• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO BOLOGNA-LIVORNO

PAGELLE E TABELLINO BOLOGNA-LIVORNO

Diamanti una stella, Crespo decisivo. Emeghara e Paulinho non incidono


Bologna-Livorno (Getty Images)
Samuele Perotti

27/10/2013 18:50

PAGELLE TABELLINO BOLOGNA LIVORNO / BOLOGNA - Al termine di una partita dai bassi contenuti tecnici il Bologna torna alla vittoria dopo3 sconfitte consecutive. I rossoblù sono trascinati dalla classe di Diamanti e l’efficacia di Crespo. Bene anche il reparto arretrato e Khrin che non sbaglia una pallone. Il problema resta l’attacco, come dimostra la prova opaca di Cristaldo. Il Livorno paga le disattenzioni di Ceccherini e l’apatia di Paulinho ed Emeghara che non si rendono mai pericolosi. Piccini e Siligardi, entrati nella ripresa sono stati i più propositivi. 


BOLOGNA

Curci 6 – Giornata tranquilla per l’estremo difensore rossoblu che non è mia chiamato seriamente in causa.

Sorensen 6 – Più per demeriti del Livorno che per meriti suoi chiude la partita senza commettere errori ma in diverse circostanze si è fatto pescare fuori posizione.

Natali 6 – Usa il fisico e la sua esperienza per annientare le flebili azioni offensive degli avversari. Se si trova in affanno non si vergogna a spazzare via il pallone. 

Mantovani 6 – Prova pulita senza sbavature, grazie anche all’ottimo feeling con tutto il reparto arretrato.

Crespo 7 – Con un pizzico di fortuna trova il suo primo goal in Serie A ma a sorprendere è la sua grande dinamicità che gli consente di mettere in difficoltà i dirimpettai toscani. Dal 53’ Garics

Kone 6 – Limita le incursioni offensive che lo hanno reso famoso ma grazie alla sua cattiveria agonistica fa filtro a centrocampo e sicurezza ai compagni. 

Khrin 6.5 – Si piazza davanti alla difesa e non sbaglia un colpo. Recupera molti palloni dando equilibrio a tutta la squadra e gioca semplice, evitando di sciupare palloni.

Laxalt 6.5 – L’uruguaiano mette in mostra la sua dote migliore la velocità. In coppia con Cech manda in crisi la catena di destra del Livorno e al cross è sempre pericoloso. Dal 79’ Perez sv.

Cech 6.5 – Compre senza affanni e con grande personalità la fascia sinistra emiliana. Attento anche in copertura, ha il merito di mettere in mezzo il pallone dell’1-0. Dal 46’ Morleo 5.5 – Soffre il dinamismo e la vivacità di Piccini e troppo spesso si fa superare con troppa facilità.

Diamanti 6.5 – É la stella di questa squadra e si vede. Col sinistro ci fa quello che vuole, il problema è che nella partita di oggi le sue giocate non riescono ad accendere i compagni.

Cristaldo 5.5 – Fa molto movimento e lotta da solo contro la difesa ospite. Il problema è che non sempre si fa trovare pronto negli ultimi 16 metri, sbagliando i movimenti.

Pioli 6 – Il Bologna non brilla sotto il piano del gioco ma ottiene un successo prezioso che gli permette di interrompere la striscia di 9 sconfitte interne. Potrebbe essere la svolta della stagione.

 

LIVORNO

Bardi 6 – Incolpevole sulla carambola che decide il match, tiene a galla i suoi con la bella parata sul colpo di testa di Diamanti.

Coda 6 – Quando il Bologna lo attira lontano dall’area di rigore va in difficoltà ma alla fine porta a casa una prestazione positiva. 

Emerson 6 – Sfortunato in occasione del goal dell’1-0. Guida la difesa senza patemi e soprattutto è pericoloso quando sale per battere le punizioni.

Ceccherini 5 – Inadeguato per questa categoria. Soffre in marcatura, come evidenziato nell’azione del goal quando si addormenta e lascia via libera a Crespo. 

Schiattarella 6 – Ordinato in fase di interdizione, fatica un po’ di più quando si trova a ripartire ma la sufficienza è più che meritata.

Luci 6 – Il capitano getta il cuore oltre l’ostacolo e prova con qualche inserimento offensivo a smuovere l’anemico gioco toscano.

Biagianti 5.5 – Posizionato davanti alla difesa dovrebbe dettare i ritmi del gioco toscano in realtà non ci riesce mai.

Duncan 5.5 – Messo nella posizione di mezzo sinistro fatica a trovare la giusta posizione e spesso finisce per pestarsi i piedi con i compagni. Dal 53’ Piccini 6.5 – Entra e il Livorno alza il baricentro del gioco. Brillante e determinato sulla destra mette in difficoltà Morleo con la sua dinamicità.

Mbaye 5.5 – Troppo timido non si mette mai in mostra in fase offensiva. Meglio in fase di ripiegamento difensivo. Dal 82’ Borja sv

Emeghara 5 – L’ex Siena doveva essere il botto di mercato dei toscani, invece sta diventando un peso. Mai pericoloso sotto porta, non attacca la profondità e sbaglia anche appoggi banali. Dal 46’ Siligardi 6 – Entra determinato, lotta, cerca i compagni e sfiora il goal con un tiro da fuori. Un peccato averlo visto in campo solo nella ripresa.

Paulinho 5.5 – Dopo 1’ di gioco si divora un goal facile. Da lì in avanti gioca una partita grintosa fatta di molto movimento ma poca sostanza. 

Nicola 5 – La partita l’ha preparata bene, come dimostra l’approccio ma il suo Livorno ha perso un po’ di brillantezza e il gioco per molti minuti è mancato completamente.

Arbitro: Paolo Tagliavento 6  – Arbitra una partita tranquilla in modo ordinato, senza crearsi dei problemi.

 

TABELLINO

BOLOGNA-LIVORNO 1-0

BOLOGNA (3-5-1-1): Curci; Sorensen, Natali, Mantovani; Crespo (53’ Garics), Kone, Khrin, Laxalt (79’ Perez), Cech (46’ Morleo); Diamanti; Cristaldo. Allenatore: Pioli. 

LIVORNO (3-5-2): Bardi; Coda, Emerson, Ceccherini; Schiattarella, Luci, Biagianti, Duncan (53’ Piccini), Mbaye(82’ Borja); Emeghara (46’ Siligardi), Paulinho. Allenatore: Nicola.

Arbitro: Tagliavento di Terni

Marcatori: 3’ Crespo (B).

Ammoniti: 43’ Diamanti (B), 75’ Piccini (L), 81’ Coda (L), 81’ Cristaldo (B).




Commenta con Facebook