serataccia il merito è soprattutto lui che non lo lascia respirare. Sempre attento recupera anche a qualche amnesia dei compagni di reparto.

Constant 5 – Parte bene con buona personalità ma l’entusiasmo si perde subito. In fase difensiva è sempre in affanno, con il pallone tra i piedi, invece, non sa cosa farci.

Montolivo 6 – L’unico del centrocampo rossonero ad avere un po’ di qualità, ci prova sia con i lanci che con gli inserimenti ma non trova compagni all’altezza della situazione. 

De Jong 5,5 – Meno reattivo del solito. I centrocampisti viola gli sfrecciano da tutte le parti e lui va in affanno facendosi pescare spesso fuori posizione. Sbaglia ancora troppi appoggi semplici.

Muntari 5 – Troppo irruento e poco intelligente commette troppi falli evitabili, come in occasione del goal di Vargas. Fatica a supportare la manovra offensiva, dove cerca sempre il tiro da fuori. Dal 69’ Saponara 5,5 – Buttato nella mischia, in un ruolo non suo va alla deriva. Saltato secco da Joaquin in occasione del 2-0, sciupa anche una buona occasione sul cross di Abate

Birsa 5 – L’impegno ce lo mette tutto ma il momento magico sembra essere passato. Svaria su tutto il fronte d’attacco cercando gli spazi giusti ma sbaglia cross e appoggi in quantità industriale. Dal 57’ Niang 5,5 – Entra in campo carico ma come suo solito si incaponisce in azioni personali prive di senso e non riesce mai rendersi pericoloso.

Balotelli 4 – Immalinconito da questo Milan SuperMario sembra aver perso tutti i suoi super poteri. Non cerca mai la giocata decisiva, non dialoga con i compagni e mette in scena l’ennesima simulazione stagionale. Chiude la pessima prova con il giallo che gli costa la squalifica.

Kakà 6,5 – Prova a trascinare la squadra con la classe e la sua personalità. Gioca a tutto campo ed è l’unico che in qualche modo cerca la gioca vincente. Spende molte energie e nella ripresa cala.

Allegri 4,5 – All’inizio il Milan è messo bene in campo ma non riesce a creare nemmeno una occasione da goal, anche a causa della mancanza di qualità in mezzo al campo. La squadra sembra non seguirlo più e lui sbaglia per l’ennesima volta i cambi.

 

FIORENTINA

Neto 6 – Il Milan non tira mai nello specchio della porta e lui si fa trovare pronto sulla normale amministrazione

Tomovic 6,5 – Parte tranquillo, pensando soprattutto alla fase difensiva, con il passare dei minuti però si scioglie e a volte è pronto a ripartire. 

Gonzalo Rodriguez 6,5 – Si prende cura di Balotelli e lo manda fuori giri sia con le buone che con le cattive. É il regista difensivo e spesso avvia le ripartenze viola.

Savic 6,5 – Prova pulita e determinata per lui che riscatta in questo modo alcuni errori commessi nelle ultime partite. 

Pasqual 6 – Sulla sinistra non si passa. Spinge molto meno del solito, tanto che non arriva mai al cross ma annulla nell’ordine Birsa, Niang e Montolivo con una grande facilità.

Aquilani 5,5 – Dopo l’infortunio di Ambrosini si mette davanti la difesa e gioca un match diligente. Recupera palla e la gestisce al meglio. Il troppo entusiasmo, gli fa rischiare il secondo giallo.

Ambrosini 6 – Si piazza davanti alla difesa, recupera palla e l’appoggia in modo semplici ai compagni. Esce tra gli applausi, meritati, dei suoi ex tifosi per l’ennesimo infortunio muscolare. Dal 34’ Vecino 6 – Buttato nella mischia per necessità, regala a Montella una prestazione solida, priva di disattenzioni.

Borja Valero 7 – L’anima di questa squadra. Svaria su tutto l’arco del campo e si fa sempre trovare pronto. Gioca a testa alta e non sbaglia mai un pallone. Salta l’uomo con una grande facilità e si fa trovare pronto sulla respinta corta di Gabriel.

Matos 6,5 – Il suo dinamismo mette in difficoltà la compassata difesa rossonera. Si sacrifica anche nel pressing e con i suoi movimenti crea gli spazi anche dove non ci sono. Dal 91’ Oliveira sv.

Rossi 5,5 – Chiuso nella morsa Zapata-Zaccardo, si trova spesso spalle alla porta e non riesce ad incidere. Allora prova ad abbassarsi per ricevere palla ma gli manca la giusta brillantezza. Dal 68’ Joaquin 6 -  Entra subito nel match e dai suoi piedi parte il cross da cui scaturisce il goal che chiude l’incontro.

Vargas 6 – Ha perso la brillantezza di un tempo, ma con questo Milan la sua potenza basta e avanza. Sulla sinistra si defila troppo dal gioco viola ma grazie alla fortuna trova il goal dell’1-0.

Montella 7 – In piena emergenza la “viola” mette in atto una prova solida, da grande squadra. Si difende compatta e quando ha delle occasioni non perdona. La fortuna aiuta gli audaci.

Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni 5,5 – La partita non è cattiva, ma lui non sembra reattivo. Bravo sulle simulazioni di Balotelli, sbaglia non dando il secondo giallo ad Aquilani.

 

TABELLINO

MILAN-FIORENTINA 0-2

MILAN (4-3-3): Gabriel; Abate, Zaccardo, Zapata, Constant; Montolivo, De Jong, Muntari (69’ Saponara); Birsa (57’ Niang), Balotelli, Kakà.  Allenatore: Allegri. 

FIORENTINA (4-3-3): Neto; Tomovic, Gonzalo Rodriguez, Savic; Pasqual, Aquilani, Ambrosini (34’ Vecino), Borja Valero; Matos (91’ Oliveira), Rossi (68’ Joaquin), Vargas. Allenatore: Montella.

Arbitro: Mazzoleni di Bergamo

Marcatori: 27’ Vargas (F), 73’ Borja Valero (F).

Ammoniti: 29’ Matos (F), 50’ Aquilani (F), 61’ Balotelli (M).




Commenta con Facebook