• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Calcioscommesse, ancora squalifiche: stop per otto tesserati

Calcioscommesse, ancora squalifiche: stop per otto tesserati

La commissione disciplinare ha sanzionato anche tre societa'



23/10/2013 16:22

CALCIOSCOMMESSE SQUALIFICHE E INIBIZIONI / ROMA - Otto tesserati sanzionati dalla Commissione Disciplinare per il calcioscommesse: la Figc rende noto la decisione riguardo le partite Salernitana -Gavoranno del 5 maggio 2013 e Rodengo Saiano-Legnano del 9 maggio 2010, valevole per il campionato di Lega Pro Seconda Divisione Girone A.

Per la prima, la Commissione disciplinare nazionale ha accolto il patteggiamento del calciatore Andrea Galeotti (all'epoca dei fatti tesserato dell’'USD Castelnuovese), squalificato a due anni e tre giorni, e della Società USD Castelnuovese, sanzionata con un'ammenda di 1400 euro a titolo di responsabilità oggettiva. Prosciolta l'US Gavorrano.

Per la seconda partita invece la "Commissione ha poi inflitto 3 anni di inibizione a Giuseppe Padula (all'epoca dei fatti dirigente del Legnano), 9 mesi di squalifica a Stefano Bagalini (all'epoca dei fatti calciatore della San Giustese), 9 mesi di inibizione a Roberto Bagalini (all'epoca dei fatti arbitro), 6 mesi di squalifica a Giuseppe Scienza (all'epoca dei fatti tecnico del Legnano), 6 mesi di inibizione a Luigi Abbate (all'epoca dei fatti dirigente del Legnano) e Massimo Frassi (all'epoca dei fatti dirigente del Rodengo Saiano) e 1 mese di squalifica a Carlo Gervasoni (all'epoca dei fatti calciatore del Piacenza), quest'ultimo su patteggiamento. A titolo di responsabilità oggettiva Rodengo Saiano e San Giustese sono state sanzionate rispettivamente con ammende di 2000 e 1000 euro".

B.D.S.




Commenta con Facebook