• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, agente Balotelli: "Tutor? E' un'invenzione. Potrebbe lasciare l

Calciomercato Milan, agente Balotelli: "Tutor? E' un'invenzione. Potrebbe lasciare l'Italia..."

Mino Raiola, procuratore dell'attaccante rossonero, ha parlato delle ultime voci relative al suo assistito


Balotelli (Getty Images)
Matteo Zappalà (twitter: @MattZappa88)

26/10/2013 13:07

CALCIOMERCATO MILAN AGENTE BALOTELLI RAIOLA TUTOR / MILANO - Intervenuto ai microfoni di 'Milan Channel', l'agente di Mario Balotelli, Mino Raiola ha parlato del futuro del suo assistito e, in particolare, delle voci riguardanti un tutor per l'attaccante rossonero.

TUTOR - "E' un'invenzione dei media italiani, in Italia si parla solo di politica e di Balotelli, per riempire i giornali si devono inventare delle storie come questa del tutor che è ridicola. Perché Mario non deve essere lasciato tranquillo? L'attenzione è sempre su di lui, all'estero arriva un'immagine veramente ridicola, il Milan non ha messo nessun tutor, non si permetterebbe mai e anche io non lo permetterei".

ANCORA VIA DALL'ITALIA? - "Cinque giorni di Nazionale e sono successi cinque fatti riguardanti Mario. Ricordo quando l'ho portato via dall'Inter, l'avevo fatto per lasciarlo tranquillo, sarebbe un male che Mario lasciasse il suo paese per questa ragione".

VITA PRIVATA -
"Intorno a lui ci sono tante storie, dalla macchina, agli orecchini alla casa, ognuno ha una vita privata e Mario non può uscire di casa. Già è difficile cercare di migliorare sempre, in più si aggiunge tutta questa pressione. Io ammiro Mario, è tre giorni che sto con lui e vedo la pressione che ha addosso, io non credo che la potrei sopportare. Mario è sempre calmo, forse ha accettato tutta questa pressione, si è rassegnato, ma non fa una vita normale, perché ogni cosa che fa viene trasformata in una storia".




Commenta con Facebook