• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Cagliari > Joao Dias su futuro e Cagliari

Joao Dias su futuro e Cagliari

L'esterno difensivo dell'Academia in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it


Joao Dias(Getty Images)
Giorgio Elia

23/10/2013 13:55

MERCATO CAGLIARI ESCLUSIVO JOAO DIAS/CAGLIARI - "Giocare nel campionato italiano credo possa rappresentare un vero e proprio sogno per qualsiasi calciatore. Stiamo parlando di un torneo al quale partecipano squadre importanti, con giocatori di spessore e di livello. La serie A italiana è a mio avviso uno dei migliori campionati d'Europa". Idee chiare e concetti ben delineati quelli dell'esterno destro difensivo dell'Académia Joao Dias che, ai microfoni di Calciomercato.it, analizza il campionato italiano senza però dribblare le voci che lo vedono protagonista in prima persona.

Dunque attestati di stima per il nostro campionato, ma che tipo di giocatore è Joao Dias?

"Per me non è mai semplice parlare di me, considerato che lascio sempre i giudizi a chi mi vede giocare. Il ruolo nel quale sento di poter esprimere al meglio le mie potenzialità è quello di esterno destro difensivo, anche se mi ritengo un giocatore generoso votato al sacrificio per la squadra. Dal punto di vista difensivo mantengo sempre un atteggiamento aggressivo ma anche attento sotto il profilo tattico, provando anche a dare il mio apporto alla manovra offensiva della squadra con giocate orientate a fornire suggerimenti dal fondo. I miei modelli? Sicuramente Javier Zanetti esempio per qualità e professionalità, ma nel mio ruolo ho sempre ammirato anche Cafù, Daniel Alves e Panucci".

Le prestazioni offerte all'Académia hanno inevitabilmente acceso le luci dei riflettori su di lei, con il suo nome accostato nell'ultimo mercato a club italiani, uno su tutti il Cagliari.

"Non so quanto io sia stato vicino al passaggio al Cagliari nell'ultimo mercato, ma posso confermare l'interessamento di alcuni club per me compresi quelli italiani. Quello sardo è comunque un club prestigioso con una storia importante alle spalle e poterlo rappresentare sul campo sarebbe per me motivo di grande orgoglio".

Allora appuntamento a gennaio con l'Italia?

"In questo momento la mia concentrazione è interamente concentrata agli interessi del mio club. Adesso voglio lavorare sodo e dare il massimo per l'Académia, ricambiando la fiducia concessa. Penso che dall'impegno e dal sacrificio possano passare i risultati di squadra e individuali per il futuro, motivo per il quale darò il massimo per poter far si che i miei sogni possano avverarsi".




Commenta con Facebook