• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Calciomercato Lazio, caso Petkovic: tra frizioni e retroscena, ecco la situazione

Calciomercato Lazio, caso Petkovic: tra frizioni e retroscena, ecco la situazione

L'allenatore bosniaco e' al centro di un giallo dopo la sconfitta patita ieri a Bergamo


Vladimir Petkovic (Getty Images)
Matteo Torre (twitter: @torrelocchetta)

21/10/2013 12:09

CALCIOMERCATO LAZIO PETKOVIC RETROSCENA FUTURO / ROMA - Sono ore roventi in casa Lazio. In special modo per l'allenatore Vladimir Petkovic, la cui panchina non è mai stata così in bilico. Ieri sera si è diffusa la voce di presunte dimissioni rassegnate dal tecnico: l'ipotesi è stata smentita con forza dalla società, ma aleggiano ancora molti dubbi sul clima a Formello.

La redazione di Calciomercato.it ha raccolto indiscrezioni sulla situazione: il primo nodo sarebbe legato al rapporto tra Petkovic e parte dello spogliatoio. I cosiddetti senatori non sarebbero felici delle sue scelte, tant'è che nelle ultime giornate il bosniaco ha dimostrato di preferire giovani e acquisti estivi a elementi di maggiore esperienza. Felipe Anderson, Perea, Keita, Onazi, Biglia hanno trovato sempre più spazio a discapito dei vari Ledesma, Klose (ieri al rientro da un infortunio), Gonzalez. La linea verde non sarebbe solo una scelta societaria, ma un messaggio di Petkovic alla dirigenza.

Sulle dimissioni le voci sono contrastanti: non è certo se Petkovic abbia deciso o meno di fare un passo indietro. D'altro canto la società gli avrebbe concordato una fiducia a tempo, legata ai prossimi risultati. Un Petkovic tra due fuochi, con un possibile esonero da un lato e una porzione di spogliatoio col mal di pancia dall'altro. Qui si inseriscono due nomi su tutti per cambiare guida tecnica: non figurerebbe Mihajlovic tra i primi pensieri di Lotito e Tare, bensì uno tra Edy Reja (clicca qui per leggere la nostra intervista esclusiva) e Alberto Bollini. In particolar modo Bollini, tecnico della Primavera campione d'Italia, è un uomo di fiducia della dirigenza, e rappresenterebbe una soluzione transitoria verso la prossima stagione.




Commenta con Facebook