• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Catania > Catania, De Canio: "Niente rivoluzioni. Ecco perche' ho firmato solo per questa stagione&qu

Catania, De Canio: "Niente rivoluzioni. Ecco perche' ho firmato solo per questa stagione"

L'allenatore, successore di Maran sulla panchina etnea, si e' presentato in conferenza stampa



22/10/2013 12:13

CATANIA CALCIOMERCATO DE CANIO PRESENTAZIONE / CATANIA - Luigi De Canio, nuovo allenatore del Catania, è stato presentato oggi in sala stampa. Queste le sue dichiarazioni:

LA SCELTA - "Non posso parlare delle problematiche, sono abituato a valutare e dare giudizi quando sono dentro le cose. Sono convinto che il Catania, negli ultimi anni, sia una società dove un allenatore possa lavorare bene, dove c'è la possibilità di avere anche gratificazioni professionali importanti. Quando mi è stata prospettata, queste sono state le motivazioni. La spinta maggiore è arrivata da quel che può fare il Catania".

OBIETTIVI - "Dobbiamo essere ben consci della nostra dimensione, poi ognuno deve avere ambizioni ma sempre partendo dalla consapevolezza di quello che si è. Poi ogni risultato si può raggiungere, coerentemente con le potenzialità. Credo di avere l'esperienza giusta per riproporre questo pensiero".

NO RIVOLUZIONI - "Credo nella valorizzazione delle risorse di una società. Il Catania ha in sè un bagaglio di conoscenze tecnico-tattiche indirizzate in un certo modo. Se oggi volessi stravolgere tutto, per dimostrare la mia competenza in un altro modo, commetterei un errore. Non devo dimostrare di esser bravo io ma esaltare le qualità dei giocatori. Partirò sempre dalle loro conoscenze".

CALENDARIO - "Voi dite che col Sassuolo apparentemente è facile, io penso che sia la più difficile di tutti. E' realistico il mio pensiero. Perderemmo di vista la nostra filosofia, con Juve e Napoli le motivazioni vengono da sole".

CARATTERE - "Io sono una persona innamorata del proprio lavoro, non so che voglia dire 'sergente di ferro'. C'è un momento per ridere, uno per lavorare. Ci sono regole in ogni ambiente, esistono da sempre. Le etichette servono ai media, non a me".

FUTURO - "Mi è capitato, spessissimo, di andare in società e di fare contratti pluriennali. Poi ho riguardato il mio passato e non sono mai stato in un club più di due anni, strappando spesso, sempre, io il contratto. Non sono uno che lavora per il contratto, per avere una panchina a tutti i costi. Mi piace l'idea di programmazione, di lavorare con persone che vivono coerentemente le loro scelte ed il loro lavoro. Stavolta ho deciso di fare diversamente: ho firmato fino a giugno. E' stata una richiesta perché credo che Catania possa essere il luogo ideale per una programmazione nel tempo".

S.D.




Commenta con Facebook