• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan-Udinese, Allegri: "Balotelli deve fare dei sacrifici. Il ritiro non e' punitivo"

Milan-Udinese, Allegri: "Balotelli deve fare dei sacrifici. Il ritiro non e' punitivo"

Rossoneri in campo domani sera nell'anticipo dell'ottava giornata di campionato


Massimiliano Allegri (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

18/10/2013 13:27

MILAN UDINESE CONFERENZA ALLEGRI / MILANO - Vigilia di Milan-Udinese. Massimiliano Allegri fa la conta degli assenti per l'anticipo di 'San Siro' contro la formazione friulana, dove marcherà visita anche l'infortunato Balotelli.

Calciomercato.it ha seguito in tempo reale la conferenza stampa dell'allenatore rossonero.

ASSENZA BALOTELLI - "Avrei preferito giocare con i tifosi e con Balotelli. Purtroppo non c'è, faremo senza. Lunedì i dottori valuteranno il da farsi e vedremo se sarà disponibile per il Barcellona. E' una partita molto vicina, se ce l'avremo meglio: altrimenti facciamo come domani sera, che è la partita più importante visto che abbiamo una classifica deficitaria. La posizione di Mario non è semplice, ogni cosa che fa viene esaltata ai massimi livelli. Lui deve capire chi è, che personaggio è, deve fare una gestione migliore della sua persona. E per far questo si devono fare dei sacrifici: tante cose non vanno fatte per non dare adito ai media. I social network? Proibirli è impossibile, fortunatamente al Milan non abbiamo di queste problematiche".

UDINESE - "Con l'Udinese è sempre una partita difficile, ha dei buoni valori tecnici. Di Natale davanti fa sempre la differenza e poi in panchina c'è un allenatore che ha dimostrato di saper fare grandi cose nella sua carriera. Guidolin avrebbe meritato di allenare una grande squadra. Bisognerà avere pazienza, non dovremo essere nevrotici. Dobbiamo portare assolutamente a casa la partita".

KAKA' - "Avere Kakà a disposizione è un vantaggio. Domani Ricardo avrà massimo una mezz'ora a disposizione, è molto che non gioca. L'importante è averlo a disposizione: questo è un primo passo verso il totale recupero".

RITIRO - "Dobbiamo eliminare gli errori che stiamo pagando a caro prezzo. Il ritiro non è stato punitivo, è servito per vedere gli errori fatti e gli atteggiamenti avuti, e di questo abbiamo preso coscienza. Abbiamo avuto più tempo per preparare la partita. Rispetto all'anno scorso, sotto il piano del gioco, siamo più avanti, ma se abbiamo preso 13 gol vuol dire che abbiamo sbagliato qualcosa. E' difficile vincere le partite prendendo quasi due reti a partita".

ROBINHO E MATRI - "Robinho sta cercando di arrivare ai livelli della prima annata, quando ha fatto benissimo. L'anno scorso non è stato così, ma per noi rimane un giocatore importante. Matri? Una punta viene valutata per i gol che fa. Ha avuto delle occasioni per segnare nelle gare precedenti, magari domani riuscirà a sbloccarsi".

ROMA-NAPOLI - "Non pensiamo a Roma-Napoli, è meglio che vinca il Milan perché altrimenti rimaniamo noi a 8 punti. Agli altri ci penseremo dopo: noi siamo indietro e in questo momento servono solo delle vittorie per scalare posizioni in classifica".




Commenta con Facebook