• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Champions league > Devis Mangia su Champions League, Florenzi, Insigne e Jorginho

Devis Mangia su Champions League, Florenzi, Insigne e Jorginho

L'ex commissario tecnico dell'Italia Under 21 e' intervenuto ai microfoni di Calciomercato.it


Devis Mangia (Getty Images)
Maurizio Russo

23/10/2013 17:10

CHAMPIONS LEAGUE ESCLUSIVO MANGIA / ROMA - Intervistato in esclusiva da Calciomercato.it, l'ex commissario tecnico dell'Italia Under 21 Devis Mangia ha parlato degli argomenti più caldi della settimana calcistica a cominciare dalla due giorni di Champions League.

NAPOLI E MILAN - "Complimenti ad entrambe le formazioni. Il Napoli ha centrato un risultato importante considerando che non è mai semplice vincere in trasferta in Champions League. Anche il Milan ha fatto una buonissima partita contro una grande squadra che fa del possesso palla la sua arma migliore come il Barcellona. E' stata azzeccata la scelta di Allegri di giocare con la squadra più bassa rispetto al match dello scorso anno e anche se stavolta non hanno vinto, hanno creato più occasioni da gol".

REAL-JUVENTUS - "Certamente non sarà una gara facile per la squadra di Conte, ma la Juve ha le caratteristiche e le qualità per mettere in difficoltà il Real Madrid. Chi può essere il giocatore decisivo? Non faccio nomi perché il calcio è uno sport di squadra e sarà il collettivo a fare la differenza".

FLORENZI E INSIGNE - Degli ex pupilli di Mangia nell'Under 21, Florenzi e Insigne sembrano quelli che hanno più chance di andare ai Mondiali: "Me lo auguro per loro, hanno sfruttato al meglio l'occasione che gli ho concesso. Il fatto che molti giocatori dell'ultimo Europeo di categoria siano entrati a far parte della Nazionale A è motivo di grande orgoglio per me, era uno degli obiettivi".

JORGINHO - "Lo avevo chiamato per un'amichevole con l'Under 21, ma per questioni burocratiche non fu possibile farlo giocare. E' un ragazzo che ha dimostrato grandi qualità, ma Prandelli non ha bisogno di suggerimenti, ha le idee chiare. Eeravamo in contatto diretto: Cesare ha la situazione sotto controllo, sa chi può essergli utile".

FUTURO - "Al momento non c'è niente di cui parlare per quanto riguarda il mio futuro: aspettiamo e vediamo" conclude Mangia a Calciomercato.it.




Commenta con Facebook