• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-SAMPDORIA

PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-SAMPDORIA

Toni fa volare il Verona. Sampdoria tradita dalla propria difesa.


Gianluca Scatena

31/10/2013 00:45

PAGELLE E TABELLINO VERONA-SAMPDORIA/ VERONA - L'Hellas Verona voleva dimenticare la sconfitta con l'Inter e ricominciare la trionfale corsa che prima di oggi ha fruttato ben 16 punti, inseguendo inoltre il record di vittorie casalinghe consecutive che tuttora detiene insieme a Roma e Juventus. Di fronte una Sampdoria reduce da vittorie con Atalanta e Livorno. I gialloblu riescono nel loro intento, grazie al mix di gioventù ed esperienza garantito da Albertazzi e Toni. I ragazzi di Delio Rossi, di contro, appaiono spenti e spaesati, soprattutto in difesa, dove Gastaldello e Costa lasciano a desiderare.

 

VERONA

Rafael 6 – Mai seriamente impegnato.

Cacciatore 6,5 – Sulla carta è difensore, ma in campo è sempre molto propositivo.

Maietta 6 – Partita tranquilla, nessun rischio.

Albertazzi 7 – Alla terza presenza in Serie A dimostra di avere carattere e personalità sfoderando una grande prestazione.

Gonzalez 6 – Sostituisce lo squalificato Moras e non ne fa sentire la mancanza.

Laner 6 – Prova sufficiente, senza eccessi. Dal 67' Romulo s.v.

Hallfredsson 6,5 – Lotta in ogni dove e fa girare la squadra alla perfezione.

Jorginho 6 – Si muove bene a centrocampo ed bravo a mantenere la posizione, creando spesso occasioni appetibili per l'attacco veronese.

Martinho 5,5 – Delle tre stelle in avanti, è sicuramente la meno splendente. Dal 74' Iturbe s.v.

Toni 7,5 – Fa a sportellate con i difensori doriani, serve l'assist vincente per Gomez e segna un gran goal. La stagionatura è ancora lontana!

Gomez 6,5 – Spento nel corso del primo tempo, si risveglia dal letargo nella seconda frazione di gara e porta i suoi in vantaggio.

 

All. Mandorlini 7 – Da neopromossa qual è, il Verona conquista il titolo di sorpresa dell'anno. Gira benissimo e non sbaglia quasi nulla a livello tattico, conquistando la quinta vittoria consecutiva tra le mura amiche.

 

SAMPDORIA

Da Costa 5,5 – Sebbene non abbia colpe sui goal subiti, perde la sufficienza a causa di una papera sfiorata dopo un rinvio intercettato da Gomez.

Mustafi 5,5 – Si comporta bene in difesa, ma pecca troppo spesso nelle sortite offensive.

Gastaldello 5 – Non regge il confronto con la fisicità di Toni.

Costa 4,5 – Non possiede i tempi del classico difensore centrale e perde in continuazione la marcatura sugli attaccanti gialloblu, provocando in parte la sconfitta doriana.

Regini 5 – Assente all'interno del gioco, seppur minimo, dei blucerchiati.

Gavazzi 5 – Tanto impegno, pochi risultati. Dal 66' Wszolek 5 – Cambiando l'ordine degli addendi, il risultato non cambia.

Krsticic 5,5 – La sua forma non è delle migliori. L'infortunio si fa sentire ancora. Dal 84' Gentsoglou s.v.

Obiang 6 – Nel primo tempo riesce a bloccare le ripartenze degli avversari e a far girare la palla, ma nella ripresa cala evidentemente assieme al resto della squadra.

Bjarnason 5 – Fa compagnia a Regini.

Eder 6 – Lotta per quanto possibile. Il goal non arriva di fronte all'organizzazione della difesa di Mandorlini.

Gabbiadini 5,5 – La Sampdoria ha poche occasione da poter sfruttare, ma lui le spreca.

 

All. Rossi 5,5 – Subisce la netta superiorità scaligera.

 

Arbitro: Giacomelli 6 – Svolge il suo lavoro con decisione, senza sbavature.

 

TABELLINO

 

VERONA-SAMPDORIA 2-0

 

Verona (4-3-3): Rafael; Cacciatore, Gonzalez, Maietta, Albertazzi; Laner (67' Romulo), Jorginho, Hallfredsson; Gomez (74' Iturbe), Toni, Martinho (74' Donati). A disp.: Mihaylov, Agostini, Bianchetti, Sala, Donati, Donadel, Longo, Jankovic, Cacia. All.: Mandorlini

Sampdoria (4-4-2): Da Costa; Mustafi, Gastaldello, Costa, Regini; Gavazzi (65' Wszolek), Krsticic (84' Gentsoglou), Obiang, Bjarnason; Eder, Gabbiadini (57' Pozzi). A disp.: Fiorillo, Tozzo, Berardi, Fornasier, Castellini, Palombo, De Silvestri, Renan, Rodriguez, Petagna, Soriano. All.: Rossi

Arbitro: Giacomelli

Marcatori: 51' Gomez Taleb, 78' Toni (V)

 

Ammoniti: Éder (S)




Commenta con Facebook