• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Udinese > Udinese, Guidolin: "Tifosi viziati. Scudetto? La Roma e' la piu' forte"

Udinese, Guidolin: "Tifosi viziati. Scudetto? La Roma e' la piu' forte"

Le dichiarazioni rilasciate in giornata dal tecnico dei friulani



21/10/2013 13:38

UDINESE CONSIDERAZIONI GUIDOLIN ROMA JUVENTUS / UDINE - Francesco Guidolin, intervenuto questa mattina sulle frequenze di Radio24, ha reso noto alcune sue personali considerazioni sul campionato italiano, giunto all'ottava giornata. Dagli alti e bassi della sua Udinese alla corsa scudetto: ecco quanto affermato in giornata dal tecnico di Castelfranco Veneto.

SORPRESA ROMA - "Alla Roma sta riuscendo tutto alla perfezione e in questo momento la cosa più difficile è affrontare una squadra che non è solo forte dal punto di vista tecnico come lo è sempre stata negli ultimi anni, ma ha anche grande autostima e grande consapevolezza delle proprie capacità. La Roma secondo me, dal punto di vista tecnico, era la più forte di tutte le altre. Quando vivi questi stati d'animo riesce tutto più semplice. Non sarà facile. L'assenza di Totti priverà la Roma del giocatore guida, ma se dovesse esserci Borriello acquista altre caratteristiche positive. Garcia è stato molto intelligente a rimettere Totti nel ruolo di finto centravanti nel quale in questi anni ha dimostrato di essere un grandissimo campione e di trovarsi a suo agio. La Roma, però, ha anche un vero centravanti perché Borriello contro il Napoli ha fatto una gara di grandissima qualità e di grande spirito di sacrificio".

JUVE IN CORSA - "Se sono sorpreso per la sconfitta della Juventus? No, perché la Fiorentina è una squadra tenace. La Juventus normalmente è solida e lo ha dimostrato in questi anni, ma il calcio è fatto così e una partita può cambiare da un momento all'altro. La Juventus resta una delle favorite. Quest'anno il campionato è più incerto nelle posizioni di vertice, ma la Juve resta una delle favorite. Certo, se la Roma continua a viaggiare così diventa imprendibile per tutti, ma ritengo che Juventus, Roma e Napoli siano le migliori in questo momento".

CASA UDINESE - "Le critiche ci stanno e le rispetto, se si pensa all'Udinese perché siamo arrivati terzi, quarti e quinti negli ultimi anni è giusto giudicare le nostre prestazioni insufficienti. Noi, però, non siamo quella squadra e non siamo più forti delle squadre che dovrebbero starci normalmente davanti. Se partiamo da un dato di fatto oggettivo, e cioè che l'Udinese fa parte di un altro gruppo e negli ultimi tre anni è stata capace di passare davanti, dobbiamo capire che non tutti gli anni sono gli stessi e come club non dobbiamo pensare che siccome un anno fa avevamo un punto in meno di oggi e poi ne abbiamo fatti 66 la storia si possa ripetere. I campionati sono sempre diversi e in questo ci sono squadre che hanno fatto cose importanti in campagna acquisti, ci saranno sorprese come il Verona in questo momento e dobbiamo rimetterci a correre in fretta perché sarà un torneo insidioso. La sconfitta contro il Milan? Possiamo e dobbiamo fare di più, soprattutto in trasferta dove non abbiamo raccolto nulla. Ho visto anche segnali di crescita dal punto di vista della mentalità e mi è piaciuto anche se abbiamo commesso tanti errori e preso qualche contropiede, uno dei quali ci è costato il gol e la partita. A Bergamo avevamo perso giocando una partita molto opaca, contro il Milan ci abbiamo provato. Il rammarico è che potevamo fare qualcosa in più dal punto di vista del gioco ed essere maggiormente propositivi".

A.B.

 




Commenta con Facebook