• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Fiorentina-Napoli, Benitez: "Cannavaro un esempio anche se non gioca. Questa Roma non sorprende

Fiorentina-Napoli, Benitez: "Cannavaro un esempio anche se non gioca. Questa Roma non sorprende"

L'allenatore partenopeo prepara la delicata trasferta di Firenze per restare in scia della Roma


Rafa Benitez (Getty Images)
Matteo Torre (twitter: @torrelocchetta)

29/10/2013 13:23

FIORENTINA NAPOLI BENITEZ CONFERENZA STAMPA / NAPOLI - Il Napoli è chiamato a un difficile impegno sul campo della Fiorentina nel turno infrasettimanale di Serie A. In conferenza stampa alla vigilia, come di consueto, è intervenuto l'allenatore azzurro Rafa Benitez.

FIORENTINA-NAPOLI - "Come tutte le gare del campionato, è importante. Entrambi siamo vicini alla vetta della classifica. La loro squadra è forte, ma alla fine saranno sempre tre punti. Una squadra per avere equilibrio deve fare bene sia in fase offensiva che difensiva: noi lavoriamo su questo, e se ci riusciremo vedremo chi avrà il controllo della gara tra due squadre che fanno possesso palla".

PALLONE D'ORO - "Solo Pirlo tra gli italiani nei 23 finalisti? Il calcio italiano è difficile, ha qualità. Il prossimo anno sarà diverso. Quando allenavo in Inghilterra si parlava di passione, qui si parla di cattiveria. Dobbiamo averla: sarà più facile per me come allenatore gestire la rosa se avremo cattiveria".

BILANCIO - "Dopo i primi cinque mesi è positivo al 100%. Abbiamo vinto sette partite, ma sono importanti anche i lavori della squadra e della società. Siamo in crescita sia calcistica che societaria".

TOUR DE FORCE - "Sarà un periodo importante. Quando la classifica è corta ogni gara è molto importante, soprattutto se si gioca anche la Champions League".

IL CALCIO DI MONTELLA - "Alla Fiorentina piace il palleggio, e può segnare in diverse maniere. Per un allenatore è difficile controllare tutte le situazioni".

MERTENS - "E' un professionista, ha bisogno di tempo. Per competere abbiamo bisogno di tutti gli elementi in organico. Decidiamo chi scenderà in campo in base a molti fattori, dal rendimento in allenamento a quanto potrà essere utile contro il prossimo avversario".

CANNAVARO - "Non vedo alcuna crisi quando parlo con lui. E' un giocatore per noi importante, il capitano, un esempio per tutti. Lui lavora: non possiamo controllare quanto si dice fuori, per me è un esempio e lavora benissimo. Sono molto contento di vedere come si allena. Perché non lo schiero? Perché giocano in undici, semplice".

MIGLIOR ALLENATORE 2013 - "Sono nominato nella lista, ma dico sempre che qualche allenatore di Serie B può essere migliore di noi ma non essere inserito nell'elenco. Io credo che vada stilata per merito dentro e fuori dal campo: essere un esempio per la gente che guarda, per i bambini. Per me sarà Jupp Heynckes a vincere il titolo. Ha vinto ed è un esempio".

ROMA - "Per noi non è una sorpresa. Si respira grande passione, come nel Napoli. C'era la Roma tra le 4-5 squadre in lizza per lo Scudetto a inizio stagione, e ora la pressione per i giallorossi aumenterà. Certo, continuando così vinceranno il titolo".

HIGUAIN - "Sta recuperando dall'infortunio. Ha fatto bene col Torino, ma è ancora in ripresa".




Commenta con Facebook