Breaking News
© Getty Images

Lazio, Lotito: "Inzaghi non è un ripiego". E litiga con i giornalisti

Discussione del presidente con i cronisti presenti in sala stampa nella conferenza sul caso Bielsa

LAZIO LOTITO INZAGHI / ROMA - Intervenuto al termine della conferenza stampa, il presidente della Lazio Claudio Lotito ha battibeccato con i cronisti presenti.  "Sto derogando dalla mia decisione di non parlare più con la stampa - l'esordio di Lotito al quale non era possibile fare domande -.  Se non è interessato a quello che ho da dire se ne può andare (rivolto a un giornalista, ndr). Qui siete a casa nostra e le regole le decidiamo noi, non gli ospiti - continua il battibecco con i giornalisti -. Altrimenti vado via e non parlo più". 

A questo punto diversi giornalisti hanno lasciato la sala stampa, mentre Lotito ha iniziato il suo discorso: "Il mercato si apre il 1 luglio. Noi abbiamo interesse a rinforzare la squadra, a renderla competitiva, a mantenere i programmi che ci eravamo dati, con o a questo punto senza Bielsa. Il tutto compatibilmente con le norme e le possibilità, gli investimenti restano quelli prospettati con Bielsa. La scelta di Inzaghi è per riportare la lazialità, non è una scelta di ripiego, è l'allenatore giusto per portare avanti il nostro programma. Sono tranquillo e sereno che faremo bene in questa stagione, siamo all'8 di luglio il mercato si è aperto ufficialmente il 1 luglio: sono convinto che approderanno tutti quei rinforzi che erano stati previsti e che serviranno a rendere più competitiva la squadra".

B.D.S.

Serie A   Inter   Lazio
Lazio-Inter, Vecchi: "Non si può finire così! Il nuovo allenatore..."
Il tecnico nerazzurro ha incontrato i giornalisti in sala stampa
Serie A   Fiorentina   Lazio
Serie A, Fiorentina-Lazio 3-2: ripresa folle, viola in rimonta
Babacar, Kalinic ed un autogol consegnano i tre punti agli uomini di Sousa
Serie A   Lazio  
Lazio-Sampdoria, Inzaghi: "Noi superlativi, rinnovo una formalità"
Il tecnico biancoceleste parla nel postpartita con i blucerchiati