• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, Abate sponsor di Allegri: "In questi tre anni non gli si puo' rimprove

Calciomercato Milan, Abate sponsor di Allegri: "In questi tre anni non gli si puo' rimproverare nulla"

Il terzino su Balotelli: "Deve capire che non e' piu' un ragazzino"


Ignazio Abate (Getty Images)
Marco Di Federico

25/10/2013 07:50

CALCIOMERCATO MILAN ABATE ALLEGRI / MILANO - Da più di un anno Massimiliano Allegri è nel mirino della critica. Da Berlusconi ai tifosi, tutti hanno sparato a zero sul tecnico che alla guida del Milan ha vinto Scudetto e Supercoppa italiana: anche quest'anno le cose sono iniziate male, ma Ignazio Abate si stringe al fianco del suo allenatore. "Abbiamo le basi per tentare un'altra rimonta, ma occorre equilibrio e non sbagliare nulla. Questa comunque è una squadra da primi tre posti. Mi piace il ritorno al 4-3-3, la squadra è più equilibrata, solida e coperta rispetto al sistema col trequartista. - le sue parole a 'La Gazzetta dello Sport' - Allegri ci ha sempre trasmesso fiducia, anche nei momenti peggiori. La sua maggior qualità è l'equilibrio, sa gestire le pressioni e in questi tre anni non gli si può rimproverare nulla: ha fatto tutto ciò che doveva, compreso il miracolo dell'ultimo terzo posto".

KAKÁ - "Abbiamo la fortuna di lavorare in un club come il Milan e in un posto come Milanello: è sbagliato pensare di venire qui soltanto a timbrare il cartellino, occorre dedicarsi al nostro lavoro a 360°. In questo Kakà è un esempio illuminante per tutti, specie per i più giovani. Quando era infortunato arrivava al mattino e andava via la sera. Con quel che guadagna e che ha vinto in carriera potrebbe permettersi lo stretto indispensabile, e invece ha un comportamento da super top player. Ha tutto per tornare quello di una volta".

BALOTELLI - "Deve capire che non è più un ragazzino e che certi comportamenti non vanno bene. Bisogna che cresca il più in fretta possibile. Il fatto è che ha potenzialità incredibili, di cui nemmeno lui si rende conto. Per me dopo Messi, Ronaldo e Ibrahimovic c'è lui".




Commenta con Facebook