• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Palermo > Roberto Vitiello su Gattuso, Iachini e Perinetti

Roberto Vitiello su Gattuso, Iachini e Perinetti

L'ex esterno destro dei toscani in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it


Roberto Vitiello (Getty Images)
Giorgio Elia

18/10/2013 10:24

SIENA-PALERMO ESCLUSIVO VITIELLO / PALERMO - Posticipo di lusso per il campionato cadetto nel decimo turno, con Siena e Palermo l'una di fronte all'altra allo stadio 'Artemio Franchi'. L'ex esterno destro dei toscani Roberto Vitiello in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it, prova a fare le carte al big match del prossimo turno cadetto: "Lunedì si affronteranno due squadre importanti, tre le più forti del campionato. Il Siena ha mantenuto un'ossatura importante e il Palermo ha costruito un organico importante per puntare alla pronta risalita. L'avvio di stagione dei bianconeri è stato più che positivo se si considerano le difficoltà legate ai problemi societari e all'aspetto psicologico figlio della penalizzazione. Il Palermo adesso sta recuperando posizioni su posizioni, ma non dobbiamo dimenticare che stiamo parlando di una squadra che si trova oggi in zona play off. A mio avviso si può parlare di due squadre comunque protagoniste di un cammino importante in questa prima parte di stagione. Chi potrà spostare gli equilibri lunedì sera? Io punto sui giocatori del reparto avanzato delle due squadre. Sia Hernandez e Dybala da una parte che Rosina e Paolucci dall'altra, possono risultare decisivi in qualsiasi momento. Sicuramente sia Palermo che Siena possono contare su un parco giocatori importante e alla lunga la qualità dei singoli faranno la differenza. Sarà importante capire il grado di concentrazione ed equilibrio che saranno in grado di garantire nel corso di un'annata così impegnativa".

GATTUSO E IACHINI - Il campionato del Palermo è stato segnato fin qui anche dal cambio di guida tecnica, con Giuseppe Iachini subentrato a Gennaro Gattuso. Vitiello parla del tecnico marchigiano con il quale ha avuto modo di lavorare nella passata stagione proprio in bianconero: "Iachini è veramente un ottimo tecnico e a dirlo non sono soltanto io ma soprattutto i risultati maturati nella sua carriera. Stiamo parlando di un allenatore che conosce come le sue tasche il campionato cadetto e che ha dimostrato in passato di saper primeggiare in un torneo così impegnativo. L'esperienza di Iachini può sicuramente esser il valore aggiunto del Palermo nella corsa alla promozione. E' giusto comunque sottolineare che gli ultimi risultati ottenuti sono anche il frutto del lavoro di Gattuso, con il quale la squadra ha lavorato in estate affrontando le prime sei partite di campionato. Iachini è un grande lavoratore e per vedere un Palermo a immagine e somiglianza del suo allenatore ci vorrà ancora un po' di tempo".

TERZI, VERRE E BOLZONI - Da ex laterale difensivo del Siena Vitiello parla poi di Terzi, Verre e Bolzoni, vecchi compagni in bianconero per i quali spende parole importanti: "Terzi è un ottimo difensore centrale che ha pagato a mio avviso questo andamento altalenante della squadra in avvio di stagione. La sua esperienza unita alle sue qualità gli permetteranno con il tempo di emergere, con le sue prestazioni che potranno risultare decisive per le sorti del Palermo. Scorie della squalifica per il calcio scommesse? Posso tranquillamente dire di no. Quella è una vicenda che sia io che Claudio ci siamo abbondantemente lasciati alle spalle, come dimostrano anche le prestazioni fornite al nostro rientro nel finale della passata stagione. Verre come Nocerino? Valerio è sicuramente un ragazzo interessante ma occhio a fare paragoni azzardati. Stiamo parlando di un giocatore molto giovane che ha già dimostrato di poter dire la sua nel campionato di quest'anno, ma che adesso dovrà proseguire nel suo percorso di crescita. Bolzoni? Uno come lui lo vorrei sempre in squadra. Francesco è un vero e proprio guerriero, in grado di non arrendersi mai e lottare costantemente in mezzo al campo. La sua personalità sarà poi importante nella gestione degli inevitabili momenti difficili della stagione".

PERINETTI - Finale dedicato al responsabile dell'area tecnica del Palermo Giorgio Perinetti, il cui ricordo è ancora vivo anche in terra Toscana: "Per quanto fatto a Siena nel corso della sua carriera è chiaro che non potrà mai essere una partita come le altre per lui. Il direttore ha lasciato un grandissimo ricordo, con la gente rimasta molto legata alla sua figura. Stiamo parlando di un dirigente che non ha bisogno di presentazione, il cui apporti potrà sicuramente giocare la sua parte nella stagione del Palermo".




Commenta con Facebook