• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Massimo Oddo su Balotelli e Milan-Lazio

Massimo Oddo su Balotelli e Milan-Lazio

Calciomercato.it ha intervistato in esclusiva il doppio ex delle due formazioni, Campione del Mondo con l'Italia nel 2006


Mario Balotelli (Getty Images)
Federico Scarponi

30/10/2013 14:51

CALCIOMERCATO MILAN ESCLUSIVO ODDO / GENOVA - Momento delicatissimo in casa Milan. I risultati latitano e - inevitabilmente - l'uomo più rappresentativo e il tecnico, sono finiti sulla graticola. Per parlare del futuro in rossonero (?) di Mario Balotelli e Massimiliano Allegri, nonché del match che vedrà impegnato il 'Diavolo' contro la Lazio, Calciomercato.it ha intervistato in esclusiva Massimo Oddo, ex difensore di entrambe le formazioni e attuale tecnico degli Allievi Regionali B del Genoa.

ALLEGRI - "Cosa succeda nello spogliatoio del Milan e se sia rotto qualcosa tra tecnico e giocatori, è difficile stabilirlo dal di fuori - ha esordito Oddo in esclusiva a Calciomercato.it - Soltanto i diretti interessati possono saperlo. Per fare delle valutazioni ci possiamo basare soltanto sui risultati che certamente non sono positivi. I motivi di questa situazione sono sicuramente molteplici e di certo non esiste un solo responsabile. Io sono contrario in linea di massima agli esoneri: ovviamente non si possono cambiare tutti i calciatori ma cambierei soltanto un allenatore se non avesse più nulla da dare, se non fosse più seguito dal gruppo. La politica del Milan è stata finora sempre un'altra e, a mio avviso, credo che proseguirà con Allegri fino al termine della stagione. Anche io opterei per questa linea".

BALOTELLI RISCHIA GROSSO - "Mario ci mette tanto, tutto, del suo per essere sempre al centro dell'attenzione. I media ne parlano moltissimo perché 'fa vendere'. Non è dunque colpa dei giornalisti se è sempre nell'occhio del ciclone: lui è l'unico responsabile, perché certi atteggiamenti attirano l'attenzione pubblica. Continuando così, rischia di sprecare il suo talento. Cassano ad esempio, avrebbe potuto fare di più. Sono calciatori che per via dei loro atteggiamenti, del loro non sapersi comportare in certe situazioni, possono finire con l'avere una carriera al di sotto delle loro possibilità. Balotelli comunque è un patrimonio del nostro calcio e il Milan sono convinto che continuerà ad investire su di lui e farà di tutto per recuperarlo".    

MILAN-LAZIO...COL CUORE DIVISO - Le ultime battute concesse ai nostri microfoni, Oddo le ha dedicate alle sue due ex squadre che si affronteranno stasera a 'San Siro': "Sono i club cui sono più affezionato, il mio cuore sarà diviso. La Lazio è la società che mi ha portato nel grande calcio e sono legatissimo, tutt'oggi, ad ambiente e tifosi; il Milan invece, è il club che mi ha consentito di vincere tutto. E' difficile quando ci si trova di fronte a partite del genere fare pronostici, è una gara da tripla. Quello che mi auguro è che possano entrambe risollevarsi e risalire presto in classifica".    

 




Commenta con Facebook