• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-TORINO

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-TORINO

Gli azzurri ringraziano Mertens e due rigori, Toro troppo poco incisivo e reattivo


Gonzalo Higuain (Getty Images)
AntonioPapa (Twitter: @antoniopapapapa)

27/10/2013 15:24

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-TORINO / NAPOLI - Tutto bene per il Napoli, che si sbarazza del Torino grazie a due rigori realizzati da Higuaìn, uno dei quali abbastanza discutibile. Ancora un grandissimo Mertens. Il Toro subisce troppo l'iniziativa avversaria e non riesce a reagire alle batoste del primo tempo.

 

NAPOLI 

 

Reina 6,5 - Lo si vede in due occasioni: nel primo tempo, punizione di Cerci nel sette con lo spagnolo che alza in angolo senza problemi, e nella ripresa su due botte di Meggiorini dalla distanza, entrambe neutralizzate in tuffo. Sicurezza. 

 

Maggio 6 - Bene in fase difensiva, sporadico in appoggio alla manovra d'attacco. Si occupa più di contenere. 

 

Fernandez 6,5 - Puntuale e ruvido quando serve, nella ripresa si piazza a guardia di Meggiorini e non gli fa toccare un pallone. Un'altra prestazione di alto livello, altro passo in avanti nelle gerarchie con Cannavaro e Britos. 

 

Albiol 6,5 - Lui fa notizia quando gioca male, non certo oggi che guida la difesa con la consueta sicurezza. Ordinaria amminisrtrazione. 

 

Armero 6,5 - Un gran duello con un D'Ambrosio propositivo ma contenuto bene dal colombiano, che quando può prova anche ad appoggiare la manovra, non sempre con successo. 

 

Inler 6,5 - Lucido nelle chiusure e nel far ripartire l'azione, una prestazione di grande spessore, anche senza Behrami. Non sbaglia un passaggio. 

 

Dzemaili 6,5 - Deve rivestire il difficilissimo ruolo di vice-Behrami e ci riesce bene, risultando spesso essenziale ma efficace. 

 

Mertens 7 - Si procura il rigore del vantaggio partenopeo, punta in continuazione l'uomo creando superiorità numerica e sfiorando il gol in più di un'occasione. Un folletto imprendibile, che giochi a destra o a sinistra. In questo momento è il vero uomo in più di questa squadra, ormai gli manca solo la gioia della rete. (Dal 30' st Pandev sv)

 

Hamsik 6 - Rispetto al solito lo si vede spesso più arretrato, al di qua della metà campo, per dare una mano ai compagni che devono fronteggiare tre centrali. Quando è così perde un po' di lucidità in costruzione e in finalizzazione, ma non per questo è sempre da biasimare. (Dal 35' st Zapata sv)

 

Insigne 5,5 - L'errore del primo tempo a porta (quasi) vuota grida ancora vendetta, anche se col senno di poi non incide sul risultato. Si incaponisce spesso e volentieri in azioni personali che spazientiscono perfino il pubblico, da sempre più indulgente nei suoi confronti. 

 

Higuaìn 7 - Ci vogliono due rigori per sbloccare il Pipita, reduce da un periodo difficile. Ma è nel resto del repertorio che dà il meglio: sponde di fino, difensori portati a spasso come caprette, passaggi illuminanti per i compagni. L'attaccante universale, un campione vero. (Dal 21' st Callejon 6 - In tempo per andare vicino al gol in un paio di occasioni, sprecando un regalone della difesa granata solo davanti a Padelli).

 

All. Benitez 7 - Benissimo nel primo tempo, dove al di là dei rigori la squadra dimostra la capacità di essere sempre sul pezzo, aspettando il Toro per poi colpire quando è necessario. Secondo tempo di gestione del risultato, da big. 

 

 

 

TORINO 

 

Padelli 5,5 - Ovviamente incolpevole sui due rigori, rischia di mettere il timbro (in negativo) sulla partita con quella uscita folle a fine primo tempo. Per sua fortuna Insigne lo grazia. Si riscatta nel finale con un paio di paratissime. 

 

Darmian 6 - Dei tre centrali è quello che più si propone in avanti, provando a dar fastidio all'asse sinistro del Napoli in sovrapposizione su D'Ambrosio. Discreto anche in fase difensiva, contro un Insigne non proprio in palla. 

 

Glik 6 - Sfortunato sul rigore, dove certo non può tagliarsi il braccio, per il resto riesce a tenere botta nonostante le difficoltà. 

 

Moretti 5,5 - Contro Mertens è sofferenza continua, complice anche lo straordinario stato di forma del belga. Limita i danni ma fino a un certo punto.  

 

D'Ambrosio 6 - Appoggia l'azione ogni volta che glielo si richiede, di fronte ha un Armero che decide di fare gli straordinari in fase difensiva e lo tiene a bada, tanto che spesso richiede il raddoppio di Darmian. Comunque non sfigura per niente in quello che potrebbe essere il suo prossimo stadio. (Dal 16' st Maksimovic 6 - Un cambio fatto più per regalare minutaggio ad un giovane che per apportare novità dal punto di vista tattico)

 

Gazzi 6 - Lottatore nato, sbaglia qualche passaggio ma combatte come un leone, al punto che dopo una botta è costretto perfino a cambiare la maglia, completamente sporca di sangue. Costretto ad uscire nell'intervallo. (Dal 1' st Basha 5 - Soffre molto più del compagno, poi si fa buttare fuori per un fallo ingenuo da ultimo uomo su Pandev. La pietra tombale sulla partita).

 

Vives 5 - Impreciso in diversi disimpegni, probabilmente soffre l'imponenza del San Paolo: per un napoletano non è mai facile giocarci. 

 

Bellomo 5,5 - Ingenuo sul primo rigore del Napoli, un episodio che cambia la partita. Per il resto è il più frizzante dei centrocampisti, pur senza costruire niente di concreto. 

 

Masiello 5 - Si segnala solo per un passaggio che stava per mandare a rete Mertens, e per un'azione nel finale in cui Callejon lo brucia sullo scatto. Per il resto è un continuo guardarsi le spalle reciproco con Maggio. 

 

Cerci 5,5 - Fra i meno negativi nel primo tempo, sfiora anche il gol su punizione. Poi Ventura decide di toglierlo, a quanto pare per scelta tecnica. Sicuramente poteva fare qualcosa in più. (Dal 1'st Meggiorini 5,5 - Entra per cambiare anche tatticamente la squadra, ma ci riesce solo a sprazzi. Due sole occasioni degne di nota, entrambe dalla distanza, dove Reina però si supera).

 

Barreto 4,5 - La compresenza di Cerci, che fa i suoi stessi movimenti, non gli giova per nulla. Ma la situazione non cambia nella ripresa, quando comunque non la vede mai. 

 

All. Ventura 5 - Ok che il Toro perde contro due rigori, uno dei quali non proprio limpidissimo, ma comunque la squadra appare troppo rinunciataria in fase offensiva. Stupisce poi la sostituzione di Cerci, uno dei migliori, a fine primo tempo.

 

 

Arbitro De Marco 5 - Bene in occasione del primo rigore: Bellomo aggancia Mertens e il penalty ci sta. Pessimo invece sul secondo, quando Glik ha il braccio attaccato al corpo e lui - che aveva visto bene - si fa trarre in inganno dagli assistenti. Dopo invece c'era un nuovo rigore su Higuaìn, ma non lo dà forse proprio per "rimediare" all'errore precedente. 

 

 

 

NAPOLI - TORINO 2-0

Napoli (4-2-3-1): Reina; Maggio, Albiol, Fernandez, Armero; Inler, Dzemaili; Mertens (29' st Pandev), Hamsik (35' st Duvàn), Insigne; Higuain (22' st Callejon). A disp.: Rafael, Colombo, Uvini, Mesto, Bariti, Behrami, Radosevic. All.: Benitez

Torino (3-5-2): Padelli; Darmian, Glik, Moretti; D'Ambrosio (16' st Maksimovic), Gazzi (1' st Basha), Vives, Bellomo, Masiello; Cerci (1' st Meggiorini), Barreto A disp.: Berni, Gomis, Pasquale, Scaglia. All.: Ventura Arbitro: De Marco di Chiavari

Marcatori: 14' rig. Higuaìn (N), 30' rig. Higuaìn (N)

Ammoniti: Fernandez (N)

Espulsi: 41' st Basha




Commenta con Facebook